saluto


sabato 13 febbraio 2016

Felice San Valentino

Buon San Valentino <

 Il tuo cuore è un gabbiano
che vola libero nei cieli della vita.
Lascialo andare senza paura,
ti saprà condurre alla felicità.
...Momenti di autentica felicità possono scaturire soltanto dal cuore.
Se vuoi essere felice ascolta il tuo cuore,
perché esso racchiude tutte le risposte che cerchi.

Bambaren

martedì 9 febbraio 2016

Domande, domande, sempre domande!


La guerra lampo sostituisce la guerra dei bottoni?
L’alice è un pesce che nuota nel mare delle meraviglie?
La ringhiera è una cagna feroce?
I CD-ROM sono un gruppo musicale di nomadi?
La carta igienica quando è usata si chiama ancora così?
Perché chiamiamo il nostro pianeta "Terra" quando è composto per tre quarti di acqua?
Perché "separati" si scrive unito e "tutti insieme" si scrive separato?
Se Dio è immortale perché ci sono due testamenti?
Il prete che viene ricoverato in ospedale, quando esce guarito è Curato?
Le suore Orsoline vanno in letargo?
La lana di vetro la fanno le pecore di Murano?
Gli stitici dopo la morte vanno in purgatorio?
Se il denaro è la causa di tutti i mali, perché dobbiamo lavorare?
Perché dovremmo denunciare il reddito che ci ha dato benessere?
I vegetariani si reincarnano?
Il letto si può rileggere?
Il calcio rinforza le ossa oppure le rompe?
Per ottenere il grano duro, lo spaventapasseri deve avere le sembianze di una donna?
Se la scatola nera dell'aereo è indistruttibile, perché non fabbricano tutto l'aereo con lo stesso materiale?
Perché corriamo sotto la pioggia, dato che  piove anche davanti a noi?
Perché su alcuni interruttori della luce c'è scritto "Acceso/Spento"? Se la luce è spenta come si fa a leggere?
Se quelli al mare si chiamano bagnanti, quelli in piscina come si chiamano?

>Altre domande che tolgono il sonno :-) <

sabato 6 febbraio 2016

Il mondo contro le mutilazioni dei genitali femminili


Secondo le stime dell'Organizzazione Mondiale della Sanità sono oltre 100 milioni nel mondo (200 milioni secondo l’UNICEF) le donne e le ragazze che hanno subito la pratica delle mutilazioni dei genitali (MGF) e circa 3 milioni ogni anno quelle a rischio. I dati UNICEF dicono che fra tutte coloro che hanno subito questa barbarie praticata in 30 Paesi, 44 milioni sono bambine e adolescenti fino a 14 anni. La mutilazione diffusa in gran parte dell'Africa, Medio Oriente e in alcune zone dell'Asia e dell'America Latina, è un fenomeno che riguarda anche l'Europa, si stima  siano circa 500.000 le donne e le ragazze che convivono con queste menomazioni nel nostro Paese.
Questo abominio crudele ed incomprensibile è legato alla mancanza di istruzione e al rifiuto di abbandonare usanze ancestrali che spesso nonne, zie e anche madri considerano quasi  normali. Siamo all’assurdo che siano le donne a pensare che se la figlia non verrà sottoposta all’infibulazione nessuno la vorrà come moglie. Possibile che non si rendano conto che la pratica, che è anche  pericolosa per la salute, serve solo ad umiliare la donna e a privarla del piacere?

giovedì 4 febbraio 2016

Che fico!

Sono fico! () ... e mi dispiace per gli altri. (oops mi scappa da ridere)

Non ho ancora fatto la barba ma Lei ha voluto comunque dedicarmi una poesia.


ll mio diletto è bianco e vermiglio,
riconoscibile fra mille e mille.
Il suo capo è oro, oro puro,
i suoi riccioli grappoli di palma,
neri come il corvo.
I suoi occhi, come colombe
su ruscelli di acqua;
i suoi denti bagnati nel latte,
posti in un castone.
Le sue guance, come aiuole di balsamo,
aiuole di erbe profumate;
le sue labbra sono gigli,
che stillano fluida mirra.
Le sue mani sono anelli d'oro,
incastonati di gemme di Tarsis.
Il suo petto è tutto d'avorio,
tempestato di zaffiri.
Le sue gambe, colonne di alabastro,
posate su basi d'oro puro.
Il suo aspetto è quello del Libano,
magnifico come i cedri.
Dolcezza è il suo palato;
egli è tutto delizie!
Questo è il mio diletto, questo è il mio amico,
o figlie di Gerusalemme.

Cantico dei cantici