saluto

sabato 7 aprile 2012

La leggenda degli ulivi


La leggenda degli ulivi 
Quando Gesù si recava a pregare nel Getsemani, gli ulivi erano alberi diritti e robusti, apprezzati anche dai falegnami che usavano il loro legno per creare vari oggetti di uso domestico.
Quando Gesù fu arrestato e processato, in breve si sparse la voce che sarebbe stato condannato alla crocifissione. I soldati furono incaricati di procurare il legno necessario per costruire la croce e pensarono di utilizzare un ulivo. Sentendo queste parole, questi alberi maestosi e saggi, provarono dolore e vergogna e si contorsero torturati da una forza interiore.
Quando i soldati arrivarono nell’orto degli ulivi, si resero conto con rabbia che questi alberi erano inservibili, così cercarono un altro tipo di albero per costruire la croce.
Da allora la pianta dell’ulivo è contorta.


Ps.  Questa leggenda ricorda quella del "faggio di S. Francesco"

12 commenti:

  1. Non conoscevo questa leggenda.

    Serena e Santa Pasqua a te e famiglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho conosciuta grazie ad un'email che mi hanno mandato.
      Buona giornata cara Gianna, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  2. Emozionante leggenda!
    Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  3. Certe storie, vere o finte che siano, emozionano, soprattutto in certi momenti. Auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti l'ho messa perchè legata al periodo pasquale.
      Ciao Roscio benvenuto fra i miei lettori.
      enrico

      Elimina
  4. Buongiorno caro Enrico, sperò che avevi sereni giorni di pasqua, noi eraviamo via con il camper e abbiamo avuto una pasqua sereno in tutti sensi, ti auguro una bella giornata e ti abbraccio con amore Pif

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rebecca, anche io ho trascorso bene queste festività con i miei famigliari. Spero che siate stati fortunati anche con il tempo
      Buona giornata, un abbraccio.
      enrico

      Elimina
  5. Lo sai Caro Enrico Che questa letzende non La sapevo per niente.
    Grazie di averla condivisa.
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. Ciao caro Tomaso spero ti sia piaciuta.
    Buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
  7. Molto bella questa leggenda, anch'io nel mio blog ho pubblicato una leggenda molto simile..
    Un saluto
    Lucia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucia peccato che non posso leggere il tuo blog.
      Buona serata
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM