saluto

mercoledì 20 ottobre 2010

Jaeyaena Beurraheng - 25 anni per tornare a casa -


foto archivio
febbraio2007

Il Times pubblica la disavventura di una donna che adesso ha 76 anni
 Jaeyaena Beurraheng una donna malese, era salita su un mezzo pubblico per andare a Narathinwat, una delle tre province a maggioranza musulmana del sud della Thailandia. Sfortunatamente per lei l'autobus era quello sbagliato e si ritrovò 1.200 chilometri a nord di Bangkok. Per rimediare l’errore prese un altro bus, convinta che fosse diretto al sud del paese, ma finì a Chiang Mai, una città a 900 chilometri a nord della capitale, una città a lei sconosciuta dove le persone parlavano una lingua diversa dalla sua. Non sapendo leggere e scrivere la poveretta ha impiegato 25 anni per ritornare dai propri cari.
Per 5 anni ha vissuto come una vagabonda senza la possibilità di comunicare con nessuno.
Nel 1987 è stata arrestata e condotta in un centro di accoglienza per senzatetto. Tutti, per anni, l'hanno creduta muta. Un giorno incontrò tre studenti musulmani di Narathiwat che parlavano la sua lingua. La donna ha raccontato loro la sua storia e ha potuto tornare a casa a riabbracciare i suoi otto figli, che per anni l'avevano cercata in Tailandia e Malesia.
Sinceramente questo tipo di notizie mi lascia alquanto perplesso mi sembrano decisamente inverosimili.
 

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM