saluto

giovedì 29 marzo 2012

Cantico dei Cantici


Cantico dei Cantici

Il testo integrale contenuto nella Bibbia ebraica (Tanakh) e in quella cristiana, è composto di otto capitoli contenenti poemi d'amore in forma di dialogo tra un uomo (Salomone) e una donna (Sulammita).

Quelli che seguono sono alcuni versetti nei quali Salomone descrive la donna che ama. La mia scelta è quasi casuale e anche se non ho seguito la cronologia reale del testo, evidenzia a mio avviso, l'amore e il desiderio di Salomone.


… Come nastro di porpora le tue labbra,
la tua bocca è piena di fascino;
come spicchio di melagrana è la tua tempia
dietro il tuo velo.
 Belle sono le tue guance fra gli orecchini,
il tuo collo tra i fili di perle come una torre d’avorio,
i tuoi occhi come le piscine di Chesbon
presso la porta di Bat-Rabbìm,
il tuo naso come la torre del Libano
che guarda verso Damasco.
Il tuo capo si erge su di te come il Carmelo
e la chioma del tuo capo è come porpora;
un re è tutto preso dalle tue trecce.
I tuoi seni sono come due cerbiatti,
gemelli di una gazzella,
che pascolano tra i gigli.
Tutta bella sei tu, amata mia
Le curve dei tuoi fianchi sono come monili,
opera di mani d’artista.
Il tuo ombelico è una coppa rotonda
che non manca mai di vino aromatico.
Il tuo ventre è un covone di grano,
circondato da gigli.
Quanto sei bella e quanto sei graziosa,
o amore, piena di delizie!
Come sono belli i tuoi piedi
nei sandali, figlia di principe!
La tua statura è slanciata come una palma
Siano per me i tuoi seni come grappoli d’uva
e il tuo respiro come profumo di mele.
Il tuo palato è come vino squisito,
che scorre morbidamente verso di me
e fluisce sulle labbra e sui denti!
Quanto è soave il tuo amore,
sorella mia, mia sposa,
quanto più inebriante del vino è il tuo amore,
e il profumo dei tuoi unguenti, più di ogni balsamo.
Le tue labbra stillano nettare, o sposa,
c’è miele e latte sotto la tua lingua
e il profumo delle tue vesti è come quello del Libano.
Giardino chiuso tu sei,
sorella mia, mia sposa,
sorgente chiusa, fontana sigillata.
I tuoi germogli sono un paradiso di melagrane,
con i frutti più squisiti,
alberi di cipro e nardo e zafferano, cannella e cinnamòmo,
con ogni specie di alberi d’incenso,
mirra e àloe,
con tutti gli aromi migliori.
Fontana che irrora i giardini,
pozzo d’acque vive
che sgorgano dal Libano.
Come un giglio fra i rovi,
così l’amica mia tra le ragazze.

*****


Sulammita, si descrive così:

… Bruna sono ma bella,
o figlie di Gerusalemme,
come le tende di Kedar,
come le cortine di Salomone.
Non state a guardare se sono bruna,
perché il sole mi ha abbronzato.
… Io sono del mio amato
e il suo desiderio è verso di me.
Mettimi come sigillo sul tuo cuore,
come sigillo sul tuo braccio;
perché forte come la morte è l'amore,
tenace come gli inferi è la passione:
le sue vampe son vampe di fuoco,
una fiamma del Signore!
Le grandi acque non possono spegnere l'amore
né i fiumi travolgerlo.
Se uno desse tutte le ricchezze della sua casa
in cambio dell'amore, non ne avrebbe che dispregio.
 Trascinami con te, corriamo!
M’introduca il re nelle sue stanze:
gioiremo e ci rallegreremo di te,
ricorderemo il tuo amore più del vino.
A ragione di te ci si innamora!
...Vieni, amato mio, andiamo nei campi,
passiamo la notte nei villaggi.
Di buon mattino andremo nelle vigne;
vedremo se germoglia la vite,
se le gemme si schiudono,
se fioriscono i melograni:
là ti darò il mio amore.

8 commenti:

  1. Grazie caro Enrico mi porti nelle lontane storie e racconti, anche in quei tempi le poesie erano già il segno dell'amore.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Amore e poesia sono nati con l'umanità.
    Buona giornata caro Tomaso
    enrico

    RispondiElimina
  3. Salomone il saggio per eccellenza, i suoi scritti dell'Antico Testamento sono indubbiamente fonte di riflessione, in questo caso esplicitamente "dichiarazione d'amore", come hai rilevato tu stesso.
    Ottimo post , grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sirio, mi fa piacere che ti sia piaciuto.
      Buona giornata
      enrico

      Elimina
  4. Versi inimitabili di squisita sensualità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse dovrei mettere anche alcuni dei versetti con i quali Sulammita descrive l'uomo che ama, sono altrettanto sensuali.
      Ciao Adriano buona giornata
      enrico

      Elimina
  5. Fai innamorare, caro Enri...

    RispondiElimina
  6. Se ci affidiamo al racconto, Salomone e Sulammita non c'è dubbio che fossero innamorati.
    Ciao carissima Giovanna un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM