saluto

mercoledì 17 dicembre 2014

San Francesco e la tradizione del presepe

immagine web modificata

La tradizione del presepe è legata alla vita di San Francesco che per primo fece a Greccio il 25 dicembre 1223una rappresentazione vivente della nascita di Gesù.
Nel 1220 San Francesco andò a visitare i luoghi in cui visse Gesù e a Betlemme sostò a lungo a pregare e meditare sul luogo in cui nacque il Salvatore.  Tornato in Italia continuava a ripensare  alla nascita di Gesù e il Natale del 1223 decise di organizzare una rappresentazione della Natività.
A Greccio San  Francesco con l’aiuto di tutti i pastori, allestì una capanna  che ricordasse la grotta di Betlemme dove nacque Gesù, poi a lavoro ultimato in un angolo furono posti un bue e un asinello.
Era la notte di Natale e gli abitanti di Greccio incuriositi andarono a vedere cosa stessero facendo e Francesco chiese a una coppia  di  mettersi nella stalla come se fossero San Giuseppe e Maria, in mezzo a loro pose una culla fatta di paglia dove sarebbe stato collocato Gesù bambino. Davanti alla folla che si era radunata Francesco introdusse con poche parole la Veglia natalizia che si concluse con queste parole: “Fratelli, siete accorsi stanotte per vedere con i vostri occhi la nascita del nostro Signore. Egli è nato umile e povero, e umili erano anche le persone che lo hanno adorato. L’umiltà e la povertà con le quali Dio si è rivelato all’umanità sono l’unica via che conduce al bene assoluto; in questo sta la perfetta letizia”.
Il Santuario di Greccio oggi è  noto in tutto il mondo per essere stato scelto come primo teatro della rievocazione della Natività di Betlemme.

San Francesco nel sacro Speco di Assisi


12 commenti:

  1. Cara Enrico, ecco ancora una cosa, che mi fai ricordare, San Francesco ha lasciato i suoi ricordi in tutto.
    Ciao e buona giornata caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso sono state proprio la bontà e la semplicità, le doti che hanno caratterizzato la sua vita.
      Buon fine settimana
      enrico

      Elimina
    2. Ciao Loris ti auguro un sereno e felice Natale d'amore con i tuoi cari.
      enrico

      Elimina
  2. Meu Amigo.
    Eu enviei no seu email um presente de Natal para você oferecer a todos os seus amigos seguidores e visitantes .
    Foi com imenso carinho que lhe fiz espero que esteja do seu agrado.
    Um feliz final de semana beijos.
    Evanir.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara amica Evanir nel post successivo ho pubblicato i tuoi graditissimi auguri che ho condiviso con i nostri lettori, sono convinto che li accoglieranno con piacere.
      Buone feste baci e abbracci
      enrico

      Elimina
  3. Non sono mai stato in questo luogo "storico" dove San Francesco ha allestito il primo Presepe.
    Credo che ancora oggi vi si nasconda l'emozione di una " invenziane" che non ha eguali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La rappresentazione della Natività ha un fascino particolare specialmente quando è ampliato dalla partecipazione delle persone.
      Buon fine settimana Costantino
      enrico

      Elimina
  4. Caro Enrico ti auguro di trascorrere con serenità assieme alla tua famiglia le festività natalizie.
    Un affettuoso abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cettina ti ringrazio per gli auguri che ricambio con affetto auspicando per te e famiglia serene e gioiose festività.
      enrico

      Elimina
  5. Risposte
    1. Ciaoooo Adriana è bello leggerti dopo tanto tempo.
      Ne approfitto per darti un caloroso e amichevole abbraccio.
      Buon fine settimana
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM