saluto

venerdì 15 ottobre 2010

Rosalia Lombardo


Rosalia Lombardo 
 A Palermo esiste la Chiesa di Santa Maria della Pace, comunemente conosciuta come “Chiesa dei Cappuccini”. Nei sotterranei vi sono lunghe gallerie scavate nel tufo, che ospitano circa 8000 scheletri. La fama del convento è dovuta alla presenza di un cimitero sotterraneo, chiamato: "Le Catacombe".
Un tempo, i monaci defunti erano inumati in una sorta di cisterna ricavata nel tufo e lì ammassati.  Nel 1597, i Frati decisero di dotarsi di un “cimitero sotterraneo” più ampio e iniziarono lo scavo delle “Catacombe”, dietro l’altare maggiore della Chiesa.
Negli annali si legge che quando i frati iniziarono a trasferire i corpi dei loro confratelli sepolti della prima fossa, per portarli nella nuova sepoltura, trovarono i corpi ancora integri con le carni flessibili e fresche nonostante fossero stati inumati sovrapponendoli gli uni agli altri senza cassa e avvolti soltanto da un lenzuolo. Il fatto suscitò scalpore tra i frati che compresero che l’ambiente doveva essere in qualche modo responsabile del fatto. La catacomba dei Cappuccini oggi contiene le mummie stipate all’interno di scaffali, sistemati lungo le pareti dei corridoi sotterranei.


Un caso a parte merita il corpo di Rosalia Lombardo, nata nel 1918 e morta il 6 dic. 1920. Il suo corpicino fu imbalsamato dal dr.Solafia e il volto si presenta fresco, come se la bimba stesse dormendo.Occhi chiusi e le palpebre con le ciglia, la pelle morbida e colorita e, sulla testa, un fiocco giallo a trattenere i capelli che ricadono a boccoli sulla fronte.Il procedimento misterioso utilizzato dal dr. Solafia non fu mai rivelato.
 La piccola salma ora è sistemata all'interno di una teca ermetica di acciaio e vetro, riempita di azoto.

2 commenti:

  1. si c'è un ossario in parte anche a me solferino ....non ci sono mai entrata ....perchè sinceramente come te non trovo niente di interessante oltre ad essere macabro e poco rispettoso per questi corpi che prima erano uomini o donne .......

    RispondiElimina
  2. Ho guardato in rete alcune foto dell'ossario di Solferino. L'unica nota positiva è che non mi pare abbiano utilizzato le ossa per fare decorazioni, lampadari e oscenità simili.
    Buona serata Barbara un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM