saluto


mercoledì 19 febbraio 2014

I ponti del Canal Grande di Venezia


Il precedente post sui ponti del Canal Grande ha destato interesse (oltre 1000 visualizzazioni in poco tempo) perciò completo l'argomento

Ponte dei sospiri
Il ponte dei Sospiri costruito in stile barocco agli inizi del 1600,  fu progettato dall'architetto Antonio Contin. Il ponte è lungo 11 metri e collega con un doppio corridoio chiuso e coperto, il Palazzo Ducale alle Prigioni Nuove. Il ponte serviva, infatti, per il  passaggio dei reclusi dalle prigioni agli uffici degli Inquisitori di Stato. Nella prima foto si vede in primo piano il ponte della Paglia.
Secondo una leggenda i prigionieri, attraversandolo, sospiravano davanti alla prospettiva di vedere per l'ultima volta il mondo esterno, ma dall'interno del ponte la visuale verso l'esterno è molto scarsa. Invece è probabile s’intendesse l'ultimo respiro nel mondo libero dei condannati. Giacomo Casanova fu il più celebre dei condannati che attraversarono questo ponte.

********


Ponte dell'accademia
Curiosa la storia del Ponte dell’Accademia progettato da Eugenio Mozzi, fu costruito in soli 37 giorni nel 1933. Questo ponte provvisorio costruito in legno, lungo 48 metri fu realizzato per sostituire il precedente “Ponte della Carità “ progettato da Neville che presentava problemi di staticità. Per costruire il nuovo ponte fu indetto un concorso che fu vinto dal progetto degli architetti Torres e Briazza. La stranezza è che il ponte in pietra non fu mai realizzato e il ponte provvisorio non è stato mai sostituito. Nel 1986 hanno inserito nel ponte degli archi metallici per rinforzare la struttura che comunque richiede una continua e costosa manutenzione per sostituire le parti in legno. 

> Ponte di Rialto <
> Ponte della costituzione (Calatrava)<
> Foto di Venezia

13 commenti:

  1. Ciao Enrico, proprio in questi guiorni ne abbiamo pensato a visitare Venezia, entrambe c'è anche il carnevale... ma credo per visitare Venezia e meglio andare quando ci sono pocca gente.. e quando tutto è un pò abbandonato da turismo... caro abbi una serena giornata tvb Pif

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pif tu e Gianni sapete benissimo che nel periodo di carnevale Venezia è impraticabile. Dovreste avere un camper anfibio almeno potreste muovervi sul canale :-))
      Il primo marzo è il capodanno dei veneti e Gianni potrebbe sfruttare l'occasione per festeggiare.
      Buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  2. Caro Enrico, quanto mi fanno sognare le tue foto!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai giramondo chissà quante volte sei stato a Venezia. Buona giornata Tomaso
      enrico

      Elimina
  3. Quante notizie che non sapevo Enry... certo è che per mantenerle tutte nella mia testolina smemorata devo fare cura doppia di vitamina B12, ultimamente sono un po' carente ahahhahaa!!
    A parte gli scherzi... grazie per i tuoi post istruttivi :-)
    Un abbraccio, ciao, buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come funziona la tua memoria non lo so ma a giudicare dalle foto hai una gran bella testolina alla quale non manca proprio nulla :-)
      Dolce notte un abbraccio sogni d'oro
      enrico

      Elimina
  4. bellissimi i ponti,con la tua spiegazione si apprezzano anche di più
    buna serata, Enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono solo curiosità ma alcune le ho trovate simpatiche. Buon fine settimana Gabe un abbraccio enrico

      Elimina
  5. Bella rappresentazione di Venezia...

    Forse ti è sfuggito questo post, Enri:

    http://stella-ilbeneinnoi.blogspot.it/2014/02/invito-e-indovinello.html

    Abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Gianna era il periodo in cui già non leggevo più assiduamente i blog degli amici. Grazie della citazione. Ho letto che le tue mani ora stanno meglio e mi fa piacere. Buon fine settimana un abbraccio
      enrico

      Elimina
  6. Molto belli questi ponti, ma quello di Calatrava stona con l'ambiente circostante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quest’opera ha sempre dato motivo di discussioni, sia per i costi, dia perché molti non la considerano in sintonia con il contesto architettonico di Venezia. Come non bastasse hanno detto che per disabili e donne incinte il ponte risultava impraticabile, per rimediare hanno dovuto realizzare una costosissima ovovia che scorre lungo il ponte. Buon fine settimana Vincenzo
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM