saluto

martedì 24 settembre 2013

Gino Bartali è stato dichiarato ‘Giusto tra le nazioni’.


Bartali "Giusto tra i giusti".
Tel Aviv, 23 settembre 2013 
Yad Vashem, l'Ente Nazionale per la Memoria della Shoah, ha Il compito di documentare e tramandare la Storia del Popolo Ebraico durante l'occupazione tedesca. Yad Vashem ricorda anche coloro che rischiarano la loro vita per salvare gli ebrei. Queste persone sono riconosciute ”Giusto tra le nazioni”.
Yad Vashem riconosce l’impegno di Bartali a favore degli ebrei perseguitati in Italia durante il fascismo  e dichiara Bartali “Giusto tra le nazioni”. 
L’Ente così ricorda Bartali 
"Un cattolico devoto, nel corso dell’occupazione tedesca in Italia ha fatto parte di una rete di salvataggio i cui leader sono stati il rabbino di Firenze Nathan Cassuto e l’Arcivescovo della città cardinale Elia Angelo Dalla Costa. Questa rete ebraico-cristiana, messa in piedi a seguito dell’occupazione tedesca e all’avvio della deportazione degli ebrei, ha salvato centinaia di ebrei locali ed ebrei rifugiati dai territori prima sotto controllo italiano, principalmente in Francia e Yugoslavia. Bartali ha agito come corriere della rete, nascondendo falsi documenti e carte nella sua bicicletta e trasportandoli attraverso le città, tutto con la scusa che si stava allenando. Pur a conoscenza dei rischi che la sua vita correva per aiutare gli ebrei, Bartali ha trasferito falsi documenti a vari contatti e tra questi il rabbino Cassuto".

12 commenti:

  1. Quanto bene ha fatto e ... in silenzio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È giusto valorizzare il ricordo di queste persone.
      Buona giornata Gianna, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  2. Credo che dopo essere stato un campione nello sport sia stato anche un campione di umanità...
    Il grande Gino Bartali continua ad emozionarci tutti.
    Grazie caro Enrico di questo grandioso post, buona giornata amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli erano tempi difficili e oggi tutti sappiamo che si è concretamente impegnato per aiutare il prossimo.
      Buona giornata caro Tomaso, buona giornata
      enrico

      Elimina
  3. Senza ombra d dubbio un grade uomo e un grande campione!
    A presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I veri campioni sono quelli che come lui sono stati anche campioni di umanità.
      buona giornata Enrico
      enrico

      Elimina
  4. Questa proprio non la sapevo ed hanno anche dimenticato di dirlo in un documentario francese che ho visto qualche mese fa. Grazie Enrico per questa bella notizia che dovrebbe fare storia. Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La proclamazione ufficiale è stata fatta solo l'altro giorno.
      Buona giornata Elio
      enrico

      Elimina
  5. Ciao Enrico, avevo visto il film qualche anno fa, sicuramente un uomo di valore in tutti i sensi.
    Un abbraccio e buonanotte :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film non l'ho visto e non conoscevo questa storia. Dalla foto che ho messo del post noto che in Italia la targa l'anno messa nel 2008. Giusto il riconoscimento per una storia poco nota.
      Buona giornata Betty, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  6. Ciao a tutti. Consiglio a tutti di leggere Gino Bartali, mio papà scritto da Andrea Bartali edizioni Limina.
    Un libro carico di emozioni che a me personalmente ha lasciato davvero moltissimo. In questo libro si parla ampiamente anche delle varie staffette che il nostro Gino nazionale ha fatto anche di notte in quanto essendo uno sportivo poteva circolare anche durante il coprifuoco. Come avete già detto in parecchi un campione sportivo ma soprattutto di umanità.

    RispondiElimina
  7. Cristina ti ringrazio per la segnalazione. È sempre interessante leggere la storia di persone che hanno saputo rendersi concretamente utili alla società.
    Buona giornata, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM