saluto

martedì 19 ottobre 2010

Pascalina


Pascalina
 Punto di partenza che ha condotto ai moderni elaboratori, è rappresentato dal calcolatore meccanico ad ingranaggi per eseguire addizioni e sottrazioni, ideato dal diciannovenne Blaise Pascal (1623-1662), matematico francese
La cosiddetta "pascalina" si basava sulla matematica del calcolo e la tecnologia dell'orologio.
 La macchina, a livello di principio, non era molto diversa da quella di Anticitera, e si basava, come l'abaco, sul valore di posizione. Era formata da una serie d’ingranaggi dentati con sopra scritti i numeri da 0 a 9. Il primo ingranaggio indicava le unità; ad ogni suo giro completo corrispondeva lo spostamento di un numero del secondo, che indicava le decine, e così via, fino alle centinaia di migliaia. Per farla funzionare bastava una manovella. Il suo limite stava nel fatto che permetteva solo addizioni e sottrazioni.
  

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM