saluto


venerdì 8 agosto 2014

Kagu - uccello della Nuova Caledonia


Il kagu (Rhynochetos jubatus) è un uccello endemico della Nuova Caledonia, il suo habitat sono le foreste sulle montagne. Praticamente inabile al volo il kagu vive a terra, ha le dimensioni di un pollo, è di colore grigio tendente al bianco, le ali aperte mostrano chiazze di nero, non sono ridotte ma non hanno la muscolatura adatta per il volo. Le zampe sono lunghe di colore arancione. Sulla testa ha una cresta molto appariscente di piume. Non c'è un marcato dimorfismo sessuale. Uccello carnivoro si nutre di insetti  larve lucertole eccetera. La razza è monogama, costruisce un rudimentale nido a terra dove posa un singolo uovo e l’incubazione dura 33-37 giorni.
Questo raro volatile è uno dei simboli della Nuova Caledonia ed è severamente protetto. Il kagu  è considerato una specie minacciata poiché nel suo territorio con l’uomo sono arrivati cani, gatti, ratti per i quali è facile predare un uccello che fa il nido a terra e non vola.



6 commenti:

  1. Come mi piacerebbe fare un giro da quelle parti a vedere le tante meraviglie del mondo animale e naturale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Costantino ci sono ancora posti in cui la natura ha il sopravvento sull’uomo ma se continuiamo a distruggere resterà ben poco per le generazioni future.
      Buone vacanze
      enrico

      Elimina
  2. Ormai si sa, se continua così perderemo tanta fauna e flora senza neanche avere l'opportunità di conoscerne ogni singolo elemento.
    Grazie per la tua descrizione di un animale del quale non avevo mai sentito parlare e che è bellissimo.
    Abbracci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo soffocati dalla cementificazione selvaggia, stiamo distruggendo a ritmi vertiginosi le foreste. Penso che tutti vorremmo lasciare un po’ di verde alle generazioni future, ma intanto l’habitat di molte specie è già stato distrutto. Buone vacanze Pia un abbraccio.
      enrico

      Elimina
  3. Ha un ciuffetto simpatico e i piccoli sono dolcissimi; certo che noi uomini dovunque arriviamo facciamo danni!
    Un abbraccio Enrico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi umani non abbiamo ancora capito che il pianeta Terra è un ecosistema molto delicato. Spesso interventi apparentemente insignificanti, nel lungo periodo possono creare danni enormi.
      Felici vacanze Sciarada un abbraccio
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM