saluto

https://amici-in-allegria.blogspot.it/

martedì 8 dicembre 2015

Giubileo straordinario della Misericordia


L’apertura  della Porta Aurea nell'atrio della basilica di San Pietro sancisce l’inizio del “Giubileo straordinario della Misericordia”. È l'inizio di un viatico di compassione che ha avuto il suo prologo in Africa nel recentissimo viaggio di Papa Francesco.
Il rito di apertura dell'Anno Santo passa attraverso i tre colpi di martello che il pontefice batte contro il muro che sigilla la porta murata della Basilica che viene aperta solo in occasione di un Giubileo. È dal 1499 che il rito prevede quei tre colpi a cui segue la demolizione del muro. Un tempo il muro era esterno e toccava al Pontefice iniziare la demolizione, nel lato interno il muro era coperto da una porta di legno. La porta era tolta prima dell’abbattimento del muro e rimessa per la chiusura notturna della Basilica. Dal 1975  i mattoni sono stati sistemati solo dietro la Porta per  una decisione di Paolo VI. L’ultima porta di legno, inaugurata da Papa Benedetto XIV nel 1748 fu sostituita, il 24 dicembre 1949 da una porta di bronzo benedetta da Papa Pio XII subito dopo l’apertura della Porta Santa.
La prima Porta Santa si trova nella Basilica di Collemaggio a L’Aquila dove ogni anno c’è il rito de “La Perdonanza”. 
All'interno del muro, quando viene richiusa la Porta, è murata una cassetta con le monete e la pergamena che ne certifica la sigillatura. La cassetta recuperata questa volta contiene il documento firmato da Giovanni Paolo II nel 2000 e le monete relative.
Attraversando la Porta Santa si ottiene l’Indulgenza Plenaria.

19 commenti:

  1. Sì Enrico ho assistito in TV alla cerimonia.
    Molto bella e semplice, come piace a me.
    Bellissimo!
    Grazie e felice giorno, ciao.

    RispondiElimina
  2. Anche io ho visto l'atto finale della cerimonia.
    Ciao Pia felice giornata un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  3. Hai descritto molti interessanti particolari caro Enrico, ho assistito anch’io all’apertura della cerimonia, ed è stato emozionante.
    Di solito il Giubileo si celebra ogni 25 anni se non mi sbaglio…
    Io penso che l’apertura di questo straordinario Anno Santo, sia stato deciso da Papa, soprattutto per la violenza che sta dilagando nel mondo, ma in modo particolare per il brutto che vien fuori da figure che rappresentano la Chiesa stessa.
    Possa essere l’inizio di un pentimento sincero per molti.
    Un abbraccio Enrico e buona festa dell’Immacolata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Betty il mondo è scosso da guerre, attentati e scandali di vario genere, corruzione ed egoismo albergano anche nella chiesa.
      Questo giubileo straordinario forse vuol essere un richiamo ad un comportamento che apra il cuore all’amore verso chi soffre.
      Sembra che all’inizio il giubileo dovesse essere fatto ogni 100 anni, poi scesi a 50 quindi a 33. Ora siamo a 25.
      Felice giornata
      Un abbraccio
      enrico

      Elimina
  4. Caro Enrico, anch'io stamattina ho assistito in diretta alla messa del papa e all'apertura della Santa Porta.

    Commovente l'incontro dei due papi.

    Mettiamoci in cammino per diffondere la misericordia.

    Abbraccio e buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho visto la fase finale quando il Papa ha dovuto spingere la porta per aprirla. Poiché il muro era già stato abbattuto prima, è risultata una cerimonia semplice. Speriamo che questo sentimento di compassione per le infelicità altrui ci aiuti a trovare pace amore serenità.
      Ciao cara Gianna felice giornata.
      Un abbraccio
      Enrico

      Elimina
  5. Quello che non capisco è perché murare la port. Vorrei conoscere il significato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ambra mi sono posto la stessa domanda, ho cercato una risposta in rete ma io non l’ho trovata.
      Forse dovremmo scrivere a Papa Francesco.
      Ho provato anche a tradurre con google la frase pronunciata alla chiusura della porta, ma non mi ha aiutato a capire il simbolismo della muratura.
      “.Christus heri et hodie, principium et finis; Ipse aperit, et nemo claudit; claudit, et nemo aperit. Ipsi gloria et imperium per infinita sæcula sæculorum “.
      Sappiamo che le traduzioni di Google sono a rischio ma questo è il risultato:
      Cristo è lo stesso ieri, oggi, il principio e la fine; Lui che apre e nessuno chiude; chiude e nessuno apre. A lui la gloria e potenza, nei secoli dei secoli infinita
      Felice giornata
      Un abbraccio
      enrico

      Elimina
  6. Sempre molto istruttivi i tuoi post. Il primo Giubileo che io ricordi è quello di Paolo VI. Le immagini in bianco e nero del Papa che batte sulla porta me le ricordo ancora oggi...
    Un abbraccio Enrico e grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariella io avrei voluto capire il simbolismo della cerimonia ma mi sono rimasti moltissimi dubbi sul significato di alcuni passaggi.
      Felice giornata
      Un abbraccio
      enrico

      Elimina
  7. Caro Enrico, questo è un post che ci fa sperare che tante cose possono cambiare, e che ci avvicina sempre di più a quella fede che si allontana.
    Ciao e buona giornata caro amico, Tomaso è di nuovo tra tutti voi.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro amico è bello sapere che stai meglio e ricominci a frequentare i blog. Certo gli scandali e la corruzione rischiano di allontanare dalla Chiesa anche i credenti praticanti.
      Ciao Tomaso, felice giornata
      enrico

      Elimina
  8. Ciao Enrico
    La ringrazio molto per questo molto bel post.
    Saluti.
    Lucia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Łucja ti ringrazio per il commento.
      Felice giornata
      Un abbraccio
      Auguri per il tuoo prossimo onomastico
      enrico

      Elimina
  9. Papa Francesco mi è molto simpatico.... ti abbraccio caro Enrico ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sull'umiltà e la simpatia di questo Papa credo che nessuno possa dire nulla.
      Ciao cara Rebecca
      Ti abbraccio ♥
      enrico
      enrico

      Elimina
  10. Sinceramente la TV avrebbe dovuto evitare di inquadrare i due valletti che tiravano la porta all'interno, ma tutto sommato dimostra che questo Papa è semplice e naturale. Spero che la cricca Bertone non stia agendo sottobanco. Ciao Enrico e, per cominciare, tanti auguri di buone feste natalizie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La porta era senza dubbio pesante si è visto che faticava. Il gesto simbolico dell'apertura non è una prova di forza. Ci mancava solo che avesse dovuto abbattere lui il muro:-)
      Anche nella chiesa ci sono molte cose da riformare penso che tutti auguriamo a questo Papa di riuscire a far pulizia.
      Buone feste Elio
      enrico

      Elimina
  11. Non ho visto in tv la cerimonia, bello il post e anche a me piace un sacco questo papa! Certo su di lui ne scrivono di ogni genere e chi ne parla male non fa che rendermelo ancora piu' simpatico!

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM