saluto

venerdì 15 ottobre 2010

Per il "fai da te"


*Se dovete tagliare una lastra di vetro con i classici tagliavetro con rotellina metallica del tipo economico ma ottenete un taglio tutto scheggiato, è sufficiente versare del petrolio nel tratto da tagliare e il taglio sarà netto e deciso... provare per credere.
                             
 *Se avete fatto un foro troppo grande e non avete il tassello della misura giusta ... potete avvolgere attorno al tassello piccolo della carta igienica imbevuta di colla (vinavil) o cemento liquido, infilare nel foro e serrare la vite prima che la colla o il cemento facciano presa. Se si verifica il caso contrario, foro piccolo tassello grande e non avete una punta per allargare il foro, assottigliare con una lima il tassello.
  
*Per togliere un vecchio chiodo arrugginito da una parete molte volte insieme al chiodo viene via anche un pezzo di intonaco, per evitare quanto sopra: stringere il chiodo con una pinza e farlo ruotare dolcemente attorno al proprio asse e sempre dolcemente estrarlo senza torcerlo...e la prossima volta mettere chiodi di ottone  
                  
* Le forbici tagliano poco? Provare a tagliare dei pezzi di tela smeriglio o carta vetrata di grana molto fine oppure prendere un pezzo di foglio di alluminio da cucina piegarlo in quattro e tagliuzzarlo finché potete e le forbici taglieranno più di prima.
                                          
*Tagliare o accorciare un bullone? Facendo questa operazione con un seghetto o una mola inevitabilmente viene danneggiata la filettatura e rimettere il dado non è sempre semplice, per evitare quanto sopra è sufficiente lasciare il dado nella parte che rimane del bullone, segarlo e svitare il dado che ripristinerà la filettatura.
                     
*Volete togliere della vecchia vernice ma non avete una pistola termica? Prendere un vecchio ferro da stiro elettrico e quando è caldo passatelo sulla vernice da togliere fino ad ottenere il risultato desiderato, poi con un raschietto completate l'opera. Se il ferro da stiro non è da buttare ma deve essere riutilizzato proteggetelo con un foglio d'alluminio.                                                         

*Per togliere vecchie sigillature di silicone esiste un prodotto che scioglie il silicone permettendo facilmente di eliminarlo. Prima si deve asportare la parte più consistente del "cordone" con una lametta quindi applicare il prodotto, lasciare agire e togliere con una spatola, pulire con acqua ragia.

*La vernice avanzata deve essere lasciata nel barattolo ben chiuso e capovolto (assicurarsi che sia ben chiuso)
Per applicare vernici spesse su superfici metalliche è consigliabile usare il pennello conosciuto con il termine ovalino. Per applicare su legno vernici lucide si adoperano le pennellesse che sono pennelli larghi e piatti disponibili in svariate dimensioni... 

*Quando un metallo e' esposto all'aria e agli agenti atmosferici reagisce con l'ossigeno e /o l'acqua formando un ossido idrato (ruggine) che pur conservando le caratteristiche del ferro diventa friabile e poroso per cui o usiamo materiali tipo alluminio o acciaio inox oppure, metodo più economico, trattiamo il ferro con vernice e protezione antiruggine.

*L'acquaragia è il diluente per eccellenza, rende più facile e scorrevole le applicazioni di smalti e vernici. Può essere usato per moltissime cose: per diluire cere lucidare superfici vetrose e smaltate, per togliere macchie di vernici e naturalmente per pulire i pennelli.
*Per rimuovere una vecchia vite da legno di solito una con la testa con unico intaglio (dopo aver provato con i classici piccoli colpi di mazzuolo sulla testa di un cacciavite messo nell'intaglio della vite stessa) provate a riscaldare la vite con un saldatore elettrico e una volta raffreddata si toglierà più facilmente.

*Dovete riparare una grossa fenditura o una scheggiatura in un mobile o un tavolo? Un modo semplice e economico è prendere della segatura preferibilmente dello stesso legno del mobile da riparare, impastare con della colla trasparente, mettere nella zona da riparare; quando è asciutto carteggiare per rifinire e/o pareggiare. Al termine verniciare o trattare come tutto il resto del mobile.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM