saluto


lunedì 30 maggio 2016

Sekhmet divinità egizia


Sekhmet il cui nome significa "Colei che è potente" fu una divinità della mitologia egizia e fu raffigurata come una donna dalla testa leonina o come leonessa, fu insignita anche dei simboli divini quali il disco solare, lo scettro Uadj, e l'Ureo.
Secondo la leggenda, Ra (dio del sole) diede a Sekhmet l’incarico di uccidere alcuni uomini che avevano cospirato contro di lui  ma lei assetata di sangue, stava uccidendo sistematicamente tutti gli uomini e  per far sopravvivere il genere umano, Ra la fece addormentare ubriacandola con della birra.
Leggendo la storia di questa dea, io fatico a capire se certi avvenimenti siano riferiti a Sekhmet o Hathor, Bastet, Tefnet, Uadjet, o anche Mut perché mi pare rappresentino le varie personalità della stessa divinità. Sekhmet per i suoi fedeli aveva anche un lato benevolo, è vero che poteva procurare le malattie ma era anche capace di curarle ed era la dea protettrice dei medici, dei guaritori e delle guaritrici, i suoi temuti sacerdoti erano noti come medici abilissimi.

Comunque Amenofi III per tenersela buona fece porre  nel tempio di Karnak più di cinquecento simulacri della dea.



6 commenti:

  1. La terribile dea Seckmet, già...come dici è rappresentata in vari modi ma è sempre lei. Bastet no, spesso la si confonde con lei che invece ne è la sorella, rappresentata da un felino (leonessa o gatto). Anche la sua storia è molto particolare, da leggere.
    Uadjet rappresentata come un cobra era dea del basso Egitto mentre Nekhbet dell'alto Egitto. Per il resto tutto come dici.
    Amo la mitologia egizia che spesso si amalgama con la greca.
    Troppo affascinante, grazie a te ne ho fatto un ripasso.
    Buona serata carissimo Enrico, ciao!

    RispondiElimina
  2. Carissima Pia mi fa piacere leggere questo tuo intervento. Mi affascina la storia dell’antico Egitto e queste tue precisazioni sono molto importanti.
    Buona serata, un abbraccio
    GRAZIE
    enrico

    RispondiElimina
  3. La mia personale biblioteca ha parecchi libri dedicati all'antico Egitto, una civiltà affascinante e che per lungo tempo è rimasta molto misteriosa. Molto bello questo tuo post di approfondimento su Sekhmet!
    Un caro abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia di questo popolo risalente forse ad oltre 4 millenni prima di Cristo, la civiltà egizia che nel XIX secolo a.C. realizzò opere maestose come il complesso templare di Karnak, gli intrighi dinastici, le mummie… contribuiscono a rendere affascinante questa civiltà.
      Felice giornata carissima Sontyna, un abbraccio.
      enrico

      Elimina
  4. Ti confesso caro Enrico che nella mitologia sono "zero", però rimango sempre molto affascinata dall’antico popolo egiziano, aveva un non so che di mistero e trovo sia stata una civiltà di un’intelligenza superiore molto elevata.
    Sempre interessanti i tuoi post, e soprattutto istruttivi! :-)
    Ti lascio un abbraccio. buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Betty è più che palese che non sono esperto di egittologia, ma mi affascina la storia di questo popolo e dei suoi faraoni che almeno 2000 anni avanti Cristo costruirono piramidi e templi stupendi
      Felice giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM