saluto

domenica 10 ottobre 2010

Tagua, l'avorio vegetale


Tagua, l'avorio vegetale
La Phytelephas aequatorialis è una pianta che cresce molto lentamente, e fiorisce quando ha circa 40 anni, la si trova nella foresta tropicale e subtropicale del centro-sud America, in Ecuador cresce tra le Ande e la costa ad un’altitudine di 1500 m. Esistono diverse varietà conosciute con nomi diversi ma producono tutte lo stesso frutto. Chiamata dai locali “Tagua” la pianta può raggiungere i 20-25 m, somiglia ad una palma ed ha foglie lunghe fino a 6 m. Il fiore dell’albero maschio profuma di anice, è un pennacchio giallo lungo fino a 3 m. è l’albero femmina che fa i frutti.
Il frutto ancora fresco, chiamato "mococha", è pieno di un liquido cha ha il sapore simile a quello della noce di cocco. Lasciato invecchiare il liquido solidifica e diventa un nocciolo della dimensione di un uovo di gallina, duro e compatto come l’avorio che s’intaglia con difficoltà mentre si riesce a lavorarlo al tornio. L’avorio vegetale è lavorato come l’avorio animale con il vantaggio che non comporta l’uccisione degli animali. Dal seme si ricava anche una farina che è usata nell’alimentazione degli animali domestici.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM