saluto


domenica 2 aprile 2017

Orso del sole


L'orso malese Helarctos malayanus chiamato anche orso del sole per la caratteristica macchia giallo-arancio a forma di ferro di cavallo sul petto, abita principalmente le foreste pluviali dell'Asia sudorientale. Misura 120 cm di lunghezza, è il più piccolo della famiglia degli orsi, ha una piccola coda di 3 cm e pesa in media circa 65 kg, per le sue dimensioni è chiamato anche orso cane. Il pelo è corto e lucido, ha orecchie piccole e arrotondate ed un muso corto. La lingua molto lunga è adatta per raccogliere gli insetti nelle fessure dei tronchi. L'orso malese non va in letargo. È un eccellente arrampicatore. I maschi sono leggermente più grandi delle femmine. In cattività possono vivere una trentina d'anni. La dieta  comprende frutta, bacche, germogli d’alberi di palma, radici, nidi di ape, uova, termiti, piccoli vertebrati, uccelli e persino noci di cocco. La gestazione è di circa 3 mesi, ma l'allattamento può durare anche 18 mesi. I cuccioli raggiungono la maturità sessuale dopo 3-4 anni. Animali prevalentemente notturni possono causare danni alle piantagioni di palme da cocco e cacao. Sono cacciati sia per i danni che provocano sia per impadronirsi della pelle e delle parti del suo corpo, usate nella medicina cinese (Anche lui come l'orso della luna è vittima di assurde credenze popolari). L'orso malese è una delle specie più a rischio del sud-est asiatico.

18 commenti:

  1. Cara Enrico, lo sai che non sapevo che questo orso esistesse d'avvero!!!
    Ciao e buona domenica caro amico con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso il mondo è pieno di animali poco noti, il guaio è che noi umani li stiamo sterminando. Buona settimana
      enrico

      Elimina
  2. Mi piace pensare a quell'allattamento di 18 mesi, animali si ma con tanta sensibilità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che la mia è una frase scontata, ma abbiamo molto da imparare dagli animali e da alcune tribù in cui si vedono donne che allattano anche cuccioli di animali rimasti orfani.
      Buona settimana Carmine.
      enrico

      Elimina
  3. Ciao
    non conoscevo quest'orso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se il cucciolo si comporta come un cane e ti da una “leccatina affettuosa”, con la lingua che si trova, ti fa il bagno. 
      Ciao Robby buona settimana, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  4. Speriamo che presto diventi specie protetta perché da quanto ho capito al momento non lo è.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando ci sono motivi economici esempio l’avorio o credenze popolari fasulle, tipo corno del rinoceronte, diventa difficile salvaguardare una specie e quest’orso è vittima anche della medicina tradizionale di quel paese.
      Ciao Daniele buona settimana
      enrico

      Elimina
  5. Che carino, sembra un cartone animato...
    Non lo conoscevo.

    Un abbraccio affettuoso, Enrico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Gianna … te lo presento: orso Helarctos questa è la mia amica Gianna. Gianna questo è l’orso lingua lunga malayanus.:-)
      Felice settimana, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  6. Grazie per queste informazioni, nella vita c'è sempre da sapere e imparare.
    Buona settimana
    Rackel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo quando trovo notizie su animali che non conosco, poi scopro che sono in pericolo o a rischio estinzione.
      Buona settimana Rakel, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  7. Ciao Enrico!
    La ringrazio molto per tutte le informazioni.
    Mi piace l'orso. Non l'ho mai visto.
    Baci e saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Łucja i cerbiatti che ci vai vedere nei tuoi post, sono più carini ma tutti i cuccioli sono belli.
      Felice giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  8. Ciao Enrico non conosceva questo tipo di orso, ma spero alla coscienza umana di prendersi cura dei nostri fratelli minori... ti abbraccio Rebecca �� bussi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le prime vittime dell’aumento della popolazione umana sono proprio gli animali che vedono ridurre o scomparire il loro habitat o sono addirittura sterminati.
      Buona giornata cara Rebecca, bussi
      enrico

      Elimina
  9. Ma che bello, non ne avevo mai sentito parlare! Povero piccolo speriamo che venga in qualche modo protetto dalla cattiveria e dall'ignoranza degli uomini.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando gli animali vengono in contatto con l’uomo, la loro esistenza diventa a rischio, se poi sono uccisi anche per credenze legate alla medicina tradizionale di quei luoghi, la loro specie rischia moltissimo.
      Buona giornata cara Antonella, un abbraccio
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM