saluto


mercoledì 24 ottobre 2012

La commovente storia di un papà e la sua piccola


Il papà e la sua piccola.
Bablu Jatav è un trentottenne guidatore di risciò di Bharatpur, nord del Rajasthan.
Un mese fa la moglie Shanti è morta di parto ed è rimasto da solo ad accudire la sua bimba, con 500 rupie da pagare ogni mese per la casa (poco più di sette euro) e 30 ogni giorno, per il risciò.  Disperato per la morte della moglie e orgoglioso di essere padre, è tornato subito al lavoro portando con se la sua bimba avvolta in un telo appeso al collo. Per la piccola vivere in quelle condizioni non era certo la soluzione migliore ed è finita in ospedale disidratata, con l’anemia e la polmonite. Quando la BBC ha diffuso la notizia è scattata una gara di solidarietà e alla redazione sono arrivate molte telefonate di donatori in prevalenza pakistani che offrivano aiuto. L’ospedale ha trasferito la bimba in un ospedale più attrezzato per garantirle le cure migliori, una banca ha offerto a Bablu un risciò e 200 dollari. Un tassista di San Francisco ha raccolto 300 dollari, un altro americano di origini indiane ha donato 100mila rupie (circa 1.800 dollari) per aiutare lui e la sua bimba.

Auguri Bablu buona fortuna a te e alla tua piccola

29 commenti:

  1. Veramente commovente questa storia cara Enrico.
    Certe cose che succedono nel mondo molto spesso sono ignorate! nessuno può fare qualcosa.
    Buona giornata caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è sconvolgente vedere questa immagine, un uomo che fa un lavoro durissimo, tenendo in braccio una neonata.
      Ciao buona giornata caro Tomaso
      enrico

      Elimina
  2. Risposte
    1. La foto di quest'uomo che pedala con la sua creatura in braccio non la scorderò facilmente.
      Ciao Cavaliere buona giornata
      enrico

      Elimina
  3. peccato che questi gesti siano pochi ed isolati e che non si faccia nulla per farli venire alla ribalta!
    Lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È inconcepibile che per pochi euro, un nostro fratello sia costretto a portare con se una bimba di un mese di vita in giro sotto il sole mentre lui pedala.
      Ciao lucia buona giornata un abbraccio
      enrico

      Elimina
  4. Caro Enrico, per fortuna la solidarietà fa ancora presa in tante persone.
    Questi bei gesti andrebbero pubblicizzati molto di più, come hai fatto tu.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come l'ha pubblicizzato la BBC avrebbero dovuto farlo ovunque. Capisco che in India c'è molta povertà, ma questo è un bell'esempio di amore ed una denuncia di quelle istituzioni che, in ogni parte del mondo, non sono presenti quando servono.
      Ciao Gianna buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  5. Ciao Enrico questo papà merita gli auguri
    ma anche tanti elogi
    buona serata
    Tiziano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino il suo stato d'animo. Lui e sua moglie avevano desiderato per quindici anni un figlio, ora che era arrivato la sua compagna muore durante il parto e lui resta solo e senza aiuti.
      Ciao Tiziano buona giornata
      enrico

      Elimina
  6. Che triste questa storia, ora mi domando ma quanta gente vive in le stesse condizioni di cui non sappiamo proprio niente... questo sono momenti in cui mi sento cosi impotente.. incapace a cambiare le cose per fare migliorare la vita di noi tutti... perchè siamo tutti fratelli e sorelle siamo una grande famiglia.. e cose come questi non dovrebbano esistere, se noi tutti ci daiamo una mano... Pif

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra veramente impossibile che nessuna istituzione abbia aiutato prima un uomo rimasto solo con una neonata e lui abbia dovuto portarla con se mentre pedala sudato sotto il sole trasportando persone sul suo risciò. Se la notizia non fosse stata resa nota dalla BBC avrei dubitato.
      Ciao Pif buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  7. Ciao Enrico provo da giorni lasiare un commento da te ma non lo so perche non funziona ne con il WP e nemmeno con mio profilo goggle.. questa storia qui ha molto toccato il mio cuore.. peccatto che ci sono casi cosi.. e noi tutti siamo ancora lontano dalla vera fratellanza ti abbraccio Rebecca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo tutti i tuoi commenti finiscono sempre nella cartella spam, la cosa strana è che succede solo con i tuoi. Ho scritto redazione di Blogger spero mi dicano cosa fare.
      Buona giornata un saluto affettuoso ed un abbraccio
      enrico

      Elimina
  8. L'ho letto solo oggi il tuo post, ma non riesco a smettere di piangere.
    Che cavolo di mondo!!
    Chi festeggia a caviale e champagne e chi trasporta uomini con una creaturina in una mano.
    Neanche la solidarietà riesce a farmi sorridere.
    La madre che c'è in me è furiosa.
    Ciao Enrico, a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo è uno stato d'animo che condivido. Se guardiamo oltre alla drammaticità dell'evento, è sconvolgente vedere anche quali sono le cifre che hanno costretto in questa situazione quel papà che vive in un paese povero ma in forte sviluppo.
      Ciao Keiko buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  9. ^_^ grazie di pubblicare notizie come queste! scalda il cuore, constatare che il mondo non e' solo cattiveria., ma grande solidarieta'!! grazie! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La solidarietà esiste ma un essere umano non dovrebbe mai ritrovarsi solo in quelle condizioni.
      Ciao Annastella buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  10. Io sono strafelice quando sento di eventi come questo in cui la solidarietà umana si muove e viene in aiuto!

    Ciao, buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono felice quando vedo che non c'è indifferenza verso i problemi delle persone. Ciò che mi infastidisce è la mancanza delle istituzioni in una situazione come questa, come hanno potuto lasciarlo solo con una neonata?
      Ciao Sirio buona giornata
      enrico

      Elimina
  11. Quell'uomo che per trasportare due uomini, pedala tenendo in braccio una neonata non può lasciare indifferenti.
    Ciao Gabe buona giornata.
    enrico

    RispondiElimina
  12. Una delle vivende umane più toccanti di cui abbia letto negli ultimi anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È successo anche a me e a moltissime persone in ogni parte del mondo.
      Ciao Adriano buona giornata
      enrico

      Elimina
  13. Hahahahah Enrico ecco ora capisco dove sono finiti i mei commenti ovviamente ora aspetto finchè tu lo inserisci... PIF FA SPAM questo e simpatico... scusa se ho riempito la tua pagina con tutti questi messaggi :-D ora vedo se passa subito nel post se non non lo ripetto e aspetto che tu lo inserisci... uso da oggi in poi mio account google lo ho fatto per te ... ti abbraccio Pif

    RispondiElimina
  14. Mi hanno detto che la cosa dovrebbe sistemarsi automaticamente dal momento che io continuo a dire che i tuoi post non sono spam. Grazie per l'account ora ti vedo in foto:-)
    Ora posso anche eliminare qualche messaggio doppio.
    Ciao carissima Pif un abbraccio in amicizia.
    enrico

    RispondiElimina
  15. Risposte
    1. Intanto ora ho imparato a guardare la cartella spam :-)
      Ci sono anche dei post, alcuni vecchi, di un americano che chissà come ci è rimasto male visto che scrive, non vede i suoi commenti, e nessuno gli risponde :-(
      Buona domenica Pif un abbraccio
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM