saluto


domenica 24 febbraio 2013

Lettera di un anziano padre al figlio


Probabilmente è già stata pubblicata mille volte, ma a chi non la conoscesse, consiglio la lettura.

Lettera di un anziano padre al figlio
Se un giorno mi vedrai vecchio: se mi sporco quando mangio e non riesco a vestirmi... abbi pazienza, ricorda il tempo che ho trascorso ad insegnartelo. Se quando parlo con te, ripeto sempre le stesse cose, non m’interrompere... ascoltami, quando eri piccolo, dovevo raccontarti ogni sera la stessa storia finché non ti addormentavi. Quando non voglio lavarmi non biasimarmi e non farmi vergognare... ricordati quando dovevo correrti dietro inventando delle scuse perché non volevi fare il bagno. Quando vedi la mia ignoranza per le nuove tecnologie, dammi il tempo necessario e non guardarmi con quel sorrisetto ironico, ho avuto tutta la pazienza per insegnarti l'abc; quando a un certo punto non riesco a ricordare o perdo il filo del discorso... dammi il tempo necessario per ricordare e se non ci riesco non t’innervosire: la cosa più importante non è quello che dico ma il mio bisogno di essere con te e averti lì che mi ascolti. Quando le mie gambe stanche non mi consentono di tenere il tuo passo, non trattarmi come fossi un peso, vieni verso di me con le tue mani forti, nello stesso modo con cui io l'ho fatto con te quando muovevi i tuoi primi passi. Quando dico che vorrei essere morto... non arrabbiarti, un giorno comprenderai che cosa mi spinge a dirlo. Cerca di capire che alla mia età non si vive, si sopravvive. Un giorno scoprirai che nonostante i miei errori ho sempre voluto il meglio per te che ho tentato di spianarti la strada. Dammi un po' del tuo tempo, dammi un po' della tua pazienza, dammi una spalla su cui poggiare la testa allo stesso modo in cui io l'ho fatto per te. Aiutami a camminare, aiutami a finire i miei giorni con amore e pazienza in cambio io ti darò un sorriso e l'immenso amore che ho sempre avuto per te. 
Ti amo figlio mio.

16 commenti:

  1. Caro Enrico, la ho già letta parecchie volte!!!
    Ogni volta è una emozione sempre più forte!!!
    Grazie caro amico di averla pubblicata.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che questa lettera riuscirà sempre ad emozionare. Buona giornata caro Tomaso
      enrico

      Elimina
  2. Risposte
    1. Arriva dritta al cuore
      Felice giornata Gianna, buon compleanno
      Un abbraccio
      enrico

      Elimina
  3. l'ho letta già,ma ogni volta mi commuove
    buona settimana Enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginavo che l'avessero già letta quasi tutti ma è veramente commovente.
      Buona giornata Gabe, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  4. sempre un emozione rileggerla in tutta la sua verità...buon inizio settimana enrico ...un'abbraccio

    RispondiElimina
  5. Chi ha ancora i genitori dovrebbe avere queste parole incise nel cuore e incorniciare la lettera per non scordarle mai.
    Buona giornata Barbara ti abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  6. Conoscevo questa lettera, ma è sempre bene leggerla e rileggerla ancora... dobbiamo avere rispetto per le persone che si sono prese cura di noi, ricambiando tutto, con lo stesso amore e devozione.
    Un abbraccio Enrico, e buona settimana

    RispondiElimina
  7. Qualche volta c'è chi dimentica, si ricordano dei propri genitori quando ormai è troppo tardi.
    Ciao Betty buona settimana, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  8. Bellissima lettera,non la conoscevo!Mandi dal Friuli,Olga.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io la prima volta che ho letto questa lettera ho sentito un brivido lungo la schiena.
      Ciao Olga buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  9. Un testo che giustamente ammonisce!

    RispondiElimina
  10. Solo con il trascorrere degli anni ci si accorge di quanto siano vere queste parole.
    Ciao Adriano buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
  11. Quante verità in questa commovente lettera di un anziano padre....sono mamma e nonna di ragazzi già grandi e mi ritrovo molto in queste parole.
    A volte succede che "tento" di ricordare episodi di guerra e mio figlio esordisce..."Sarà meglio che prenda l'elmetto e mi avvii verso il rifugio antiaereo..." Puo' darsi che abbia già raccontato altre volte quell'episodio...ma...
    Ciao buonanotte
    Bruna

    RispondiElimina
  12. Ti capisco. Purtroppo capita che si comprenda troppo tardi cosa significhi invecchiare. Questa lettera dovrebbe essere conservata perché dice sacrosante verità.
    Buona giornata Diana Bruna.
    enrico

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM