saluto

lunedì 26 settembre 2016

In coda per fare pipì in un wc d'orato :-)

Questa notizia è vera ma mi fa ridere


  Al Guggenheim museum di New York la gente sta in fila per fare la pipì in un  wc rivestito d’oro a 18 carati, l'opera provocatoria intitolata “AMERICA” è del padovano Maurizio Cattelan.
Il wc istallato in uno dei bagni unisex del Guggenheim rimarrà nel museo finché qualche collezionista non deciderà di acquistarlo, ma intanto il pubblico partecipa al gioco e per la modica cifra di 15 dollari anziché 25$, può fare la pipì nel wc d'oro.(Notizia diffusa da quasi tutti i mezzi di comunicazione)
*******
15$ per fare la pipì con lo sconto? Per una cifra simile oltre al wc d’oro voglio la carta igienica nera perché è più chic, il nero va su tutto e poi quella bianca è troppo sporchevole :-). Voglio la riproduzione del Manneken Pis che fa pipìInfissa nelle pareti deve esserci una mensola con un super barattolo di “Merda d’artista” opera di Piero Manzoni, così mi faccio una cultura scatologica mentre faccio plin plin e il porta scopino deve essere d’oro a forma di cacca, non importa se non serve perché si può fare solo la pipì e il bagno viene pulito ogni quarto d’ora. Ovvio non deve mancare la musica. ;-)

venerdì 23 settembre 2016

Villa Melzi: Il parco più bello d'Italia edizione 2016


È andato al parco privato di Villa Melzi d'Eril gestito dalla famiglia Gallarati Scotti il premio per "Il Parco più bello d'Italia 2016. I giardini di villa Melzi che circondano su tre lati la residenza neoclassica progettata da G. Albertolli, si sviluppano lungo la riva del lago di Como e hanno conservato l’assetto paesaggistico conferito loro due secoli fa da L. Canonica e L. Villoresi. Sculture, un laghetto di ninfee, piante esotiche rare si alternano ad alberi secolari, gigantesche siepi di camelie, rododendri e azalee. Nell’interno del parco, la villa, una cappella gentilizia e la serra degli aranci oggi allestita a museo storico, sono una splendida espressione di stile neoclassico, e come tali dichiarati monumento nazionale.


mercoledì 21 settembre 2016

La passione di Paulo Coelho


La passione ti fa smettere di mangiare, di dormire, di lavorare, di vivere in pace.
Molti si spaventano perché, quando compare, distrugge tutto ciò che di vecchio incontra. Nessuno vuole mettere a soqquadro il proprio mondo.
Perciò alcune persone - tante - riescono a controllare questa minaccia, mantenendo in piedi una casa o una struttura già marcia. Sono gli ingegneri delle cose superate.
Altri individui pensano esattamente il contrario: si abbandonano senza riflettere, aspettandosi di trovare nella passione la soluzione di tutti i problemi. Attribuiscono all'altro il merito della propria felicità, e la colpa della propria possibile infelicità.
Sono sempre euforici perché è accaduto qualcosa di meraviglioso, oppure depressi perché un evento inatteso ha finito per distruggere tutto.
Sottrarsi alla passione, o abbandonarsi ciecamente: quale di questi atteggiamenti è il meno distruttivo?
Non lo so.
Paulo Coelho

lunedì 19 settembre 2016

Giornata internazionale della pace



Giornata Internazionale della Pace
Il 21 settembre si celebra la Giornata Internazionale di pace e di non-violenza, istituita nel 1981 e ufficializzata nel 2001 con la risoluzione 55/282 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. L’intento della giornata è invitare tutti i Paesi coinvolti in azioni di guerra, a sospendere le ostilità.
Negli ultimi anni la celebrazione di questa ricorrenza vede una partecipazione sempre più ampia e la crescita d’iniziative atte a promuovere e sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della Pace.
Ovviamente queste manifestazioni sono lodevolissime, anche in una sola ora di pace si possono salvare tante vite innocenti e magari consentire il transito di aiuti umanitari, ma questa giornata mi sembra un po’ ipocrita e sembra dire: oggi non sparatevi, da domani possiamo tranquillamente riprendere a massacrarci.