saluto

https://amici-in-allegria.blogspot.it/

martedì 30 settembre 2014

I Giardini dell’anima - Vittorio. A

Ho inserito in una mia composizione l'immagine dei due ragazzi che ho tratto da un quadro di Andrea Filippo Favero

Questo post l’ho fatto unendo due commenti che Vittorio.A ha inserito sotto miei precedenti post.

I GIARDINI DE L’ANIMA
Madre terra nutre il seme, l’anima nutre le parole. Come i fiori sbocciano rigogliose, ridestando ad  ogni Primavera i ricordi della mia fanciullezza, riportandomi a quel mazzolino di margherite con candor donate alla fidanzatina della mia pubertà. 
Ad ogni primavera la natura si destava parlando a chi la sapeva ascoltare con l’anima. Le margherite nella sua semplicità le preferivo a tutti gli altri fiori perché le ritenevo simili al Popolo (piccole e forti) se calpestate si rialzano sempre. I fiori semplici (allora) se donati col cuore erano i più graditi dalle persone umili di costume ma ricche nell’anima. Valori che il consumismo dell’apparire ha soffocato. 
Ricordate le cose semplici sono le più durature. 
I fiori più belli? Come le promesse dei politici appassiscono presto. 

*****
Divulgo ciò che penso nella speranza che persone colte possano estrapolare il meglio dai miei commenti e completarli con parole più consone. La stagione dei sogni passa in fretta come la gioventù. I problemi della vita quotidiana (rispetto a chi ci governa) prendono il sopravvento. Quando diventi Uomo accantoni i sogni dando priorità alle responsabilità della vita quotidiana e i sogni (d’infanzia) vengono riposti nello scrigno dei ricordi. Il tempo passa veloce, ti ritrovi vecchio con i tuoi ricordi apri lo scrigno e ti accorgi che è vuoto. Come le foglie d’autunno il vento li ha portati con se. I  sogni sono echi del passato che tornano sotto forma d’immagini riflesse in frammenti di specchio riuniti dalla clessidra del tempo, fantasie di gioventù che la realtà della vita ha ucciso.  I sogni? Sono solo pulviscolo che la tempesta della vita sparpaglia nel cielo lasciandoli al giudizio dell’Anima. (Vittorio.A)
PS. ci tengo a precisare che ho solo la seconda elementare e poca dimestichezza con le parole ciò che scrivo nasce spontaneo solo quando mi viene l'ispirazione. 
Buona giornata Caro Enrico.
VITTORIO.A
....
Ps* Non sempre leggiamo tutti gli interventi, perciò per completare il post copio qui ciò che Vittorio ha scritto sotto nei commenti come Anonimo  
.....

Anonimo 01 ottobre 2014 13:49
( Ho75 anni e c’io che scrivo e quello che penso )
(Il Fascismo e il Comunismo sono Dittature) 
La Democrazia racchiude in sé tutte e due le dittature
I Camaleonti per conservare il loro stato sociale Cambiano colore ad ogni legislatura
Sfruttando l’ignoranza del Popolo con false promesse riescono ad ottenere il consenso di gran parte del Popolo beota .
I tempi si sono evoluti ma L’Ignoranza Troneggia ancora.
Il periodo Fascista nacque per la stragrande ignoranza del popolo analfabeta Idem il Comunismo.
Nel dopo guerra noi analfabeti abbiamo lottato per abbattere l’ignoranza Riponendo le speranze nelle Generazioni Future 
Hai me Recitate quotidianamente quello che avete appreso negli studi 
Senza avere capito che gran parte di ciò che avete studiato non corrisponde al vero 
Vi siete mai chiesti chi è che scrive i fatti Storici e chi li ha approva? Nella stragrande maggioranza mi sentirei di dire no.
Vi siete chiesti il perché La casta dominante Come i CAMALEONTI periodicamente Per primeggiare ungono gli avidi. 
Cosi riescono sempre ad assoggettare la classe politica ai loro voleri l’esempio? Lo a dato in questi 20 anni il faccendiere
Comprando a destra e a sinistra ciò che gli serviva per fare i suoi affari.
I Giovani se usassero il loro cervello ( per filtrare i fatti della vita quotidiana) lasciando le ideologie a chi le decanta per offuscare le menti (dei pigri ) 
arriverebbero ha capire che Non c’è nessuna differenza fra Democrazia fascismo e Comunismo
Sino a che nel Mondo prevarrà la cupidigia e la stupidità il Popolo sarà Sempre sfruttato dalla classe dominante.
Ho lavorato per 18 anni alla stazione di Santa Maria Novella di Firenze ciò che descrivo nel post è verità il tutto
Rispecchia la nostra società e ciò che saremo. 
Anime sospese
le ho viste aggirarsi in tutte le stazioni in cerca della loro identità perduta 
vita vissuta ai margini della dignità imposta da una società malata
Priva di amore verso i più umili che stanchi di lottare si sono arresi
assistendo impassibili alla vita che non gli appartiene più
Vita ricercata nella folla frettolosa schiava del tempo che passa veloce
come fossero automi taluni offrono una moneta tenendo in vita queste anime sospese condannate a fare da specchio a tutta l’umanità. 
VITTORIO.A

21 commenti:

  1. Caro Enrico, la scelta è stata veramente perfetta!
    Che foto piena di nostalgia caro amico.
    Ciao e buona giornata sempre con il sorriso.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Caro Enrico,
    mi fa piacere leggere questo post. Avevo apprezzato il brano che hai riportato nella seconda parte (leggendolo come commento). Ero anche rimasto stupito leggendo che Vittorio ha solo la seconda elementare, ma mi son detto che evidentemente la sua sensibilità oltrepassa la sua "poca cultura(?)" presentandolo come una persona piena e carica di ..."conoscenza della sensibilità e umanità!" che pochi colti hanno. Non c'è bisogno di istruzione o cultura intesa come scolastica per esprimere (e far provare) emozioni, sentimento, umanità, sensibilità e ...perché no...saggezza. Non conosco la sua età, ma credo che tutte queste caratteristiche le si possono acquisire anche (se non soprattutto) nel corso dell'esistenza, affrontando le varie esperienze che via via la vita stessa ti pone (o impone).
    In un brevissimo brano (2°) ha condensato un intreccio di tempo, esistenza, sogni, gioventù, infanzia, vecchiaia, responsabilità, natura...ci ha parlato della VITA!
    Trovo eccezionale, poetica ma allo stesso tempo molto vera e reale, questa frase:

    "... I sogni? Sono solo pulviscolo che la tempesta della vita sparpaglia nel cielo lasciandoli al giudizio dell’Anima."

    Mi complimento con te caro Vittorio.

    Grazie Enrico...hai dato giusto risalto a pensieri che potevano essere "svisti" e persi tra i post...come "semplici commenti".
    p.s. scusa la lungaggine...

    Buona giornata a entrambi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ( Ho75 anni e c’io che scrivo e quello che penso )
      (Il Fascismo e il Comunismo sono Dittature)

      La Democrazia racchiude in sé tutte e due le dittature

      I Camaleonti per conservare il loro stato sociale Cambiano colore ad ogni legislatura
      Sfruttando l’ignoranza del Popolo con false promesse riescono ad ottenere il consenso di gran parte del Popolo beota .
      I tempi si sono evoluti ma L’Ignoranza Troneggia ancora.

      Il periodo Fascista nacque per la stragrande ignoranza del popolo analfabeta Idem il Comunismo.

      Nel dopo guerra noi analfabeti abbiamo lottato per abbattere l’ignoranza Riponendo le speranze nelle Generazioni Future

      Hai me Recitate quotidianamente quello che avete appreso negli studi
      Senza avere capito che gran parte di ciò che avete studiato non corrisponde al vero

      Vi siete mai chiesti chi è che scrive i fatti Storici e chi li ha approva? Nella stragrande maggioranza mi sentirei di dire no.

      Vi siete chiesti il perché La casta dominante Come i CAMALEONTI periodicamente Per primeggiare ungono gli avidi.
      Cosi riescono sempre ad assoggettare la classe politica ai loro voleri l’esempio? Lo a dato in questi 20 anni il faccendiere
      Comprando a destra e a sinistra ciò che gli serviva per fare i suoi affari.
      I Giovani se usassero il loro cervello ( per filtrare i fatti della vita quotidiana) lasciando le ideologie a chi le decanta per offuscare le menti (dei pigri )
      arriverebbero ha capire che Non c’è nessuna differenza fra Democrazia fascismo e Comunismo

      Sino a che nel Mondo prevarrà la cupidigia e la stupidità il Popolo sarà Sempre sfruttato dalla classe dominante.

      Ho lavorato per 18 anni alla stazione di Santa Maria Novella di Firenze ciò che descrivo nel post è verità il tutto
      Rispecchia la nostra società e ciò che saremo.
      Anime sospese
      le ho viste aggirarsi in tutte le stazioni
      in cerca della loro identità perduta
      vita vissuta ai margini della dignità imposta da una società malata
      Priva di amore verso i più umili che stanchi di lottare si sono arresi
      assistendo impassibili alla vita che non gli appartiene più
      Vita ricercata nella folla frettolosa schiava del tempo che passa veloce
      come fossero automi taluni offrono una moneta
      tenendo in vita queste anime sospese condannate a fare da specchio a tutta l’umanità. VITTORIO.A

      Elimina
    2. Grazie innanzitutto per aver risposto al mio sincero e rispettoso (quindi spero gradito) pensiero.

      Resto a bocca aperta (e con la mente sospesa) per le verità che scrivi caro Vittorio. Verità che sembrano scontate, ma che poste in questi termini e con la naturalezza franca e spontanea che ti appartiene, fanno apprendere quanto siamo solitamente miopi nel non individuarle nella quotidianità.
      La tua disamina sulle questioni storiche-politiche-sociali è così schietta e allo stesso tempo vera, da porci in una situazione ... "senza alcuna via d'uscita" e ci mette di fronte ad una riflessione sulla "credibilità del passato". A questo proposito, la domanda che mi susciti caro Vittorio è: ma ci hanno fatto davvero credere sempre (e subdolamente) quello che hanno voluto i "potenti"? Mi sono accorto che nella contemporaneità questo accade, ma non mi ero mai posto il dubbio della veridicità storica!"

      Quanta "spietata poetica" (quella che spesso scrivo nelle mie poesie ed è per questo credo che apprezzo particolarmente ciò che scrivi) c'è nei tuoi pensieri conclusivi relativi alle "Anime perse ... anime sospese condannate a fare da specchio a tutta l’umanità." ...questa frase aprirebbe a discussioni e confronti interminabili! ...e poi è di una così tanta bellezza...

      E' davvero un piacere immenso leggerti Vittorio e ogni tua frase cattura l'animo, ogni tua parola penetra nell'io sopito dalla frenetica quotidianità in cui viviamo. Questo è l'effetto che mi procura la lettura dei tuoi pensieri...non so se è così per gli altri amici che fin qui ti hanno letto...

      sicuramente lo è stato per Enrico che ha messo ben in risalto le tue gocce di saggezza.

      Un saluto.


      p.s. volevo scriverti per mail Enrico, ma non ho il tuo indirizzo (pensavo di averlo).
      Se ti va, mi puoi scrivere?...da me trovi l'indirizzo.
      Ciao.
      Buona giornata.

      Elimina
    3. Non ne ho molta di fantasia Perché credo che l’utopia sia la luce per un domani migliore.
      Per fare si che questo entri nelle menti va alimentata e credimi faccio molta fatica perché io appartengo alla generazione nata ne l’era fascista dove gli analfabeti erano la maggioranza siamo sopravvissuti al fascismo alla distruzione della guerra ma il sogno utopico non ci a mai abbandonato con sacrificio abbiamo ricostruito L’ITALIA da consegnare ai nostri figli per un domani migliore. L’ignoranza credevamo fosse la nostra debolezza i fatti ci hanno smentito. Noi senza licenza elementare abbiamo avuto come insegnante l’esperienza che ci ha fatto capire che le ideologie non esistono sono solo create ad arte dalla classe dominante per creare fazioni da sottomettere al proprio volere Ti domanderai ma dove vuole arrivare? Ci arrivo subito al sogno utopico che se venisse coltivato è l’unica salvezza L’utopia unica luce per un domani migliore senza partiti che fanno chiacchiere da 66 anni Utopia per un popolo coeso a l’interesse comune non dei pochi come avviene da sempre con la sparizione di tutto ciò che sino ad oggi ci a ingannato per il loro tornaconto
      Sfruttando credenze politiche e religiose hanno approfittato dell’ignoranza per gettare radici cosi profonde del male da ingannare anche chi ignorante non è
      Tutto questo ha fatto il suo tempo per questo più li lasceremo al potere e più si avvicinerà la fine fa da spia la crisi mondiale creata dalla cupidigia anticamera della fine di tutto
      L’unico antidoto? è il sogno utopico che diventa realtà rispecchiando cosi il volere di chi ha creato un mondo perfetto. Dominato dalla gente più imperfetta che esiste sulla faccia della terra L’utopia è il messia del terzo millennio dove quell’uno per cento che domina il mondo cederà il passo al nuovo privo dell’interesse dei pochi a beneficio di tutto il mondo unito in un solo credo la fratellanza . scusami se ti ho annoiato ma noi ignoranti con pochi vocaboli ci ripetiamo allungando lo scrivere per spiegare il nostro pensiero.

      PS Non c’è nessuna differenza fra ( Democrazia e Comunismo)
      Sino a che nel Mondo prevarrà la cupidigia
      il Popolo sarà Sempre sfruttato dalla classe dominante.

      La differenza ci sarà quando il credo delle forze Politiche
      Si completerà fondendosi a formare un solo credo ( EGUAGLIANZA SOCIALE)
      Vittorio.A
      BUONA GIORNATA ATUTTI

      Elimina
  3. molto interessante hai fato bene a farne un post

    RispondiElimina
  4. Caro Enrico ,concordo con il commento di Pino ed aggiungo che nelle riflessioni di Vittorio ho colto tanta sensibilità e saggezza.
    Ti auguro una buona settimana

    RispondiElimina
  5. Complimenti a Vittorio per queste parole dettategli dal cuore
    ciao Enrico buona serata
    Tiziano.

    RispondiElimina
  6. Un bellissimo post, Enrico, e bellissimi i pensieri di Vittorio A., con il quale mi complimento per la sua meravigliosa poetica e la proprietà di linguaggio. Non è lo studio che fa l'artista, e Vittorio ne è l'esempio!
    Un abbraccio a tutti e due,
    Cristina

    RispondiElimina
  7. Soltanto il silenzio può far parlare queste straordinarie parole, impreziosite dal commento terzo qui sopra lasciato.
    Paolo

    RispondiElimina
  8. Enrico ma che meraviglia!
    Finalmente vedo un po` di splendida scrittura artistica, qualcosa che sta scomparendo.
    La corsa sfrenata all'istruzione a tutti i costi, sta distruggendo ciò che solo la sensibilità umana può far venire fuori.
    Le parole di Vittorio sono vere ed io dico a lui che se il corso della sua vita avesse distrutto i suoi sogni, magari non si è accorto che in realtà si sono trasformati in qualcosa di più importante qual'è l'esistenza.
    Mi complimento vivamente con lui.
    Grazie Enrico per averci posto all'attenzione questa splendida persona.
    Buona giornata, ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciò che a mio avviso caratterizza in modo positivo lo scritto di Vittorio è la spontaneità.
      Felice fine settimana Pia un abbraccio
      enrico

      Elimina
  9. Grande post d'arte.. scusa se sono cosi pocco presente.. come sempre sei nel mio cuore ...tvb Pif

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pif amicizia ed apprezzamento non si misurano certamente con il numero d’interventi nel blog :-) Gioioso fine settimana ti abbraccio
      enrico

      Elimina
  10. Ho apprezzato moltissimo ciò che ha scritto Vittorio, infatti, ne ho fatto un post. Ora preferisco lasciare spazio a tutti per i commenti e ringrazio per i vostri interventi. Buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
  11. Interessante!
    Ti auguro una serena e felice giornata.

    RispondiElimina
  12. Vittorio ha la grande dote di creare poesia semplicemente parlando, segno di un animo che irrora saggiamente il cervello con il cuore e tu carissimo Enrico hai reso il tutto perfetto con la tua composizione ! Buon fine settimana a voi e un abbraccio !

    RispondiElimina
    Risposte

    1. I commenti fatti da Vittorio a miei post erano poco visibili e mi è sembrato
      logico evidenziarli. Grazie Sciarada buon fine settimana
      enrico

      Elimina
  13. Il mondo dei blog è la giusta palestra della libertà di pensiero e di espressione.

    RispondiElimina
  14. Ciao Costantino ritengo sia giusto che persone intelligenti possano esprimere, nel rispetto di tutti, il proprio pensiero.
    Buon fine settimana
    enrico

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM