saluto


sabato 4 maggio 2013

Giornata contro la pedofilia



La Repubblica Italiana riconosce il 5 maggio come Giornata nazionale contro la pedofilia e la pedopornografia, quale momento di riflessione per la lotta contro gli abusi sui minori. 
(Legge 04.05.2009 n° 51, G.U. 04.05.2009)
Secondo i dati raccolti da Telefono Azzurro e pubblicati nel Rapporto Nazionale sulla Condizione dell'Infanzia e dell'Adolescenza, la piaga dello sfruttamento sessuale dei bambini in quasi il 60% degli abusi avviene in famiglia ma è probabile che alcune situazioni di violenza non arrivino alla denuncia.


21 commenti:

  1. I mostri ci sono e ci saranno sempre purtroppo…
    Occorre stare sempre all’erta… attenti ad ogni minimo dettaglio...
    Questo è un cancro che dev'essere combattuto con tutte le armi possibili…
    I bambini non si toccano… sono l’oro di questo mondo!
    Un abbraccio Enrico, dolce notte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse i mostri ci saranno sempre ma devono essere espulsi dalla società e confinati in modo che non possano nuocere.
      Buona giornata Betty un abbraccio
      enrico

      Elimina
  2. Caro Enrico, purtroppo questi mostri ci sono e sono sempre camuffati da brave persone!!! Che Dio ci aiuti a proteggere i nostri bambini e nipoti.
    È proprio un bel post ha fatto bene a informarci di questa interessante giornata.
    Buona domenica caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono proprio le MERDE dei quali i ragazzi si fidavano quelli che fanno più danni. Stranamente ho visto pochi post dedicati alla giornata contro la pedofilia.
      Ciao caro Tomaso buona giornata
      enrico

      Elimina
  3. Figlio delle mie stagioni travagliate
    figlio mio
    fiore profumato germogliato al sole
    dell'oblio..
    Con che puntualità sei qui
    come un miracolo sei qui
    così ti accoglierò così
    il figlio
    che voglio...
    Pretendere che la vita sia così
    infallibile
    maestra quando mette insieme tanta
    solitudine
    pianeti controversi noi
    un equilibrio fragile
    decidere chi essere
    un padre
    un figlio
    saggezza
    orgoglio...
    cambierai da solo...
    cercherai il tuo cielo
    tenterai il tuo volo senza me
    io pregherò per te...
    soffrirò in silenzio
    quando tu cadrai
    sarò io il più credibile amico che avrai
    più forte il senso dell'impegno
    il bisogno di lealtà
    un uomo per eccesso
    o forse per difetto chi lo sa...
    Tu l'energia, il coraggio io
    la stessa scuola figlio mio
    nessun segreto fra di noi...
    sii sempre
    cosciente
    sincero coerente...
    ecco che ti trovo
    in un mondo avaro
    chi voleva un figlio e invece poi
    non lo ha cercato mai
    che non sia una copia
    un clone perché mai
    se poi tutte le risposte le ha lui

    Se puoi cerca d'essermi figlio
    se puoi

    https://www.youtube.com/watch?v=G7GK_PMpMds

    esisteranno sempre purtroppo questi mostri .....e non ho altre parole ...buona domenica enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa canzone di Renato Zero è ottima per sottolineare l'argomento. Se ne fossi capace la inserirei come sottofondo al post ma ciò che conta è il testo. Grazie Barbara buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
    2. come sottofondo al post .....che parte in automatico non sono capace .....se vuoi inserirla con yt ...basta che tu copi il link che ti ho messo vai nel riquadro per fare un post e in parte a quello per inserire le immagini c'è quello per caricare i filmati ....è identico ..non cambia niente .......ma come hai scritto bastano le parole ....buona giornata enrico ....

      Elimina
    3. Grazie Barbara. Buona serata
      enrico

      Elimina
  4. Risposte
    1. .... E se li condannassimo a vivere con le mani ammanettate dietro alla schiena?
      Buona giornata Gianna, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  5. E' l'atto più orrido che un uomo ( ma che uomo......) possa commettere.
    Non si deve mai perdonare chi commette queste azioni. Lui dimentica. Le vittime no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io preferisco chiamarli MERDE.
      Qualche volta mi è capitato di sentire in TV interviste a persone abusate che anche in età adulta conservano nei loro ricordi tutto l'orrore di ciò che hanno subito.
      Buona giornata Keiko, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  6. Come padre ho sempre il timore per i miei figli e bisogna assolutamente fermare queste bestie.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non devono essere concessi sconti di pena, attenuanti o cavilli giuridici a cui aggrapparsi a questi mostri.
      Buona giornata Cavaliere
      enrico

      Elimina
  7. Una sola cosa, tagliamo loro gli attributi e li mandiamo a fare gli eunuchi negli harem. Non posso accettare una cosa del genere e purtroppo ogni tanto si scoprono fatti del genere. Ma quanti restano nascosti e non vengono riportati dai media? Ciao Enrico, buona settimana.

    RispondiElimina
  8. Io gli tatuerei anche la scritta "pedofilo" sulla fronte.
    Ciao Elio buona settimana
    enrico

    RispondiElimina
  9. Bisognerebbe far loro...guarda non lo scrivo cosa...ma pensa a tutte le cose che ti hanno già scritto e molto...molto...molto ancora!
    Se ti va di leggerla avevo scritto un po di tempo fa
    http://pinopalumbo.blogspot.com/2012/04/perchemi-guardi-cosi-animaspezzata.html
    Avevo pensato di fare un post ieri proprio dedicato a questa giornata inserendola...ma non ne ho avuto il tempo purtroppo!

    Ciao Enrico...grazie per questo post...per non dimenticarli mai!
    Buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pino ho letto ora, per la prima volta, la tua poesia “Perché mi guardi così”. È bella, e ripetere quasi ossessivamente la frase del titolo, riesce a trasmettere la giusta angoscia che scaturisce da quella situazione.
      Buona giornata
      enrico

      Elimina
    2. Sì come avrai intuito l'intento era proprio quello!
      Ciao e grazie per essere andato a leggerla.
      Buona giornata

      Elimina
  10. Necessaria una forte attività di prevenzione per assicurare il più forte contrasto. Un'emergenza, la lotta contro la pedofilia, come quella contro i soprusi e le violenze contro le donne, e i femminicidi, e quella contro le mafie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le leggi, in certi casi, dovrebbero essere applicate senza falsi buonismi che cercano una giustificazione ad ogni nefandezza. I processi non dovrebbero durare anni per poi finire in prescrizione, e forse tutti potremmo vivere meglio isolando definitivamente le mele marce.
      Buona giornata Adriano
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM