saluto


mercoledì 4 maggio 2016

Albero delle salsicce - Sausage Tree-


Albero delle salsicce 
Sausage Tree [Kigelia Africana]

La kigelia africana è un albero originario dell’Africa sub sahariana, può crescere fino a circa 20 metri di altezza è sempreverde nelle zone piovose altrove perde le foglie.
Questo albero è una manna per gli animali dell'Africa. I suoi bellissimi fiori rossi che pendono dai rami su lunghi steli, sono ricchi di nettare, sbocciano di notte e attirano i pipistrelli  della frutta, le nettarine, gli insetti. Quando i fiori cadono a terra, babbuini, impala, antilopi, maiali selvatici, ed alcuni uccelli accorrono per nutrirsene.
Il frutto della pianta simile ad una salsiccia gigante è una grande bacca con la polpa  fibrosa che contiene numerosi semi, può crescere per mesi, raggiungere il metro di lunghezza i 18 cm di larghezza e pesare fino a 10 kg. Facoceri, elefanti, giraffe, ippopotami,  porcospini si nutrono della polpa di questo frutto non commestibile per l’uomo che per consumarlo deve essiccarlo o arrostirlo, bollirlo o lasciarlo fermentare.
Ogni parte di questo albero che per alcune comunità è sacro, viene utilizzata. Con il legno che è di buona qualità si  fanno le canoe, la buccia del frutto è impiegata nel processo di fermentazione di un prodotto simile alla birra. Dalle radici si ricava un colorante.
Nella medicina tradizionale africana, il frutto dopo essere stato trattato è usato per curare reumatismi, morsi di serpente, sifilide e  anche in un certo numero di prodotti per la cura della pelle. In erboristeria trova impiego nei disturbi respiratori, gastrici e come antibatterico nella cura delle ferite.
Nell'Africa e anche nelle isole del Capo Verde le mamme preparavano con la polpa del frutto miscele utilizzate per far aumentare il volume del seno alle proprie figlie. Oggi il prodotto è commercializzato in molti composti rassodanti ed elasticizzanti per il viso, il seno e i ciapett. È in corso una ricerca sulle sue proprietà antibatteriche, anti-fungine e antitumorali.
 (Notizie apprese guardando un documentario e dalla Rete.)

8 commenti:

  1. Ecco caro Enrico, un post che fa scoprire cose nuove!!!
    Grazie caro amico che ci infermi di tante cose belle ma anche strane.
    Ciao e buona serata. Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è un albero veramente particolare, le bacche che produce sono enormi e anche se per l’uomo non sono commestibili sono comunque utili ed apprezzate dagli animali.
      Buona giornata caro Tomaso
      enrico

      Elimina
  2. ehehehe...i "ciapett" mi ha fatto proprio sorridere.
    Straordinario questo albero!...e i fiori sono davvero stupendi. Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mentre cercavo in Rete le caratteristiche del frutto ho letto che dal Senegal fino al Sud Africa i ragazzi e le ragazze adolescenti si massaggiano le parti interessate con un intruglio ricavato dal frutto. Se riportavo cosa vogliono sviluppare i ragazzi allora facevi proprio una grassa risata. :-)
      Ciao cara Sontyna
      Buona giornata un abbraccio
      enrico

      Elimina
  3. Accipicchia!!! Direi che questo albero vale più dell'oro!!
    Davvero interessante!
    Grazie Enrico, ti lascio un abbraccio e l'augurio di una dolce serata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel documentario è uno spettacolo vedere quanti sono gli animali che mangiano i fiori, i frutti, le foglie di questi rari alberi che svettano in una savana riarsa dalla siccità.
      Felice giornata cara Betty
      Un abbraccio
      enrico

      Elimina
  4. Bello giuro non lo avevo mai visto

    RispondiElimina
  5. Io non lo avevo mai sentito nemmeno nominare fino a quando non l'ho visto in un documentario.
    Ciao Carmine, buona serata
    enrico

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM