saluto


domenica 23 settembre 2012

"Macchina di Santa Rosa" portata in processione


Macchina di Santa Rosa 
Ogni anno, la sera del 3 settembre, a Viterbo si rievoca la traslazione della salma mummificata di Santa Rosa dall'allora Chiesa di Santa Maria in Poggio a quello che oggi è il Santuario di Santa Rosa, l’avvenimento risale all’anno 1258. Un gruppo composto di un centinaio di uomini (Facchini di S. Rosa) trasporta a braccia lungo un percorso di 1200 metri, che si snoda fra le vie lasciate al buio del paese, la statua della santa che è posta sulla cima di una struttura alta quasi 30 metri, e pesante una cinquantina di quintali, detta “ Macchina di S Rosa”.
Ogni 5 anni, ma il periodo può essere prorogato, il comune indice un appalto per la costruzione di una nuova macchina. Oggi per realizzare la struttura si utilizzano anche fibre e leghe leggere, le luci sono per la maggior parte a fiamma viva ma se ne utilizzano molte elettriche.

13 commenti:

  1. Che fustacchioni devono essere i portatori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Per l’ammissione al ruolo di Facchino, così come recita lo Statuto del Sodalizio, è necessario sostenere la cosiddetta “Prova di Portata“ . Tale prova consiste nel portare sulle spalle una cassa del peso di 150 Kg. per un tragitto di circa 90 metri, percorrendo per tre volte un percorso ellittico disegnato sul pavimento della ex Chiesa della Pace."
      Notizia copiata dal sito ufficiale dei Facchini di Santa Rosa.
      Ciao Adriano buona giornata
      enrico

      Elimina
  2. Che manifestazioni gigantesche, sicuro che quei fustacchioni si prepareranno tutto l'anno. Ciao caro Enrico buon inizio della settimana.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo proprio che si allenino molto perché per essere ammessi al ruolo di Facchino di Santa Rosa la prova è dura. Vedi la risposta che ho dato ad Adriano.
      Ciao caro Tomaso buona giornata
      enrico

      Elimina
  3. Incredibile...non ne sapevo nulla, Enri.

    RispondiElimina
  4. Molto suggestiva quell'enorme "macchina" portata a spalle lungo un percorso tutto al buio e che è illuminato dal suo passaggio.
    Buona giornata Gianna un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  5. Ciao Enrico, ho letto il tuo commento da me, e anche la storia della tua gatta Paperina, mi ha fatto piangere.. almeno con te aveva una bella vita ti abbraccio Pif

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pif dovevo far capire a quella gattina che non tutti gli esseri umani sono cattivi.
      Buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  6. Nel tuo blog si scoprono sempre cose nuove.
    Saluti a presto.

    PS
    Grazie per gli auguri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cavaliere, a me piace leggere il tuo blog perché non è monotematico.
      Ciao buona giornata e rinnovo le felicitazioni a te e a tua moglie e una radiosa vita ricca di felicità al nuovo nato.
      enrico

      Elimina
  7. Nel nostro Paese ci sono delle manifestazioni veramente spettacolari.
    Ciao Lucia buona giornata un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM