saluto

giovedì 14 ottobre 2010

Annaffiatoio in latta

Annaffiatoio in latta
Spiegazione passo passo di un lavoro, eseguito con la tecnica classica…
Occorrente:
•         Annaffiatoio in latta
•         Fondo gesso (o cementite)  o antiruggine
•         Colori acrilici all’acqua avorio, verde chiaro, oro ricco
•         Colla da decoupage oppure colla vinilica diluita con acqua (1 parte di acqua e 5 di colla)
•         Pennelli
•         Carta abrasiva (grana media)
•         Carta da decoupage con rose bianche e rosa
•         Spugna
•         Flatting all’acqua (oppure a solvente o gel per decoupage)
In genere gli annaffiatoi che si trovano in commercio sono zincati e non c’è pericolo che arrugginiscano, basterà quindi sgrassare l’annaffiatoio con dell’alcool e stendere una mano di fondo gesso. Se invece si tratta di un oggetto vecchio, bisogna prima rimuovere eventuali tracce di ruggine e stendere un buon antiruggine.
Lasciare asciugare e carteggiare in senso circolare. Passare una seconda mano di fondo gesso o antiruggine e una volta asciutto, carteggiare nuovamente.
Ora possiamo stendere due mani del colore di fondo: qui è stato usato l’avorio.
Il colore verde è stato applicato con una spugna: diluire il colore verde chiaro con un po’ di acqua, applicare con un pennello un po' di colore a una spugna ed eliminare il colore in eccesso picchiettandola su di un tovagliolo di carta.  Tamponare uniformemente la superficie dell’annaffiatoio dando leggeri colpi e cambiando spesso l'angolazione per evitare che si ripetano le stesse impronte. Una volta asciutto, ripetere l’operazione col colore oro ricco, ma tamponando solo sui bordi e sulla parte superiore dell’annaffiatoio.
Ritagliare con precisione le rose e, una volta scelta la posizione, fare dei segni sull’oggetto per poter poi riposizionare i ritagli nella stessa posizione.
Stendere una mano di colla sul retro dei ritagli ed incollarli sull’annaffiatoio facendoli aderire bene picchiettando con la spugna umida, in modo che fuoriescano eventuali bolle d’aria.
Poi stendere una mano di colla su tutto il lavoro e lasciare asciugare.
Passare diverse mani di flatting all’acqua (o gel o flatting a solvente) fino ad ottenere una superficie liscia al tatto, carteggiando ogni 5 mani.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM