saluto


venerdì 16 dicembre 2016

La copia del Partenone a Nashville USA


Nashville in Tennessee USA è detta anche l'Atene del sud, ricca d’architettura classica e neo-classica, vanta una riproduzione a grandezza naturale del Partenone, il tempio di Atene dedicato alla dea Atena. La costruzione realizzata originariamente in legno gesso e mattoni nel 1897 per "The Tenneseee Centennial Exposition", fu poi rifatta nel 1920 in calcestruzzo, riproducendo i calchi originali del British Museum e del museo dell'Acropoli. L'esterno fu terminato nel 1925, l'interno nel 1931. Nel tempio c'è anche la riproduzione della statua alta 13 metri raffigurante Atena Parthenos. Alan LeQuire ha realizzato la scultura utilizzando un composto di gesso e fibra di vetro sorretto da un’armatura d’alluminio ed acciaio. 
La statua originale scolpita da Fidia nel 438 a.C. era alta quasi 13 metri, nel tempio poggiava su un basamento alto circa un metro e mezzo ed era ricoperta con moltissimo oro. L’originale non esiste più, ma si è potuto riprodurla perché sono giunte fino a noi delle piccole copie, era raffigurata anche sulle monete di epoca romana, poi c’è la descrizione minuziosa lasciataci da Plutarco e dallo scultore Pausania. 

8 commenti:

  1. Che meraviglia!!
    Fa impressione l’imponenza della statua raffigurante Atena Parthenos, m’immagino dal reale…
    Interessantissimo, grazie!
    Un abbraccio carissimo Enrico, e buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Betty io immagino che se già colpisce l’immagine fotografica, l’impatto visivo dell’opera dovrebbe essere notevole, anche se si tratta di una copia.
      Ciao felice fine settimana, un abbraccio.
      enrico

      Elimina
  2. Risposte
    1. Ciao Vincenzo io non so che dirti, questo di Nashville non l’ho visto, ma per fare un esempio io non ho mai visto nemmeno il vero David di Michelangelo e pur sapendo che la statua che stavo guardando in piazza a Firenze è una copia, non mi aveva deluso.
      Felice fine settimana.
      enrico

      Elimina
  3. Ciao Enrico, io condivido l'opinione di Vincenzo, preferisco l'originale.
    Buona serata.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto l’Acropoli con il Partenone, il Tempio della Concordia e gli altri tempi nella valle dei Templi d’Agrigento, ho visto siti archeologici come il teatro di Taormina o le vestigia della Roma antica…,mi piacerebbe vedere la ricostruzione fatta a Nashville per avere un’idea di come appariva il tempio in origine.
      Felice fine settimana cara Antonella un abbraccio.
      enrico

      Elimina
  4. Gli americani hanno l'abitudine di copiare i vari monumenti del mondo. A Las Vegas hanno creato Venice (Venezia) con la chiesa di San Marco, il campanile ed il ponte di Rialto in miniatura (grande scala comunque) e nei vari canali girano le gondole. Non so se i gondolieri siano veneziani o americani perché la voga della gondola è un po' particolare e bisogna impararla. Credo che nel caso del Partenone, la riproduzione fosse alle dimensioni originali. In veneziano si dice : "Chi no ga i gamberi se contenta dele sate". Traduzione : "Chi non ha i gamberi si accontenta delle zampe". Credo che l'allusione possa esprimere il mio pensiero. Ciao e buone feste natalizie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una copia è solo e resterà sempre soltanto una copia, ma nel caso di antichi edifici ormai ridotti a ruderi, se le ricostruzioni sono fatte bene basandosi su dati certi, m’incuriosisce la possibilità di vedere come erano in origine.
      Ciao Elio felice fine settimana
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM