saluto

giovedì 12 gennaio 2012

Core analfabeta - Totò -


Core analfabeta

Stu core analfabbeta
te lle purtato a scola
e se mparato a scrivere,
e se mparato a lleggere
sultanto 'na parola
Ammore e niente cchiu'.
Ammore,
ammore mio si tu,femmena amata.
Passione,
passione ca sta vita daie calore.
Quanno te vaso a vocca avvullutata,
chistu velluto m'accarezza 'o core,
stu core,
ca tu pa' mano lle purtato a scola,
e se mparato a scrivere,
e se mparato a leggere...
Ammore e niente cchiu'.
Stu core analfabeta
mo soffre e se ne more
penzanno ca si femmena
e te putesse perdere
e perdere ll'ammore
ca lle mparato tu.
Giuremo ancora ca tu si dda mia
primma che me ne moro 'e gelusia.
Passione,
suspira 'o core mio femmena amata,
tu lle mparato a scrivere,
tu lle mparato a leggere...
Ammore e niente cchiu'.

Antonio de Curtis in arte Totò.

6 commenti:

  1. Anche con questa poesia Il grandissimo Totò dimostra che anche dopo la sua scomparsa è e resterà nei nostri cuori caro Enrico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, Totò ha scritto sia i versi sia le note di questa canzone. In rete c'è anche il filmato dove la canta.
      http://youtu.be/g1xDl9QiKAo
      Ciao buona giornata
      enrico

      Elimina
  2. Ciao Enri, questo "Core analfabeta", ha imparato quello che gli serviva per essere estremamente colto!
    Grande Totò!

    RispondiElimina
  3. Verissimo Sciarada, lui conosceva bene la grammatica dell'amore
    Buona serata
    enrico

    RispondiElimina
  4. Totò é nel profondo del mio animo!

    RispondiElimina
  5. Come succede spesso, Totò è stato valorizzato dopo la sua morte.
    Ciao Adriano
    enrico

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM