saluto

sabato 16 ottobre 2010

Lady Godiva

Lady Godiva
Nel 1043, il conte Leofrico di Coventry fondò un monastero benedettino che cambiò completamente la vita di tutto il suo regno. A poco a poco nella regione si stabilirono commercianti ed artigiani e Coventry si trasformò in una cittadella medievale. Il conte Leofrico per aumentare l’importanza del suo paese, avendo bisogno di molti capitali, cominciò a tartassare i suoi sudditi con ogni sorta di imposta. I poveretti erano disperati ed imploravano di ridurre le tasse ma il conte non li ascoltava. Lady Godiva, la sua sposa, soffriva dell'infelicità del suo popolo e quando il conte le chiese cosa la rattristasse, rispose che provava compassione per la sua gente. Leofrico disse: “Certo per te é difficile capire ma, io ho bisogno di denaro così come tu hai bisogno, per farti bella, di ricche vesti e bei gioielli, senza difficilmente potresti presentarti per strada poiché nessuno noterebbe la tua bellezza e capirebbe che sei una dama di alto lignaggio". Lady Godiva ribatté: "Ciò vuol dire dunque che se io andassi nuda per le vie della città voi abolireste le tasse per i vostri sudditi? Se é così domani attraverserò Coventry da un capo all'altro senza alcun vestito, e voi esonererete dalle tasse i vostri sudditi.”. Invano Leofrico cercò di dissuaderla, Godiva fu irremovibile ed il conte fu costretto ad annunciare a tutta la città ciò che sarebbe successo il giorno seguente. L'indomani, Lady Godiva passò nuda per le vie di Coventry sul suo cavallo bianco: soltanto i lunghi capelli biondi velavano il suo corpo, sapeva che non avrebbe incontrato nessuno. La gente, per rispetto, restò in casa con le imposte chiuse poiché tutti conoscevano il motivo dell'insolito pellegrinaggio. Suo marito fu di parola e tolse la tassa.
Una versione più antica della leggenda racconta che Godiva attraversò il mercato di Coventry da un'estremità all'altra, mentre la gente era riunita, scortata solo da due cavalieri.
C'è anche un'altra storia secondo cui la "nudità" di Lady Godiva potrebbe invece riferirsi al fatto che cavalcò per le strade senza i suoi gioielli, segno distintivo della sua appartenenza alla nobiltà. Resta comunque il dubbio che la famosa cavalcata sia un fatto storicamente accaduto.
Alla morte di Leofrico nel 1057, Lady Godiva continuò a vivere nella contea. unica donna a rimanere un’importante proprietaria terriera anche dopo la conquista normanna. La data della sua morte non è certa ma è avvenuta fra il 1066 e il 1086.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM