saluto

venerdì 8 ottobre 2010

Sirenidi -Lamantino-


 Lamantino
Nome scientifico: Trichecus manatus;T. senegalensis; T. inunguis
Famiglia: Trichechidi (Trichechidae)
Ordine: Sirenidi (Sirenia)
Il peso del lamantino è di 400-500 kg, la lunghezza di 2,8-3,0 m, con massimi di 3,6 metri e 1775 kg, le femmine sono le più grandi.
 
Il suo grosso corpo termina con una ampia coda appiattita, che gli permette gli spostamenti verso l’alto e verso il basso.
La bocca è circondata da setole rigide. La vista non è particolarmente adattata alla vita subacquea, ma l’udito è buono.
E' generalmente solitario, anche se possono formarsi gruppi di una dozzina di individui.
E’ una specie vegetariana, però non è un ruminante. Possiede un intestino
lunghissimo (45 m) che permette di trattenere a lungo il cibo, di digerirlo lentamente e di ricavarne tutti i nutrienti.
 Si sposta molto lentamente, ma se minacciato, è in grado di effettuare degli spostamenti rapidi. Si nutre di piante acquatiche e di alghe.
I denti molari possono essere sostituiti, crescono di circa 1 mm al mese, sino a sostituire i precedenti
.
Nel periodo riproduttivo, la femmina è accompagnata da 6-8 maschi, con i quali s’accoppia. Partorisce un unico piccolo, dopo circa un anno di gestazione. Già dopo qualche settimana il cuccioio può nutrirsi di vegetali, ma rimane in compagnia della madre sino ai 2 anni. La maturità sessuale è raggiunta a 4-8 anni.
Il lamantino comunica con una specie di cinguettio e squittio.
Vive nelle acque costiere poco profonde, gli estuari ed i fiumi.
La specie americana, T.manatus, è presente nel sud-est degli Stati Uniti (Florida), lungo le coste dei Caraibi e nel nord del Sud America;
la specie africana, T. senegalensis, è presente nell’Africa occidentale (dal Senegal all’Angola).
La sua docilità, i suoi lenti movimenti e la sua carne stanno mettendo a rischio la sua sopravvivenza

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM