saluto


martedì 21 ottobre 2014

Bacche di goji


Le Bacche di goji
Sono due le specie delle bacche di goji: il Lycium barbarum e il Lycium chinense, entrambe della famiglia delle Solanacee. Queste bacche rosse utilizzate nella medicina tradizionale cinese, crescono nelle valli himalayane, della Mongolia, del Tibet e nelle province cinesi dello Xinjiang e del Ningxia. Si possono consumare fresche, essiccate o in concentrato miscelato con altri prodotti quali succhi di frutta, yogurt, tè, merendine, barrette, marmellate. Il loro sapore è paragonabile a quello del mirtillo, uva passa, lampone e fragola. Una dose media è rappresentata da circa 20 grammi giornalieri. Le bacche di Goji sono energetiche, antiossidanti e considerate un prodotto sicuro dall’Istituto Europeo per La Sicurezza Alimentare, ma non ci sono pubblicazioni scientifiche che dimostrino la loro utilità sugli esseri umani.
Ci sono però dei casi in cui è comunque meglio evitarle, per esempio chi è allergico alle solanacee; meglio che non siano usate da  chi assume farmaci anticoagulanti, o  per la pressione alta o per il diabete perché potrebbero interagire con i farmaci. Meglio evitarle durante la gravidanza e l'allattamento anche se non ci sono studi scientifici che ne provino la pericolosità o meno. Detto questo se vi piacciono e vi danno energia pare che si possano usare, basta non eccedere con la quantità.

Sotto i post di medicina alternativa, sottolineo sempre
Queste notizie le ho lette in rete, consideratele solo delle curiosità. Rivolgetevi ad esperti per avere notizie certe.

18 commenti:

  1. Fantastico Enrico, così ho potuto sapere delle cose in più.... Grazie. Ciao a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho preso lo spunto dal tuo post su queste bacche e poi ho curiosato in rete.
      Buona giornata Ale un abbraccio
      enrico

      Elimina
  2. Caro Enrico, quante cose impariamo qui da te.
    Ciao e buona serata, amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tomaso io se leggo notizie che mi incuriosiscono mi limito a documentarmi in modo un po’ superficiale e a pubblicarle come curiosità.
      Buona giornata caro amico
      enrico

      Elimina
  3. Caro Enrico ,non le conoscevo, grazie e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho conosciuto queste bacche leggendo un post di Ale. :-)
      Buona giornata cara Cettina un abbraccio
      enrico

      Elimina
  4. Mai provate . ...però se mi citi le controindicazioni. ...io non le assaggio...:-) sono fifona :-D u abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annastella io ho letto che sono utilizzate nella MEDICINA tradizionale cinese perciò ho guardato le controindicazioni, se me le presentassero semplicemente come un frutto le mangerei senza problemi. Comunque non essendo un esperto in materia non do nessun consiglio riguardo al suo utilizzo.
      Buona giornata un abbraccio
      enrico

      Elimina
  5. Interessante,
    chissà come sono?
    Comunque se le proprietà non sono accertate meglio attendere.
    Baci Enrico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale dice che sono come l’uvetta secca. Se si fossero limitati a pubblicizzarle come frutta, se sono buone le mangeremmo senza problemi come mangiamo prugne, fichi, mele ecc sia naturali che secchi. Queste bacche sono state pubblicizzate sottolineando le proprietà farmaceutiche ed allora nascono reticenze ad usarle.
      Buona giornata Pia un abbraccio
      enrico

      Elimina
  6. Sembra di mangiare uvetta secca....
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la precisazione Ale. Buona giornata un abbraccio
      enrico

      Elimina
  7. .(\(\..♥../)/)
    ..( ‘.’)….(‘.’ )
    o(_”)”).(“(“_)o..
    ”˜˜”*°•. ˜”*°••°*”˜ .•°*”˜˜”*°•.
    ♥ ♥ ♥ Un salutone per te!!♥ ♥ ♥
    ♥ ♥ ♥ ¡¡Un gran saludo para ti!!♥ ♥ ♥
    ೋღ♥ღೋLuce nel cuore


    _____________¶___________¶
    ______________¶_________¶
    ___¶¶¶_________¶_______¶_________¶¶¶
    __¶___¶_________¶_____¶_________¶___¶
    __¶____¶_________¶___¶_________¶____¶
    ___¶____¶_________¶_¶_________¶____¶
    ___¶_____¶_______¶¶¶¶¶_______¶_____¶
    ___¶______¶¶_____¶¶¶¶¶_____¶¶______¶
    ___¶__¶¶___¶¶_____¶¶¶_____¶¶___¶¶__¶
    ___¶___¶¶___¶¶____¶¶¶____¶¶___¶¶___¶
    ____¶___¶¶___¶¶__¶¶¶¶¶__¶¶___¶¶___¶
    _____¶___¶¶___¶¶_¶¶¶¶¶_¶¶___¶¶___¶
    ______¶__¶¶____¶¶¶¶¶¶¶¶¶____¶¶__¶
    _______¶__¶¶____¶¶¶¶¶¶¶____¶¶__¶
    _______¶___¶¶____¶¶¶¶¶____¶¶__¶
    _______¶___¶¶____¶¶¶¶¶____¶¶__¶
    ______¶____¶¶____¶¶¶¶¶____¶¶___¶
    _____¶____¶¶____¶¶¶¶¶¶¶____¶¶___¶
    ____¶____¶¶_____¶_¶¶¶_¶_____¶¶___¶
    ____¶____¶¶_____¶__¶__¶_____¶¶___¶
    ____¶____¶¶____¶_______¶____¶¶___¶
    _____¶___¶____¶_________¶____¶__¶
    ______¶_____¶¶___________¶¶____¶
    _______¶___¶______________¶___¶
    ________¶_¶______________ _¶_¶
    ________¶¶__________________¶
    ೋღ♥ღೋLuce nel cuore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mirta grazie per il saluto. Buona giornata un abbraccio
      enrico

      Elimina
  8. Troppe controindicazioni, caro Enri.

    Abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La maggior parte dei cibi hanno controindicazioni ma se non ce li propinano come prodotti miracolosi li mangiamo senza problemi. Un esempio banale, mangiamo tranquillamente le prugne ma nessuno si abbufferebbe di prugne secche se ha in corso coliche intestinali :-).
      Buona giornata Gianna un abbraccio
      Enrico

      Elimina
  9. Ciao Enrico, ma sai io non conoscevo questa pianta... comunque nella natura sono tante cose che non conosciamo ancora un abbraccio Pif♥

    RispondiElimina
  10. Ciao Pif quando ci propongono frutti che la maggior parte di noi non conosce e li presentano sottolineando le doti miracolose per il nostro organismo, mi sembrano solo operazioni commerciali.
    Buona giornata Pif un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM