saluto

giovedì 21 ottobre 2010

Un diamante dal "Caro Estinto"

Un diamante dal "Caro Estinto"
La LifeGem memorials, una società funeraria di Chicago partendo da un paio di assunti prettamente scientifici: 1) i diamanti sono fatti di carbonio 2) gli esseri umani sono fatti di carbonio, ha pensato che si potevano creare diamanti anche dal carbone presente nelle ceneri dei cari estinti appena cremati. “L’amore sopravvive” è lo slogan principe della LifeGem. La cosa a me sembra un po’ macabra. Alla base del processo di trasformazione dei cari estinti in gioielli c'è la cremazione, segue l'estrazione del carbonio, elemento di base del diamante, dalle ceneri. Per realizzare il diamante sono necessarie massimo 500 grammi di ceneri (un corpo ne produce da due a tre chili).
Le ceneri sono spedite ad un laboratorio dove sono sottoposte ad una pressurizzazione 80.000 volte superiore a quella atmosferica, poi il diamante verrà tagliato a seconda delle richieste. In pratica entro una quindicina di settimane vi recapiteranno i resti del caro estinto sotto la forma di un diamante sintetico personalizzato. Blu, giallo o rosso è la scelta dei colori. Il peso attualmente varia da 0,24 a 1,3 carati. I responsabili LifeGem fanno sapere che i loro gioielli hanno la stessa qualità di quelli che si acquistano da Tiffany, quindi se qualcuno vi invita sulla Fifth Avenue da Tiffany, potete cominciare a guardarlo con sospetto Sorriso. I prezzi dipendono dalla caratura e possono arrivare a più di 20.000 dollari per pietre rosse di un carato incastonate in montature di platino (l’intero prezzario è disponibile online). In tre anni la LifeGem ha realizzato circa 1.000 diamanti. 

1 commento:

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM