saluto


domenica 20 dicembre 2015

Natale l'usanza dei regali

L’usanza dei regali
Racconta la leggenda che nella città dove si trovava il vescovo Nicola, un padre, non avendo i soldi per costituire la dote alle sue tre figlie e farle così sposare convenientemente, avesse deciso di mandarle a prostituirsi. Nicola, venuto a conoscenza della cosa, lasciò di nascosto tre sacchetti di monete d'oro nella casa delle ragazze, che ebbero quindi la dote per sposarsi salvando al tempo stesso la loro purezza.
La festa di S. Nicola cade in Occidente il 6 dicembre ed era questo in alcune nazioni, Olanda, Belgio, Lussemburgo... e qualche regione italiana, il giorno dei doni. E' solo a partire dalla fine della prima guerra mondiale che ha avuto inizio il processo di unificazione del “giorno del dono” con lo spostamento al 25 dicembre. Nel 1920, l'artista Fred Mizen disegnò per un grande magazzino, un Babbo Natale che beveva una Coca-Cola in mezzo alla folla. Fu però Haddon Sundblom che nel 1931 creò per la Coca Cola il corpulento sorridente e barbuto Babbo Natale vestito di rosso con i bordi di pelliccia bianca e gli stivali. Questa è l'immagine alla quale ci siamo abituati ed  è quella della campagna pubblicitaria dell'epoca.

22 commenti:

  1. Caro Enrico, bello il tuo racconto, parlando sempre di regali io credo che oggi si esageri un po, il vero regalo è la promessa di essere più buoni!!!
    Ciao e buona domenica caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è una novità che il Natale stia diventando sempre di più una corsa frenetica ai regali.
      Ciao caro Tomaso, buona serata
      enrico

      Elimina
  2. Questa non la sapevo proprio! Quindi siamo stati tutti fagocitati dalla Coca Cola? Non ci posso credere. Ma siamo sicuri? Hai una fonte sicura?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le versioni del Babbo Natale MODERNO derivano principalmente dalla rappresentazione del vescovo San Nicola. Nel 1920, l'artista Fred Mizen disegnò per un grande magazzino, un Babbo Natale che beveva una Coca-Cola in mezzo alla folla; si era già usato un personaggio simile nel 1915 per pubblicizzare un’acqua minerale. Haddon Sundblom nel 1931 creò per la Coca Cola il corpulento sorridente e barbuto Babbo Natale vestito di rosso con i bordi di pelliccia bianca e gli stivali, così come viene rappresentato ancora oggi.
      Ciao Ambra, felice serata
      Un abbraccio
      enrico

      Elimina
  3. Nel nord dell'Europa si festeggia ancora oggi San Nicola e quindi penso che il tuo post abbia un fondamento serio. Ma mi chiedo, forse Babbo Natale è diventato così grosso bevendo la Coca Cola ? (vedera la differenza della linea corporea tra il disegno con il costume verde e quello con la bibita in mano. (hihihi). Buon Natale e felice anno nuovo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggo che il Babbo Natale disegnato nel 1920 aveva un fisico"normale" ed un aspetto un po' severo. Forse dal 1920 al 1931 ha esagerato con la bibita gassata. :-))
      Ciao Elio felici feste a te e ai tuoi cari
      enrico

      Elimina
  4. Ciao Enrico mi hai fatto sorridere sai perche'?Perche' mi ricordo che anni fa la Coca cola infatti aveva delle pubblicita' natalizie suggestivissime, sicuramente ricorderai e ricorderanno anche altri quei cori di ragazzi con la candelina , tutti messi da formare un abete, insomma mejo ancora del Ba ba ba ba Bauli!Diciamo che mi entravano talmente ste pubblicita' che solo a sentirle pensavo al natale!

    Hanno convinto anche Babbo Natale a quanto pare! E vuoi vedere che Elio,ci ha preso, era molto piu' in forma il Babbo in precedenza!!!

    Ciao a presto !!!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rita sai che non me le ricordo? :-)
      ♪ ♫ ♪ ♫ Vorrei cantare insieme a voi in magica armonia auguri Coca Cola e poi un coro in compagnia. Canta insieme a noi ...♪ ♫ ♪ ♫
      Con tutta questa pubblicità gratuita la ditta dovrebbe omaggiarmi una confezione della bibita.:-))
      Felice serata.
      Un abbraccio

      Elimina
    2. Fra l'altro il medico dice che bevuta in piccole dosi fa bene allo stomaco!
      Non scherzo è vero eh!
      Insomma se passano di qua e ci leggono te ne mandano un casino che non te liberi piu'!:))))

      Elimina
  5. Conoscevo la leggenda di San Nicola, ma della coca cola ricordavo solo la pubblicità.

    Abbraccio, Enri.

    RispondiElimina
  6. Gianna San Nicola è esistito veramente, se poi la leggenda è vera o meno è difficile dirlo. Babbo Natale... è tutta un'altra storia :-)
    Felice serata
    Un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  7. Scusa Enrico se non mi attengo strettamente al commento del tuo post.
    Mi sono riscritta , ma non compaio negli avatar..perchè ?
    Ho provato la prima volta e mi dava la schermata come fossi già dentro..Ho controllato poi gli avatar , ma non ci sono e si mi aggiungo il numero resta immutato...
    Santa Klaus pensaci tu!!!!!
    Un bacio enorme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono Enrico ..guarda bene ..ho cliccato ancora parecchie volte e all'inizio mancavo , ma poi mi sono vista...Urrah! Il numero rimane però sempre 118!

      Elimina
    2. Nella se io accedo all'elenco completo come gestore del sito vedo il tuo Avatar, se lo clicco mi dice “404. Questo è un errore.” se invece clicco il link del blog quello funziona. Se mi limito a guardare gli avatar come un lettore normale cliccando “altro”certe volte ti vedo altre no. È un casino e questo a mio avviso significa che forse è solo un inconveniente di blogger e forse stanno lavorandoci. Pazienta un paio di giorni forse i tecnici risolvono il guaio.
      Dolce notte un abbraccio
      enrico

      Elimina
  8. Un racconto storico interessante che sinceramente non conoscevo. Buona serata :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Farfalla grazie per il commento, buona serata un abbraccio
      enrico

      Elimina
  9. Grazie sempre per averci proposto curiosità interessanti...
    Un abbraccio Enrico a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca grazie per la tua visita al blog.
      Felice serata
      Un abbraccio
      enrico

      Elimina
  10. querido amigo Feliz Navidad un abrazo de esperanza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nonna grazie per gli auguri che ricambio di cuore. Felice Natale e gioioso Anno Nuovo.
      Un abbraccio
      enrico

      Elimina
  11. effettivamente quando i ero bambini parecchi anni fa i doni li portava san nicola, babbo natale lo scopri quando i miei si trasferirono a Milano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi ci sono ancora località che festeggiano Santa Lucia, non so se ci sono luoghi in cui in Italia dove i doni li porta San Nicola
      Ciao Carmine.
      Buone feste
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM