saluto

giovedì 2 maggio 2013

Porta principale del Duomo di Milano - e ... un rito misterioso -


La porta principale del Duomo di Milano 
Il Duomo di Milano è l'opera più importante dell'architettura gotica in Italia, ci sono in totale 3400 statue di cui 1100 all'interno 2300 all’esterno, oltre ad un numero enorme di sculture a mezzobusto nelle cornici e nei finestroni, decori e spettacolari vetrate (fonte Milano turismo).
 La costruzione fu iniziata nell'anno 1386 e vi lavorarono numerosi architetti che influenzarono l’estetica della cattedrale. La facciata iniziata dall'anno 1567, fu realizzata nello stile classico-barocco. Nell'anno 1805 furono conclusi i lavori di facciata, mentre continuarono le costruzioni delle piccole e piccolissime torri per tutto il novecento. Realizzata  in marmo bianco la Cattedrale è lunga più di 157 m.
Il Duomo di Milano ha 5 porte bronzee intarsiate a rilievo. La Porta Maggiore fu ideata da Lodovico Pogliaghi che realizzò anche le spalle di marmo che la incassano in posizione arretrata rispetto alla facciata.
La porta ha due battenti ed è caratterizzata da tante scene scolpite che descrivono la vita e la morte di Gesù. In mezzo all'apertura vi è un albero che potrebbe forse simboleggiare “l'albero della vita” che diramandosi sorregge le formelle. 
(Quella che segue è una mia descrizione molto riduttiva dell’opera
 Sul battente di sinistra è rappresentata la serie dei dolori "L'addio di Gesù alla madre", la "Flagellazione", la "Salita al calvario" la "Crocefissione" e la "Deposizione dalla croce". 
Sul battente di destra sono raffigurati la serie dei gaudii la "Nascita di Maria", lo "Sposalizio"  "L'Annunciazione, la "Visitazione" e la "Natività”.


*****
Il rito scaramantico
Guardando il battente di sinistra, nella penultima serie di formelle in basso, spicca  un particolare che scintilla sotto i raggi del sole e attira l’attenzione  dei passanti; è la gamba di uno dei fustigatori di Gesù, che ogni giorno è sfiorata da decine di mani. Nessuno sa spiegare questo strano rito che è riservato ad un personaggio minore e non certo degno d’attenzione. Nella formella accanto, lo stesso rito è riservato alla mano che Gesù porge alla figura inginocchiata ai suoi piedi. C’è chi dice, poco convinto, che il gesto scaramantico porti fortuna ma sembra che nessuno sappia realmente perché compia quel rituale. Sulla coscia del  flagellatore è visibile il segno lasciato da uno spezzone di una delle bombe  sganciate sul centro di Milano, nel corso della seconda guerra mondiale.



>MILANO< clik

La leggenda di Carlina

12 commenti:

  1. Habituè di Milano, qualcosa ne sapevo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adriano probabilmente tu conosci Milano meglio di me, io rimando spesso la visita a certi luoghi con la scusa che: ... qui ci abito e quindi posso andare a visitarli quando voglio :-)
      buona giornata
      enrico

      Elimina
  2. Caro Enrico, non conosco bene Milano, so solo che il duomo è il gioiello della città!!! Grazie del post che gli ai dedicato.
    Buon pomeriggio caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso so che sei un giramondo, che vuoi che sia se no conosci bene Milano.
      Buona giornata.
      enrico

      Elimina
  3. Ciao Enrico da te c'é sempre qualcosa da imparare
    quando ho visitato il duomo ho notato quei particolri
    ma non sapevo ci fosse un rito scaramantico
    buona serata

    Tiziano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Imparare" è una parola troppo importante, diciamo che qualche volta cerco risposte a cose che io non sapevo e dopo che le ho apprese le pubblico come curiosità.
      Buona giornata Tiziano
      enrico

      Elimina
  4. La prossima volta che andrò a visitare il Duomo di Milano ( è da parecchio che ci manco) invece di andare sparato a vedere la consolle dell'organo - magari sperando che ci sia qualcuno a suonare - mi soffermerò sulo portone d'ingresso...

    Non conoscevo assolutamente queste storie, grazie!

    Buona serata.

    RispondiElimina
  5. Magari prima vai all'organo e quando esci guardi il portone, dove non mancano certamente particolari da scoprire :-)
    Buona giornata Leonardo
    enrico

    RispondiElimina
  6. Sempre interessanti i tuoi "dettagli" sulle opere d'arte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno conosco i particolari e più devo documentarmi :-)
      Buon fine settimana Gianna, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  7. Io non ho mai visto il Duomo di Milano, ma se un giorno ci andrò, cercherò di far caso a questi particolari, e sicuramente mi verrai in mente tu con questo post.
    Un abbraccio Enrico, ti auguro una serena serata

    RispondiElimina
  8. Grazie Betty ... ora so che tipo di post devo fare per farmi ricordare dalle donne. ahahah
    Buon fine settimana, ti abbraccio
    enrico

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM