saluto


venerdì 17 aprile 2015

Ching Shih la donna pirata più temuta.


Il pirata Ching Shih conosciuta anche come Cheng I Sao
Ching Shih (vero nome di Ching) nata forse nel 1785 in località sconosciuta, si prostituiva  nella città portuale di Canton finché s’innamorò di Cheng Yi temutissimo pirata cinese comandante di sei flotte pirata, che le chiese di sposarlo; lei accettò a patto che lui le cedesse metà dei suoi averi e il comando di una delle sue flotte. Dopo il loro matrimonio, Cheng Yi, seguendo il consiglio di sua moglie, creò una coalizione delle flotte di pirati cantonesi, nota come “Red Flag Fleet”, ovvero “La flotta dalla bandiera rossa”, che in pochi anni divenne il terrore del Mar Cinese meridionale. Quando Cheng Yi morì durante un tifone, Ching fatto un patto con Chang Pao che era il luogotenente del comandante, divenne il capo rispettato e temuto di tutta la coalizione composta di 1500 navi e 60 mila pirati. (Altra fonte: 1800 navi e 80 mila pirati fra uomini e donne)
La marina cinese appoggiata dalla marina britannica e da quella francese tentò con ogni mezzo di stroncare le scorribande della flotta di Ching Shih ma alla fine del 1808, la marina Imperiale che aveva perso sessantatre navi dovette scendere a patti ed a Ching furono offerte condizioni molto favorevoli in caso di resa. Ogni accusa contro di lei e gli uomini e donne della sua flotta fu ritirata, i bottini accumulati rimasero in suo possesso e Chang Pao che lei aveva sposato fu nominato colonnello della marina imperiale. Ching si ritirò ed aprì una casa da gioco. Morì nel 1844.

>Anne Bonny e Mary Read : professione pirata <

lunedì 13 aprile 2015

Dr. Seuss House - Alaska -


Questa costruzione si trova nei boschi di Willow in Alaska è gli abitanti del luogo la chiamano Dr. Seuss House, perché la costruzione ricorda le casette disegnate dal fumettista e scrittore di libri per bambini Theodor Seuss Geise che firmava le sue opere con lo pseudonimo Dr. Seuss. Questa casa e formata dalla sovrapposizione di più abitazioni, 12 per l'esattezza, che sembrano sfidare ogni legge della fisica.
L’ideatore di questa strana costruzione il dottor Seen l'ha realizzata in 10 anni. 
Dopo la sua morte, la costruzione è rimasta abbandonata per 10 anni fino a quando un nuovo proprietario l’ha acquistata  e ha iniziato i lavori di ristrutturazione.
Quando l’ideatore acquistò il terreno su cui edificare la casa con vista sul parco nazionale di Denali e il monte McKinley, il bosco circostante era stato distrutto da poco tempo da un incendio.
Poi con la ricrescita degli alberi, il proprietario per continuare a godere del panorama innalzò la costruzione di un nuovo livello, poi un altro e così di seguito. Dopo dieci anni la costruzione raggiunse i dodici piani superando ogni albero circostante garantendo la vista tanto desiderata.
Oggi la casa è diventata un'attrazione turistica del Nord America.



********
Una serie di strane e complesse costruzioni raccolte nel mio blog, cliccate i link:

Cano's Castle (costruito coi rifiuti)
Grotto of the Redemption, West Bend, Iowa USA
Coral castle
Le Palais Ideal di Ferdinand Cheval
La casa sull’albero - Crossville - Tennessee
Spiral Island l’isola fatta con le bottiglie di plastica
Winchester House - Usa California, San Josè

venerdì 10 aprile 2015

Baci - Gabriela Mistral -


Baci
Ci sono baci che emettono da soli
la sentenza di una condanna d’amore,
ci sono baci che si danno con uno sguardo
ci sono baci che si danno con la memoria.
Ci sono baci nobili
baci enigmatici, sinceri,
ci sono baci che si danno solo con l’anima
ci sono i baci proibiti e ci sono i baci veri.
Ci sono baci che bruciano e che feriscono,
ci sono baci che turbano i sensi,
ci sono baci misteriosi che hanno lasciato
i miei sogni confusi ed errabondi.
Ci sono baci problematici che nascondono
una chiave che nessuno ha mai decifrato,
ci sono baci che generano la tragedia,
quante rose in boccio ha sfogliato.
Ci sono baci profumati, baci tiepidi
che palpitano in un intimo anelito,
ci sono baci che lasciano sulle labbra impronte
come un raggio di sole in un campo gelato.
Ci sono baci che sembrano gigli
sublimi, ingenui, puri
ci sono baci traditori e codardi,
ci sono baci maledetti e spergiuri.
Giuda baciò Gesù e lasciò impresso
sul viso di Dio, il segno della sua viltà,
mentre la Maddalena con i suoi baci
fortificò pietosa la sua agonia.
Da allora nei baci palpitano
l’amore, il tradimento e il dolore,
le coppie umane assomigliano
alla brezza che gioca con i fiori.
Ci sono baci che provocano deliri
di amorosa, folle, ardente passione,
tu li conosci bene, sono i miei baci
inventati da me, per la tua bocca.
Baci di fiamma che portano impressi nel viso
i solchi di un amore proibito,
baci tempestosi, baci selvaggi
che solo le nostre labbra hanno provato.
Ti ricordi del primo…? indefinibile,
ti lasciò il viso coperto di rosee impronte
e nello spasimo di quell’emozione terribile,
gli occhi si riempirono di lacrime.
Ti ricordi di quella sera, quando in un momento di follia
ti vidi geloso immaginando chissà quale oltraggio,
ti presi tra le mie braccia… vibrò un bacio, e che cosa vedesti dopo…?
Sangue tra le mie labbra.
Io ti insegnai a baciare: i baci freddi
sono di un impassibile cuore di pietra.
Io ti insegnai a baciare con i miei baci
inventati da me per la tua bocca.

 Gabriela Mistral
Premio Nobel per la letteratura, nel 1945.

martedì 7 aprile 2015

Spettacolare albero multicolor - Eucalyptus deglupta -


L'Eucalyptus deglupta  comunemente chiamato eucalipto arcobaleno è abbastanza comune nelle Filippine, in Indonesia e alle Hawaii. La pianta può raggiungere  70m. in altezza e un diametro di oltre 2m. alla base. In situazioni ottimali, con la giusta esposizione solare e molta acqua a disposizione, la pianta cresce molto velocemente e mantiene la sua vegetazione viva tutto l’anno. Quello che caratterizza questi alberi è lo spettacolo cromatico offerto dal loro legno. Il fenomeno è determinato dai pezzetti di corteccia che si staccano in periodi diversi. In fase giovanile il fusto ha una colorazione chiara e omogenea, poi crescendo la corteccia si fessura lasciando emergere gli strati sottostanti che inizialmente sono verdi poi al contatto con l’aria cambiano colore, diventando blu, viola, rosa, giallo, azzurro, grigio, rosso e infine marrone. Il risultato è un tronco incredibilmente variopinto. Basandomi su quanto leggo in rete, pare che questa pianta sia difficilmente coltivabile alle nostre latitudini poiché non sopporta temperature inferiori ai 5°C e lontana dalle condizioni climatiche ideali è difficile che il fusto acquisti colorazioni brillanti e variopinte. Può sembrare quasi incredibile ma leggo che il motivo fondamentale per cui l’Eucalipto Arcobaleno è coltivato è la produzione di legno che viene poi impiegato per la fabbricazione della carta.