saluto


martedì 25 ottobre 2011

Alchimista dilettante


Paul Moran, 30 anni, residente a  Enniskillen nell’Irlanda del nord è stato condannato a tre mesi di reclusione e ad un anno di libertà vigilata perché …  è  un genio incompreso. :-)
Paul, completamente ubriaco, voleva trasformare la cacca in oro ma ha causato un danno di 3000 sterline. Il genio incompreso aveva messo le sue feci mischiate a del fertilizzante a cuocere su un fornello elettrico. Addormentatosi si era svegliato mentre il garage, dove stava compiendo l'esperimento, andava a fuoco. Ai pompieri ha spiegato che stava usando del fertilizzante. Davanti al giudice, ha dichiarato di essere consapevole del pericolo arrecato agli altri condomini e si è giustificato dicendo di aver alzato troppo il gomito quella sera
.
Sentita al telegiornale:-)
 **** 
Senza rischiare incendi c'è chi è riuscito nell'impresa
 “Merda d'artista” è il titolo di un'opera dell'artista italiano Piero Manzoni. 
Il 21 maggio 1961 l'autore mise le proprie feci in 90 barattoli e li pose in vendita ad un prezzo pari all'equivalente in oro del loro peso (circa30 grammi). La “Merda d’artista” più costosa è quella della lattina numero 018 venduta in asta Sotheby’s a Milano, il 22 maggio 2007, per 120.000 € 

4 commenti:

  1. ciao Enri
    vedo che hai adottato i modelli dinamici!
    Non so se stavi cambiando qualcosa nel tuo blog stamani,ma non sono riuscita a collegarmi con I Pad...

    Questo signore...sarebbe meglio che eviti gli alcoolici!

    RispondiElimina
  2. Sto facendo delle prove e non so risponderti:-)
    Mi piacciono ma non ho ancora capito se funzionano questi modelli

    RispondiElimina
  3. Il signor Piero Manzoni ha dato la dimostrazione a tutti di quanto a volte conti piu' l'idea che l'opera ..prendendo anche in giro il mercato dell'arte!!!!Mia mamma lavorava in una galleria d'arte e mi raccontava sempre di come un loro amico che non sapeva disegnare,aveva trovato il critico giusto che l'aveva lanciato a livello mondiale facendolo esporre nei piu' importanti musei e facendolo diventare uno dei piu' famosi esponenti della transavanguardia!E' proprio vero, nella vita ci vuole molto c...o!Non come quel poveretto di Van Gogh,incompreso per tutta la sua vita ed apprezzato dopo la morte!
    Enri, i tuoi post li trovo molto interessanti!
    Cri.

    RispondiElimina
  4. Hai ragione. Mi fa ricordare la storiella di quel pittore che avrebbe voluto smettere di dipingere perché si era reso conto di essere negato. Però era tardi per smettere poiché nel frattempo era diventato famoso. Ci sono stati anche critici che non conoscendo l'autore, hanno classificato bellissimi "quadri" fatti da scimmie o elefanti.

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM