saluto

https://amici-in-allegria.blogspot.it/

sabato 3 marzo 2018

World Wildlife Day 2018 felini predatori in pericolo

foto  web

Sabato 3 marzo l’ONU celebra la Giornata mondiale della fauna selvatica, di cui il WWF è partner internazionale. Questa giornata, serve per celebrare e aumentare la consapevolezza degli animali e delle piante selvatiche del mondo.  
Il tema di quest’anno è "Grandi felini: i predatori minacciati”.
La definizione estesa di grandi felini, comprende leoni, tigri, leopardi, giaguari, ghepardi, leopardi delle nevi, puma, leopardo nebuloso, sono circa quaranta le specie di felini che popolano quasi tutti i continenti, ma alcuni più di altri sono gravemente in pericolo.
Oggi questi predatori stanno affrontando varie minacce, perdita di habitat, conflitti con le persone, bracconaggio e commercio illegale. Ad esempio, le popolazioni di tigri sono crollate del 95% negli ultimi 100 anni, si stima siano rimaste solo 3900 tigri in tutta l'Asia. e le popolazioni di leoni africani sono diminuite del 40% in soli venti anni, Il giaguaro, il felino più grande del continente americano, ora vive in meno della metà del suo habitat storico. Il leopardo delle nevi è presente con poco più di 2.500 adulti riproduttivi in dodici paesi diversi dell’Asia centrale e meridionale. Forse vivono solo una decina di esemplari di lince in tutta Italia, provenienti in gran parte dalle più abbondanti popolazioni slovena e svizzera. Per il gatto selvatico, mancano censimenti esaustivi. 

17 commenti:

  1. Caro Enrico, il pericolo non è solo l'uomo ma anche il bizzarro tempo, che sta sconvolgendo la natura.
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il predatore più pericoloso continua ad essere l'uomo che per egoismo e per denaro calpesta e distrugge tutto e tutti.
      Ciao caro Tomaso buona domenica, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  2. Buona domenica caro Enrico 🌻

    La terra potrebbe essere un paradiso, noi siamo responsabile per i nostri fratelli gli animali.. in questi giorni del freddo ho visto un paio di donne con le pellicce quelli del ghepardo, non so se ancora oggi indossare una pelliccia sia un status simbol.. io lo trovo semplicemente disgustoso..😡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è da sperare che quelle pellicce fossero sintetiche. Mi ha stupito un articolo di giornale in cui si diceva di fare attenzione alle pellicce cinesi perché dicono che sono sintetiche e qualche volta invece sono fatte con pelli vere. Sembra quasi un paradosso. Felice domenica cara Rebecca, un abbraccio, bussi.
      enrico

      Elimina
    2. In Germania hanno sequestrati mi sembra a Novembre tanti oggetti cinesi che sono fatti con la pelliccia di animali, tipo quanti, capello porta chiavi, sciarpe ecc.. la maggior parte dei pellicce cinesi sono fatti dai pelli dai cani randagi..roba da pazzi😡

      Elimina
    3. Il commercio è una cosa strana. Quando erano di moda le pellicce vere, spiegavano come riconoscere quelle false, ora che vendono quelle sintetiche, dicono di fare attenzione perché ti rifilano quelle fatte con pelle vera.

      Elimina
    4. Nei giorni nostri sono sufficiente quelle sintetiche..

      Elimina
  3. Great animals.
    Human greed makes a lot of destruction in nature, it is sad.
    We should make natural-saving choices.

    I do not like animal leather clothing.
    I wear leather shoes.

    Happy in March!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L’ecosistema del pianeta è fragile ogni specie animale e vegetale sono a rischio se si spezzano gli equilibri naturali della natura.
      Felice mese di marzo, cara Liplatus un abbraccio
      enrico

      Elimina
  4. Io credo che gli animali vadano sempre protetti, sono nostri amici, dobbiamo prenderci cura di loro. Non ho mai voluto una pelliccia vera. Anni fa ne avevo una sintetica che era molto bella. Io ho un piccolo felino e gli voglio molto bene. Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi ama veramente gli animali non può accettare che siano uccisi splendidi animali, solo per vendere la loro pelliccia o le zanne, o il corno, o per mostrare orgoglioNE la povera bestia abbattuta.
      Felice mese di marzo cara Mirtillo, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  5. Pois esta é mais uma bela postagem, amigo Enrico, com o destaque dado pela ONU ao dia 3 de março, como o Dia Mundial da Vida Selvagem, uma data para ser lembrada todos os dias do ano, uma vez que os humanos predadores podem matar animais em via de extinção para engordar suas contas bancárias. Parabéns amigo pela postagem.
    Uma ótima semana.
    Grande abraço.
    Pedro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è che bastano poche persone insensibili, senza scrupoli, avide di denaro, per causare grossi danni a tutto l’ecosistema. Grazie per il commento caro Pedro
      Felice mese di marzo, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  6. Sempre meno spazi liberi, sempre meno spazi verdi chiaramente gli animali sono destinati a scomparire, non c'è una ricetta se non la tutela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il grosso guaio è che quando scompare una specie, mutano gli equilibri della natura e ne risente tutto l'ecosistema.
      Buona giornata Carmine.
      enrico

      Elimina
  7. Hay más en los zoológicos, que en la propia Natuturaleza.

    Besos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo è vero, alcune specie ormai sopravvivono imprigionate solo negli zoo.
      Ciao Antonia, buona giornata, un abbraccio, besos.
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM