saluto

https://amici-in-allegria.blogspot.com/

giovedì 26 novembre 2020

Attività intelligenti per non annoiarsi chiusi in casa per la pandemia😂


Per non annoiarsi troppo, chiusi in casa per il covit 19, è importante impegnare il cervello in attività creative, intelligenti e stimolanti. Per esempio si può contare quanti chicchi di riso ci sono in una scatola da un KG. 😂

7760…7761…7762...


martedì 24 novembre 2020

25 novembre 2020 - Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne



L'Organizzazione mondiale della sanità ha definito la violenza sulle donne: "Una pandemia invisibile" che continua a rappresentare la maggiore minaccia alla salute pubblica globale.

IL NUMERO VERDE 1522 
Gli operatori forniscono alle vittime, assicurando loro l'anonimato, un sostegno psicologico e giuridico, nonché l'indicazione di strutture pubbliche e private presenti sul territorio a cui rivolgersi. Il servizio multilingue è attivo 24 ore su 24 per 365 giorni l'anno.

Dati Istat
“L’emergenza generata dall’epidemia di coronavirus ha accresciuto il rischio di violenza sulle donne, poiché molto spesso la violenza avviene dentro la famiglia. Le disposizioni normative in materia di distanziamento sociale introdotte al fine di contenere il contagio si sono rivelate, inoltre, un elemento che ostacola l’accoglienza delle vittime. Durante il primo lockdown sono state 5.031 le telefonate valide al 1522, il 73% in più sullo stesso periodo del 2019. Le vittime che hanno chiesto aiuto sono 2.013 (+59%). Tale incremento non è attribuibile necessariamente a maggiore violenza ma alle campagne di sensibilizzazione che hanno fatto sentire le donne meno sole.”

Femminicidi in Italia nel 2020: 60 vittime ( fonte: https://femminicidioitalia.info/lista/2020)
 

*******

IL REGNO DELLE DONNE
C’è un regno tutto tuo che abito la notte
e le donne che stanno li con te son tante amica
sono enigmi di dolore che noi uomini non scioglieremo mai.
Come bruciano le lacrime, come sembrano infinite
Nessuno vede le ferite che portate dentro voi
Nella pioggia di Dio qualche volta si annega ma si
puliscono i ricordi prima che sia troppo tardi.
Guarda il sole quando scende ed accende d’oro
e porpora il mare lo splendore è in voi e non svanisce mai
perché sapete che può ritornare il sole.
E se passa il temporale siete giunchi ed il vento vi piega
ancor più forti voi delle querce e poi
anche il male non può farvi del male.
Una stampella d’oro per arrivare al cielo
Le donne inseguono l’amore
Qualche volta, amica mia, ti sembra quasi di volare
ma gli uomini non sono angeli.
Voi piangete al loro posto per questo vi hanno scelto
e nascondete il volto perché il dolore splende
Un mistero che mai riusciremo a capire
se nella vita ci si perde non finirà la musica.
Guarda il sole quando scende e accende d’oro
e porpora il mare, lo splendore è in voi e non svanisce mai
Perché sapete che può ritornare il sole.
E se passa il temporale siete prime a ritrovare la voce
sempre regine voi luce e inferno e poi
anche il male non può farvi del male.
Alda Merini

venerdì 20 novembre 2020

Le fontanelle di Milano



  Le fontanelle di Milano
Alcuni le chiamano vedovelle per l’incessante scorrere dell’acqua paragonato al pianto delle vedove, o Drago-Verde per il rubinetto in ottone a forma di drago, ispirato a uno dei doccioni del Duomo. Attualmente quelle in funzione sono 565 (dati Web). Le colonnine che forniscono acqua in tutta la città furono disegnate nel 1931, sono alte circa un metro e mezzo e larghe poco più di cinquanta centimetri. Dipinte di verde, hanno la forma di una torretta ornata dallo stemma del comune e hanno sulla cima una decorazione a forma di pigna. Alla base c'è una piccola vasca semi-circolare utilizzata per abbeverare gli animali. Tutte le fontanelle sono in ghisa, tranne la più antica situata in Piazza della Scala che è in ottone, fu realizzata dall’architetto Luca Beltrami ed è decorata alla base da un mosaico. Caratteristica di queste fontanelle è che non hanno il rubinetto quindi l’acqua scorre ininterrottamente. Nessuno spreco, però, perché l’acqua è deviata per l’irrigazione dei campi fuori città. 


>MILANO< click

martedì 17 novembre 2020

“E quindi uscimmo a riveder le stelle” (speriamo presto)



 Nel 2021 si celebrerà il settimo centenario della morte di Dante.

Spero che anche noi si possa uscire dall’inferno del covit19 per dire:

“E quindi uscimmo a riveder le stelle”