saluto

lunedì 29 febbraio 2016

Casa museo Bagatti Valsecchi -Milano-


Museo Bagatti Valsecchi - via Gesù 5 (trasversale di via Montenapoleone) Milano 
Il Museo Bagatti Valsecchi è una casa realizzata da due fratelli: i baroni Fausto e Giuseppe Bagatti Valsecchi.  A partire dal 1880, alla morte della loro madre, i due fratelli si impegnarono in prima persona nel restyling del palazzo di famiglia e parallelamente iniziarono a collezionare una grande varietà di arredi. Si possono ammirare: la sala Bevilacqua, la camera del letto Valtellinese, il vestibolo, la stanza da bagno con la vasca in marmo che  in realtà è una doccia, la sala della stufa Valtellinese, la camera rossa e la camera verde, il salone, la sala da pranzo, l’armeria...
 Ricche le collezioni di ceramiche, vetri, dipinti, avori, oreficerie, tutti riconducibili al Rinascimento per creare una dimora ispirata alle abitazioni del Cinquecento lombardo.
Dopo la morte di Fausto e di Giuseppe, casa Bagatti Valsecchi continuò a essere abitata dai loro eredi sino al 1974 quando il settantenne Pasino, uno dei figli di Giuseppe, decise di costituire la Fondazione Bagatti Valsecchi, alla quale donò il patrimonio delle opere d’arte raccolto dai suoi avi. Parallelamente, il Palazzo fu trasferito alla Regione Lombardia con la clausola che gli allestimenti storici del piano nobile fossero conservati nella loro integrità. 
Dal 1994 il Museo Bagatti Valsecchi è aperto al pubblico.




>MILANO<clik

10 commenti:

  1. Caro Enrico, un grazie di averci fatto partecipi ha queste belle foto!!!
    Ciao e buona giornata caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao caro Tomaso io trovo sia interessante visitare queste antiche abitazioni trasformate in musei.
      Buona serata
      enrico

      Elimina
  2. Affascinante...
    Anche qui nella mia città vengono periodicamente organizzati i "tour delle dimore storiche", una chicca da non perdere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bergamo, specialmente la parte alta, è un vero scrigno di bellezze. Peccato che spesso ci andavo solo per visitare gli zii e vedevo poco della città.
      Ciao Sontyna, buona serata.
      Un abbraccio
      enrico

      Elimina
  3. Che meraviglia Enrico, mi ha colpito molto anche la via...
    Un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Betty io credo che in questa casa sia tutto interessante, varrebbe la pena visitarla anche solo per ammirare i soffitti delle stanze. :-)
      Felice serata
      Un abbraccio
      enrico

      Elimina
  4. Ciao Enrico!Che dire: queste dimore ti acchiappano in un'atmosfera particolare, sono meravigliose!Ti riportano indietro nel tempo, ad immagini viste nei film con trame avventurose e romantiche!Forse cose vissute dai nostri antenati e riportate alla memoria inconsapevolmente!Interessante ora poterla visitare questa bellssima casa!
    Quanto che non sapevo di Milano! Abbraccione a presto!

    RispondiElimina
  5. Il bello di queste dimore è proprio quello di farci fare un viaggio a ritroso nel tempo per mostrarci capolavori che sono stati raccolti con amore da persone che amavano l’arte.
    Con i miei post vorrei semplicemente segnalare i luoghi meno noti della mia città senza entrare troppo nei particolari perché non voglio fare un blog monotematico.
    Felice giornata Rita
    Un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  6. quando passo ci vedo pochi turisti è un peccato perchè è bellissima, grazie per averne parlato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche questo museo, come molte altre bellezze di Milano, è poco pubblicizzato.
      Buon fine settima Carmine
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM