saluto


mercoledì 2 marzo 2011

8 Marzo



La ricorrenza dell'8 marzo
Alcuni storici sostengono che possa risalire all'8 marzo del 1848, giorno in cui il re di Prussia, terrorizzato dai dimostranti inferociti, si affrettò a fare promesse (quasi tutte disattese) come quella di concedere il diritto di voto alle donne.
Altra ipotesi: l'8 marzo del 1908 l’incendio di una fabbrica di Washington Square, New York, provocò la morte di 129 operaie. Studi recenti sembrano dimostrare che questa storia sia in realtà un adattamento, fatto a fini propagandistici, Nella realtà l'incendio sarebbe avvenuto nel 1911, a New York, nella Triangle Shirtwaist Company. Le lavoratrici non erano in sciopero, ma erano state protagoniste di un’importante mobilitazione, durata quattro mesi, nel 1909. Le vittime, che non erano solo donne, furono oltre 140.
Un’altra versione fa riferimento allo sciopero, organizzato a New York nel marzo del 1857, durante il quale le donne che vi partecipavano furono brutalmente disperse dalla polizia.
E' documentato l'episodio del 23 febbraio 1917 a San Pietroburgo: un grande corteo di donne si formò quasi spontaneamente e sfilò per le strade della città. Erano madri, mogli e figlie delle migliaia di soldati impegnati nella prima guerra mondiale, che chiedevano la fine delle violenze, il ritorno dei loro uomini, la caduta della dittatura zarista.
- Nel 1917 in Russia si adottava ancora il calendario "Giuliano" che era sfalsato di tredici giorni rispetto al calendario "Gregoriano" perciò il 23 febbraio del vecchio calendario corrisponde all’attuale 8 marzo.-
In Italia la ricorrenza può essere datata all'8 marzo del 1945, quando un gruppo di donne appartenenti all'UDI (Unione donne italiane) si riunì a Roma per approvare un ordine del giorno mirato a: "... difendere il pane ai nostri figli, alle nostre famiglie e per difenderci dal freddo e dalla miseria... ".
 Sembra siano passati secoli da quando sono state pronunciate queste parole... ma quante cose ci sono ancora da fare!

1 commento:

  1. Quest'anno l'8 Marzo, Festa della Donna, sembra assumere 1 ulteriore significato, xkè la sua importanza pesa ancor + sui recenti fatti, scaturiti dalla vita privata del nostro Premier e ke hanno innescato i molti dibattiti & le manifestazioni pro-difesa del corpo femminile & contro la sua mercificazione !
    Quindi okkio maskietti... le streghe son tornateee, eh eh eh !!!
    Voglio ringraziarti x i complimenti ke mi hai lasciato in occasione dei miei rari momenti "creativi", bontà tua, xkè secondo me, le tue rime, son quasi meglio delle mie !!!
    Felice week-end & alla prox.

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM