saluto

venerdì 29 ottobre 2010

Donano i loro capelli ai monaci Buddisti


Alaungdaw Kathapha: fedeli Buddisti della Birmania (Myanmar) donano i loro capelli.
Molti devoti buddisti birmani compiono ogni anno il tortuoso percorso che conduce alla sacra pagoda Alaungdaw Kathapha per venerare i resti di uno dei primi discepoli di Buddha. La strada da percorrere è molto accidentata e alcuni tratti dei 25 km del percorso, possono essere fatti solo a piedi o sugli elefanti. Circa 30.000 donne e un centinaio di uomini di Mandalay e di altre località vicine, hanno donato i loro capelli, che saranno venduti per raccogliere il denaro sufficiente a restaurare il tempio, riparare la strada e i ponticelli del tragitto che conduce alla pagoda, che sorge isolata al centro del paese nel mezzo della giungla. Un tratto della strada da ricostruire sarà chiamato Shwe Hsan Nwe Bridge (Il Ponte delle trecce d'oro).

*****

Sri Venkateswara Tirupati

In India nel sud del paese c'è il tempio di Sri Venkateswara, vicino a Tirupati nello stato indiano dell’Andhra Pradesh secondo centro di pellegrinaggio al mondo dopo Roma e prima della Mecca.
Qui gli indiani, 10 mila al giorno in media, pregano Venkateshwara, dio della ricchezza e incarnazione di Vishnu. E gli offrono, in segno di devozione i loro capelli. Ben 600/700 barbieri, giorno e notte, rasano i fedeli, donne, bambini, uomini che donano anche barba e baffi.
Una pasta a base di zafferano protegge e accelera la cicatrizzazione delle parti rasate. I capelli tagliati sono raccolti e portati a Madras, dove una volta al mese vengono messi all'asta.
Il denaro raccolto serve a pagare i 400 addetti al tempio e per costruire scuole, ospedali e strade. Lavati e disinfettati, i capelli arrivano a Nepi dove vengono depigmentati, ma il viaggio dei capelli non finisce qui, perchè esportati in tutto il mondo finiscono sui set fotografici e cinematografici di Europa e Stati Uniti



Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM