saluto


sabato 6 settembre 2014

Babbuino Gelada (Theropithecus gelada)


Il babbuino Gelada Theropithecus Gelada
I Gelada sono scimmie terricole che non sono mai state viste sugli alberi. Questi animali, specie endemica dell'Etiopia, non sono in realtà veri  babbuini, caratteristica inconfondibile di questa specie sono le zone di pelle glabra orlate di piccole escrescenze carnose simili a perle che hanno sul petto. Una chiazza, a forma di mezzaluna, si estende in senso trasversale sotto la gola; e altre due chiazze, di forma triangolare, ornano il petto. Il dimorfismo sessuale è marcato, il maschio possiede una folta criniera che arriva a toccare il petto e una piccola parte della schiena. I canini dei maschi sono molto lunghi, mentre nelle femmine sono normali. Le femmine hanno due soli capezzoli molto vicini. La coda è lunga con un ciuffo di peli all'estremità. La pelle della faccia  è color marrone scuro, le palpebre sono bianche. Il peso medio per un maschio adulto è di circa 20 chilogrammi, e per la femmina è tra 13 e 16 kg. La dieta è onnivora, la durata media della vita in libertà è 19 anni. Le unità familiari sono composte di un maschio e 3-6 femmine, queste unità aggregandosi con altre possono formare grandi gruppi, è stato visto un branco formato da 670 Gelada. Di notte per proteggersi dai predatori i Gelada vanno a dormire nelle gole di montagna accovacciati sulle rocce quasi inaccessibili a strapiombo sui precipizi.
La specie anche se non è a rischio comincia a vedere scomparire il suo habitat inghiottito dall’agricoltura, gli indigeni li cacciano per le criniere dei maschi che sono usate nelle cerimonie tradizionali.

12 commenti:

  1. Grazie caro Enrico, ecco una cosa che ignoravo che esistessero due tipi diversi di Babbuini.
    Ciao e buon fine settimana caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, anche io questa specie di scimmie l’ho vista per la prima volta in questi giorni.
      Buona domenica
      enrico

      Elimina
  2. Una bella pagina che ci aiuta ad essere più vicini alla nostra bella natura. Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La natura è ancora in grado di riservarci molte sorprese nonostante la presenza di noi umani che la maltrattiamo ogni giorno.
      Buona domenica Cettina un abbraccio
      enrico

      Elimina
  3. Purtroppo conosciamo poco il mondo fantastico degli animali, io per primo
    ciao Enrico buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà quante specie di animali la presenza umana è riuscita a far sparire prima ancora di averle scoperte.
      Buona domenica Tiziano
      enrico

      Elimina
  4. Sono qui grazie alla gentile condivisione di Cettina e debbo dire che le sorprese non finiscono mai.
    Chissà quante chicche ci nasconde ancora questo pianeta (non nostro ma in prestito)!
    Stupore, sana curiosità e rispetto ci accompagnino sempre.
    Ciao Enrico.
    Vittorino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente se rispettassimo l'ambiente in cui viviamo avremmo conosciuto specie che in questi decenni si sono già estinte e anche noi umani vivremmo meglio.
      Buona giornata Vittorino
      enrico

      Elimina
  5. Le barbarie umane hanno portato all'estinzione molte specie.
    Serena domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di alcune specie che forse non abbiamo mai visto, scopriremo l'esistenza fra qualche anno quando ne troveremo casualmente i resti.
      Buona giornata Vincenzo
      enrico

      Elimina
  6. Peccato ke i babbuini siano, in particolare, tra i primati + aggressivi & bellicosi, anke con l'uomo...
    ma riflettendoci sù, probabilmente hanno tutte le ragioni di NON amarci!!
    Ciao Enri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutti gli animali hanno imparato per esperienze dirette o acquisite che devono difendersi dall’uomo se vogliono sopravvivere.
      Buona giornata Fiore un abbraccio
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM