saluto

martedì 20 gennaio 2015

Barbarinetta e la statua del Cristo Redentore.

Patibolo piazza Vetra (immagine Web)

Barbarinetta e la statua del Cristo Redentore.
Il Verziere di largo Augusto (il nome deriva da "Verziere" o "Verzée") era il luogo dove aveva sede l’antico mercato ortofrutticolo di Milano. Oggi questa è una zona esclusiva, a due passi da piazza del Duomo, ma in passato era malfamata. Piazzale della Vetra, in modo particolare, era considerata un luogo infestato da presenze demoniache e da streghe. Secondo la leggenda per liberare la zona dalle presenze nefaste fu innalzata un'elaborata colonna in granito. Secondo gli storici, invece, la colonna fu fatta erigere da Carlo Borromeo nel 1580 come ex-voto per la fine della pestilenza del 1576. La costruzione crollò per ben due volte e fu terminata quasi cento anni dopo il suo inizio nel 1673, quando sulla sommità fu posta la statua del Cristo Redentore, scolpita da Giuseppe e Gian Battista Vismara su disegno di Francesco Maria Richini. Nel corso del Settecento la statua fu smontata per alcuni lavori di restauro e quando la ricollocarono sulla colonna, gli operai ne cambiarono involontariamente l’orientamento, il Cristo che originariamente guardava verso via Verziere si ritrovò girato un po’ più verso l’attuale via Durini.
Nel 1858, la colonna fu smontata perché pericolante e due anni più tardi  dopo il restauro fu rinominata  "Colonna della Vittoria" e divenne il primo monumento alle Cinque Giornate di Milano. Sulle targhe in bronzo che si trovano sul basamento sono incisi  i nomi di 354 cittadini caduti per la libertà.

La leggenda:
Una mattina i passanti notarono che il Redentore si era “girato”e fantasticando, collegarono l’avvenimento ad un fatto di cronaca riguardante una ragazza di nome Barbarinetta che abitava in questa zona. La ragazza stava rincasando con il padre, quando furono aggrediti da un gruppo di delinquenti che rapinarono e uccisero il padre e sequestrarono lei per violentarla. Richiamato dalle urla della ragazza intervenne un giovane che la salvò. Barbarinetta s’innamorò di quel giovane e lasciato il fidanzato andò a vivere con lui che ricambiò il suo amore. Il suo salvatore però era un delinquente ricercato e un giorno fu catturato e condannato al patibolo. L’esecuzione avvenne alla Vetra e la ragazza che vedeva tutto dal ballatoio della sua casa, non resse allo strazio e si lanciò nel vuoto per morire con lui. Nello stesso istante il Cristo sulla colonna sentendo il suo urlo straziante si girò. 
Ecco come la fantasia popolare spiegò il mistero del Cristo girato.

24 commenti:

  1. Cara Enrico, grazie di questo bellissimo post e poi le belle foto che ci hai fatto vedere.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso ti ringrazio per l’apprezzamento.
      Buona giornata
      enrico

      Elimina
  2. Caro Enrico ho letto con interesse il tuo post ed ho conosciuto delle notizie sulla storia di Milano poco note. Molto interessanti anche le foto. Ti auguro una buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cettina ti ringrazio per il commento e ti auguro una buona giornata.
      enrico

      Elimina
  3. Interessante post, Enrico, grazie per queste info.

    Un caro saluto,
    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina sono io che ti ringrazio per il tuo intervento.
      Buona giornata.
      Un abbraccio
      enrico

      Elimina
  4. Ciao Enrico. Vivo a Milano da molti anni ma non conoscevo la storia. E poiché da quelle parti ci passo spesso, da oggi in poi farò più attenzione.
    Grazie per il bel post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mariella qualche volta mi capita di passare dal “Parco delle basiliche” ma non si vedono più volare le streghe :-)
      Soprattutto non c’è più il patibolo e nemmeno la “Colonna infame” di Manzoniana memoria demolita nel 1778. La lapide è conservata al Castello Sforzesco.
      Buona giornata un abbraccio
      enrico

      Elimina
  5. Risposte
    1. Grazie Gianna ti abbraccio.
      Buona giornata
      enrico

      Elimina
  6. Una storia che non conoscevo. Sicuramente interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piazzale Vetra (La Vetra era un piccolo e maleodorante corso d’acqua che attraversava la zona) era un luogo veramente malfamato nel ‘700. Famoso il racconto del Manzoni che ricorda il supplizio e l’uccisione degli untori svoltosi in questi luoghi.
      Buona giornata Costantino
      enrico

      Elimina
  7. Ciao Enrico passo per augurarti un lieto fine settimana.
    Tiziano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tiziano felice fine settimana.
      enrico

      Elimina
  8. Bellisimas pubblicazioni che pubblicano sul tuo blog, con grande proiezione artistica, così siamo congratulati.

    I Segore avanti.

    Enhorabuen e saluti da Gran Canaria Isole -Canary (Spagna).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrés Sánchez Soto ti ringrazio per il tuo lusinghiero commento e per esserti unito ai miei followers.
      Buon fine settimana
      enrico

      Elimina
  9. Tutto interessante ed in modo particolare la leggenda. Oggi, con tutto quello che succede, il crocefisso diventerebbe una trottola. Ciao e buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elio, effettivamente se la statua si girasse di scatto ogni volta che si leva un grido di dolore, ora di sera avrebbe le vertigini. :-)
      Buon fine settimana
      enrico

      Elimina
  10. Post molto interessante... Grazie per questo tour tra arte e leggenda.
    Buon weekend Enrico!

    RispondiElimina
  11. Ciao Lucia grazie per il commento, felice fine settimana.
    Un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  12. Ooooohhh!!!
    Molto istruttivo e molto belle queste foto storiche.
    Sono d'accordo con Elio riguardo la trottola. ;)))
    Baciiii...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualche volta mi diverto a cercare in rete immagini che mi permettano di confrontare il presente con il passato.
      Buona giornata Pia
      Ti abbraccio
      enrico

      Elimina
  13. ::: (\_(\
    *: (=’ :’) :*
    •.. (,(”)(”)¤°.¸¸.•´¯`»Un fiore, un sorriso, e tantissime benedizioni!
    ✿◕‿◕✿ ❀◕‿◕❀ ❁◕‿◕❁ ✾◕‿◕✾
    (> " " <) (> " " <)
    ( =’o'= ) ( =’o'= )
    -(,,)-(,,)- (,,)-(,,)-… Un flor, una sonrisa, y tantas bendiciones!
    (> " " <) (> " " <) (> " " <)
    ( =’o'= ) ( =’o'= ) ( =’o'= )
    -(,,)-(,,)- -(,,)-(,,)–(,,)-(,,)-….
    ___________$$$$$$$$
    ___$$$$$$$__$$$$$$__$$$$$$
    __$$$$$$$$$_$$$$$_$$$$$$$$
    ___$$$$$$$$$_$$$$$_$$$$$$$
    ____$$$$$$$$_$$$$_$$$$$$$
    ________$$$$$_$$$_$$$$$
    _$$$$$$$$$_$(O)(O)$_$$$$$$$$$
    $$$$$$$$$$$(O)(O)(O)$$$$$$$$$$
    $$$$$$$$$$$_(O)(O)_$$$$$$$$$$$
    _$$$$$$$$$_$$$$_$$_$$$$$$$$$
    _________$$$$$_$$$_$$$$$
    _____$$$$$$$$_$$$$_$$$$$$$
    ____$$$$$$$$$_$$$$$_$$$$$$$
    ___$$$$$$$$$_$$$$$_$$$$$$$$
    ____$$$$$$$__$$$$$$__$$$$$
    _____________$$$$$$__$$
    ______$$$$$__$$$$$__$$
    _____$$$$$$$_______$$
    ___$$$$$$$$$$$_____$$
    _____$$$$$$$$$____$$
    ________$$$$$$$__$$
    __________$$$$$_$$
    ___________$$$$$$
    ____________$$$$
    _____________$$
    ____________$$____$$$$$$$
    ___________$$___$$$$$$$$$
    ___________$$___$$$$$$$
    ___________$$_$$$$$$
    ___________$$_$$$$$
    ___________$$$$$$
    ___________$$$$
    ____$$$$____$$$____$$$$
    __$$$$$$$$$_$$_$$$$$$$$$
    _$$$$$$$$$$$_$$$$$$$$$$$$
    _$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$
    __$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$
    ____$$$$$$$$$$$$$$$$$$$
    ______$$$$$$$$$$$$$$$
    ________$$$$$$$$$$$
    _________$$$$$$$$$
    __________$$$$$$$
    ____________$$$$♥♥Luce nel cuore
    ♥ ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mirta buona giornata un abbraccio
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM