saluto


giovedì 4 ottobre 2012

La vera storia del lupo Lobo


Lobo
Lobo era un grosso lupo che visse vicino il ranch Currumpaw in New Mexico. Durante il 1890 Lobo e il suo branco iniziarono ad assalire gli animali al pascolo. I mandriani provarono a sterminare il branco usando bocconi avvelenati, ma i lupi non li mangiavano. Anche con le battute di caccia e le trappole non ottennero ciò che volevano. Posero quindi una taglia di mille dollari per l'uccisione di Lobo. Ernest Thompson Seton fu tentato dalla taglia e accettò la sfida. Pose cinque esche avvelenate nella zona frequentata dal branco, il giorno successivo le esche erano sparite. Seton era convinto che avrebbe trovato il lupo morto, ma rinvenne tutte le esche ammucchiate in un unico posto e pensò fosse stato lobo a farlo. Pose allora delle trappole nel territorio di Lobo, ma quando andò a controllarle si accorse, guardando le impronte a terra, che Lobo le aveva fatte scattare tutte una ad una. Una sera Seton vide che Lobo aveva una compagna, la chiamò Blanca perché alla luce della luna il suo pelo sembrava argentato. Decise di catturare Blanca che cadde in trappola, la lupa ululava chiamando il suo compagno che rispondeva al suo richiamo. Seton squarciò la povera Blanca e con il suo corpo mascherò numerose trappole. Nonostante il pericolo, Lobo seguì l'odore di Blanca fino alla casa di Seton dove era stato portato il corpo della sua compagna, dopo pochi giorni cadde in trappola e fu incatenato. Il giorno dopo il lupo era morto.
La storia di Lobo commosse molte persone e in parte contribuì alla nascita dei movimenti conservazionisti. Anche Seton cambiò completamente il suo atteggiamento verso i lupi e fino alla sua morte, avvenuta nel 1946, difese il lupo, un animale che fino a quel momento era demonizzato.
In Wild Animals I Have Known (1899), Seton narra la storia di Lobo, scrive che dopo la morte di Blanca gli ululati di Lobo avevano un’inconfondibile nota di tristezza, il suo non era più il sonoro ululato di sfida, ma un lungo e lamentoso pianto. “….Il mio più sincero desiderio è diventato l'imprimere nelle persone, che ogni creatura selvatica conserva in essa una preziosa eredità, che non abbiamo il diritto di distruggere o rendere irraggiungibile ai nostri figli."
  La pelliccia di Lobo è conservata presso il museo Ernest Thompson Seton Memorial, nel ranch Philmont Scout Ranch, vicino Cimarron, in New Mexico.

Gli sciocchi che credono di aver ammazzato Lobo, non hanno capito che ad ucciderlo è stato l’amore per la sua compagna.

12 commenti:

  1. Risposte
    1. Io amo troppo gli animali per rimanere insensibile.
      Ciao Adriana buona giornata un abbraccio.
      enrico

      Elimina
  2. Cara Enrico una storia molto triste che purtroppo sicuramente è vera.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, Ernest Thompson Seton non era uno sconosciuto e l'uccisione di Lobo cambiò completamente il suo rapporto con i lupi. Contribuì anche alla fondazione dei Boy Scouts of America.
      Ciao caro Tomaso buona giornata
      enrico

      Elimina
  3. Che tenera storia, Enrico.
    E che bell'amore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli animali sanno sempre stupirci.
      Ciao Gianna buona giornata, un abbraccio.
      enrico

      Elimina
  4. L'avevo sentita da qualche parte.
    Che triste
    Avrebbero potuto correre felici e selvaggi al chiarore della luna.
    Quelle taglole sono oscene.
    Ciao, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno fatto anche un film su questa storia. La didascalia sotto le foto dice che le ha scattate Seton. Immagino la sofferenza di quelle povere bestie immobilizzate dalle tagliole.
      Buona giornata Keiko, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  5. Anche i lupi anno qualcosa da insegnarci,
    buona serata
    Tiziano.

    RispondiElimina
  6. Se solo l'uomo volesse ascoltare credo, che ogni animale potrebbe insegnarci qualche cosa.
    Ciao Tiziano buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
  7. Buongiorno Enrico, bellissimo post, partiamo fra un paio di ore con il camper per il Weekend, e cosi ti saluto, abbi sereni giorni di felicità, con sincera amicizia Rebecca .. torno lunedì ;-)

    RispondiElimina
  8. Buon weekend divertitevi un amichevole abbraccio
    enrico

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM