saluto

martedì 12 ottobre 2010

Shiatsu


La parola "shiatsu" deriva dalla lingua giapponese e il suo significato letterale è "pressione con le dita".
Si potrebbe anche dire: "esercitare una pressione sul corpo con le dita".
   Il principio dello shiatsu è il "toccare", o meglio, toccare in maniera amorevole per stimolare il processo di guarigione nel paziente.
  Il toccare è una della espressioni più dirette di comunicazione, toccando possiamo trasmettere sentimenti di amorevolezza o d'aggressività: una carezza guarisce le ferite di un bimbo così l'abbraccio di un amico ci può dare coraggio per superare un momento difficile.
   Il terapista, toccando, esercita delle pressioni sul corpo servendosi principalmente delle dita ma alle volte si serve dei palmi delle mani, dei gomiti e delle ginocchia.
   Lo shiatsu è fondamentalmente una terapia di prevenzione, la sua applicazione si traduce in un forte senso di benessere e serve per mantenersi in buona forma e per risolvere alcuni problemi di salute.
L'essenza vitale sistema dell'energia
Il nostro corpo è dotato di una sottile energia elettromagnetica denominata "KI" in giapponese, che costituisce l'Essenza Vitale, cioè l'energia che preserva e nutre il nostro corpo, è sulla stimolazione di questa energia che va ad agire lo shiatsu.
   Abitualmente usiamo suddividere il nostro corpo in parti, la parte emotiva e la parte fisica, in realtà l'energia che ci pervade è una sola, è in continuo movimento e va a toccare i punti, così il KI esercita i suoi influssi anche sulla mente e sullo spirito, oltre che sul corpo materiale.
   Per comprendere il funzionamento del sistema di energia a cui fa riferimento la medicina orientale (e dunque anche lo shiatsu) è necessario introdurre i concetti di Meridiano e di Tsubo.
   I MERIDIANI si possono immaginare come un sistema di canali e di percorsi, distribuiti su tutto il volume corporeo e all'interno dei quali l'energia vitale fluisce senza ostacoli.
   Gli TSUBO sono delle piccole aree in cui vi è una concentrazione molto elevata di energia elettromagnetica, si trovano lungo i meridiani e sono detti anche punti di pressione.
   Lo shiatsu si ripropone di stimolare gli tsubo in modo da modificare il flusso del KI lungo i meridiani e nelle altre zone del corpo. Nel sistema dell'energia sono stati individuati 12 meridiani principali, doppi e simmetrici, che contengono oltre 700 tsubo. Ciascun meridiano apporta energia ad uno specifico organo o apparato del corpo.
   Può capitare, ad esempio in caso di stress, che alcuni meridiani o tsubo possano bloccarsi, in questo modo la zona e le funzioni governate da questi meridiani entrano in uno stato di disfunzione.   
   Rimuovendo questi blocchi possiamo ritrovare uno stato di salute migliore che ci aiuta a conquistare una condizione di perfetto equilibrio.
 
*****
Secondo il ministero giapponese per la Sanità e il Benessere, "la shiatsuterapia è una forma di manipolazione che si esercita con i pollici, le altre dita e i palmi delle mani senza l'ausilio di strumenti, meccanici o di altro genere. Consiste nella pressione sulla cute intesa a correggere disfunzioni interne, a migliorare e a conservare lo stato di salute o a trattare malattie specifiche". Il Giappone riconosce quindi il valore terapeutico dello shiatsu.
Si tratta infatti di una tecnica che può vantare, al pari dell'agopuntura, una seria e generosa opera di incessante ricerca da parte di operatori qualificati e scuole di formazione professionale di una certa tradizione e serietà. Il patrimonio di conoscenze legate allo shiatsu è giunto da noi alcuni decenni fa grazie a personalità come Wataru Ohashi e Pauline Sasaki, eredi spirituali dei grandi maestri giapponesi. Chi si affida allo shiatsu ha perciò buone possibilità di incontrare un terapeuta in gamba piuttosto che lo stregone improvvisato. Occorre tuttavia precisare che esistono "sul mercato" diversi stili di shiatsu. Taluni potranno privilegiare l'aspetto fisico-corporeo del trattamento avvicinando di fatto lo shiatsu a una fisioterapia orientale, altri concentrarsi maggiormente sul dato energetico-spirituale. Lo stile nasce e si differenzia grazie all'impronta del caposcuola. Una delle formulazioni più interessanti è riconducibile al maestro giapponese Shizuto Masunaga (1925-1981) il quale introdusse nell'arte del massaggio le sue conoscenze di psicologia. Egli pose inoltre l'accento sui fondamenti della medicina tradizionale cinese e sulla teoria dei meridiani. In Occidente lo stile Masunaga è conosciuto come zen shiatsu
*****

Il mal di schiena
 Secondo statistiche mediche recenti, la patologia ha raggiunto una incidenza del 30% della popolazione attiva fra i 30 e i 50 anni. Non esiste patologia umana che abbia un numero così elevato di cause scatenanti il dolore. Le  più comuni sono: abitudini posturali scorrette, accorciamento della muscolatura, contratture muscolari, problemi agli arti inferiori, squilibri del sistema nervoso autonomo, cause psicosamatiche, problemi viscerali, sovrappeso, problemi dell’apparato genitale femminile quali dolori mestruali, menopausa, gravidanza durante la quale con il passare delle settimane si porta man mano sempre più fuori equilibrio il centro di gravità del corpo e l'elenco potrebbe essere molto lungo. In altri casi basta una radiografia per controllare eventuali deviazioni della colonna, patologie degenerative del disco intervertebrale, ernia del disco.
 Il più delle volte una lombalgia persistente è invece prodotta da un sommarsi di fattori minori che messi insieme scatenano il dolore.
Lo Shiatsu in questi casi può essere di aiuto, infatti come altre forme di terapia orientali, avendo una visione più generale del “sistema uomo” tratta la causa del dolore, la lombalgia nel caso specifico, lavorando su tutto il corpo, ottenendo quindi una riarmonizzazione globale.
Le terapie manuali di tipo riflessogeno come lo Shiatsu non sono miracolose ma molto spesso aiutano a risolvere o contenere il problema avendo tra l’altro un’azione anche preventiva sulla patologia

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM