saluto


giovedì 30 settembre 2010

Migrazione della farfalla Monarca (Danaus plexippus)

Farfalla Monarca (Danaus plexippus) 
La Monarca ha un'apertura alare di 7,5/10 cm, le ali hanno colori appariscenti, marrone rossiccio con venature e bordi neri, questi ultimi sono ornati da due file di punti bianchi. Il colore avverte i predatori che sono tossiche, infatti, le larve si nutrono delle foglie di asclepiade che contengono un alcaloide velenoso. Diffusa in tutto il mondo, la farfalla Monarca del Nord America quando sopraggiunge la stagione fredda, si sposta in grandi sciami dalle regioni settentrionali degli Stati Uniti e da quelle meridionali del Canada, verso la California, Florida e il Messico per svernare. Ogni autunno alcuni milioni di farfalle monarca compiono un viaggio di circa 3.000 Km. Solo una farfalla su cinque sopravvivrà ai pericoli di una migrazione tanto lunga ma sono cosi numerose che quattordici milioni di farfalle si concentreranno, a 3000 metri di quota, in un ettaro e mezzo di superficie al Santuario della Mariposa Monarca nello stato di Michoacán, Mexico, (Riserva della Biosfera UNESCO). L’arrivo delle farfalle coincide con la festa messicana del Día de Muertos. I nativi del posto credono che lo spirito dei loro defunti ritorni a casa sulle ali di queste creature. Le farfalle passeranno l'inverno, immobili sugli alberi in uno stato di letargo, a fine marzo si risveglieranno, si accoppieranno e gli individui giunti alla terza o quarta generazione invece di vivere poche settimane, vivranno un anno (raramente due) e migreranno verso nord, le femmine con in grembo le uova fertilizzate, per tornare in luoghi che non avevano mai visto prima. Un gruppo di neurobiologi dell'University of Massachusetts Medical School ha recentemente dimostrato che ciò che guida le farfalle in questa migrazione non è il cervello, come si era pensato, ma sono le antenne.

2 commenti:

  1. Deve essere uno spettacolo magnifico. Potessi essere lì con la mia macchina fotografica...:-)
    Ciao Enrico, buon 1° maggio!

    RispondiElimina
  2. Con la tua abilità fotografica potresti cogliere ogni attimo della sua vita, dal momento in cui esce dal bozzolo, stende per la prima volta le ali e poi spicca il volo.
    Buon primo maggio anche a te.
    Buona giornata un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM