saluto

lunedì 10 marzo 2014

Tecnologia nazista? Die Glocke "The Bell"


Die Glocke "The Bell" è quasi una leggenda. 
A che punto erano arrivati i nazisti in campo tecnologico? 
In tutta questa storia il condizionale è d'obbligo.
Dagli archivi segreti dell’ex Unione Sovietica e da quelli dei servizi segreti statunitensi, sono recentemente emersi dossier relativi a un presunto indecifrabile esperimento degli scienziati nazisti.
Nel 2000 il giornalista e storico militare  polacco Igor Witkowski pubblicò  il libro "Prawda O Wunderwaffe" nel quale si parla di un’ipotetica arma segreta  di natura sconosciuta, studiata dai nazisti nei laboratori del complesso Riese situato nelle miniere Wenceslaus. Sopra la miniera dove avvenivano tali esperimenti c’erano delle strutture in cemento armato.
Il presunto esperimento chiamato Die Glocke riguardava un’arma legata forse all’energia nucleare o all’antigravità, o serviva forse come sistema di propulsione per i segretissimi UFO nazisti?
Die Glocke era un’enorme campana di metallo con un diametro di 3,10 metri e un’altezza di 4,95 metri, all'interno c'erano due cilindri di piombo, che ruotavano in direzioni opposte, contenenti una sostanza sconosciuta denominata “Xerum 525” che pare fosse in grado di emettere una gran quantità di radiazioni e generare un campo magnetico. Per fare funzionare l’apparato occorreva una grande quantità di energia elettrica. Sembra che durante i primi esperimenti alcuni scienziati, gli animali e le piante usati come cavie morirono decomponendosi in una sostanza gelatinosa o cristallina. Molti i morti anche fra i prigionieri dei lager utilizzati per ripulire il laboratorio dopo ogni esperimento. Secondo l'autore americano Joseph P. Farrell, morirono 60 lavoratori e diversi animali durante questa sperimentazione, forse intossicati o a causa di radiazioni. 
Alla fine della guerra, si dice che le persone coinvolte negli esperimenti furono eliminate.
*****
La storia su tecnologie avanzate o addirittura di origine extraterrestre, è indecifrabile quanto il presunto incidente occorso nel 1947 in USA, 100 km a nord-ovest di Roswell, dove qualcuno disse che furono recuperati i resti di un velivolo alieno che era precipitato e fu trovato anche il corpo di un extraterrestre poi portato nell'area51. Il controverso filmato dell’autopsia del presunto alieno è stato mostrato più volte in TV, molti dicono sia un falso. Per gli appassionati di ufologia tutte le innovazioni tecnologiche attuali, sviluppatesi a ritmi incalzanti in pochi decenni, si devono agli studi compiuti sui resti di quel presunto UFO.


14 commenti:

  1. Caro Enrico, è interessante sentire tutto questo, per fortuna quei progetti non si sono realizzati, la storia avrebbe cambiato corso!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo visto quanti morti e che distruzioni ha causato quel conflitto. Già i tedeschi avevano i missili con i quali scaricavano tonnellate di bombe, figuriamoci se avessero avuto magari l’atomica, che fra parentesi gli americani non hanno esitato ad utilizzare.
      Buona giornata caro Tomaso.
      enrico

      Elimina
  2. Ma tu pensa!
    Molto interessante e anche un po' da brividi.
    Buona giornata!
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra una storia ambientata nel laboratorio dello “scienziato pazzo”. :-)
      Buona giornata Cristiana un abbraccio
      enrico

      Elimina
  3. Ciao Enrico, le armi nucleari mi fanno troppa paura... cerco di non pensarci...
    Il filmato dell'alieno l'avevo visto anni fa, non so se sia vero, comunque io credo ci siano altre vite, sarebbe egoistico pensare che ci esistiamo solo noi.
    Interessante post grazie
    Un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io penso che sia probabile che esistano altre forme di vita nello spazio. Sono però convinto che sia molto difficile poterci incontrare sia per le distanze sia per il grado di tecnologia raggiunto da entrambe le civiltà, magari una è ancora all’età della pietra o è già estinta e l’altra è supertecnologica. Certo con il teletrasporto tipo “Star Trek” sarebbe tutto più semplice, io nel dubbio continuo ad indossare la tuta spaziale. :-)
      Buona giornata Betty un abbraccio
      enrico

      Elimina
    2. Ahahahah... Enrico, dovrei provvedere anch'io a tenerne una di scorta nel mio armadio, non si sa mai, meglio essere previdenti come te :-)
      Un abbraccio e buona giornata

      Elimina
    3. Betty aspetta i prossimi saldi quelle passate di moda le trovi a poche decine di € :-)
      Buona giornata un abbraccio
      enrico

      Elimina
  4. Armi segrete?

    E chi lo sapeva?

    Interessante il tuo post.

    Ti abbraccio, Enri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gianna sicuramente anche in questo momento nel mondo si stanno studiando nuove armi per sterminare gente inerme. Lo si scopre solo quando si vedono in azione la prima volta.
      C’era una vecchia canzone che diceva: ”Mettete dei fiori nei vostri cannoni”…. Che bello se si avverasse.
      Buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  5. Con la tecnologia super avanzata dei nostri giorni c'è sicuramente qualcosa di molto preoccupante, già costruito, noi non riusciamo neanche ad immaginarne la portata.
    Come sempre lo scopriremo quando avranno seminato qualche vittima magari per ora nascosta.
    Vorrei che tutto ciò cambiasse, speriamo in bene.
    Interessantissimo post, grazie Enrico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se le risorse spese per potenziare gli armamenti fossero impiegate per sfamare le popolazioni indigenti potremmo vivere in un mondo migliore.
      Buona giornata Pia un abbraccio
      enrico

      Elimina
    2. Buon fine settimana un abbraccio
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM