saluto


mercoledì 10 novembre 2010

India leggendaria

Mohenjo-Daro circa 2500 a.c

"Un solo proiettile, carico di tutta la potenza dell'universo. Una colonna incandescente di fuoco e fumo, lucente come diecimila soli, si levò in tutto il suo splendore, era un'arma sconosciuta, un fulmine di ferro, un gigantesco messaggero di morte, che ridusse in cenere l'intera razza dei Vrishnis e degli Andrakas… I cadaveri erano così bruciati da essere irriconoscibili. I loro capelli e le unghie caddero, il vasellame si ruppe senza causa apparente, e gli uccelli divennero bianchi. Nel giro di poche ore, tutti i cibi erano diventati infetti. Per sfuggire a questo fuoco, i soldati si gettarono nei fiumi, per lavarsi e lavare i loro equipaggiamenti…. Quella potente arma portò via masse di guerrieri, cavalli, elefanti e carri, come fossero foglie secche degli alberi. trascinate dal vento...sembrano bellissimi uccelli in volo....che volano via dagli alberi….grandi nuvole che si aprono l'una sopra l'altra come una serie di giganteschi parasoli ( la famosa nube a forma di fungo, tipica di un'esplosione atomica?)…..l'arma misurava tre cubiti e sei piedi..era rovinosa per tutte le creature viventi….le due armi si scontrarono in cielo. Allora la terra, con tutte le sue montagne, i mari e gli alberi presero a tremare, e tutte le creature viventi furono riscaldate dall'energia delle armi e gravemente danneggiate, i cieli avvamparono e i dieci punti dell'orizzonte si riempirono di fumo.".

Sembra un racconto di fantascienza, ma non è stato scritto oggi.

Testi come il Mahabharata, il Samarangana Sutradara, il Ramayana, la Mahavira Chiarita, e altri ancora, sono antecedenti alla nostra civiltà di migliaia d'anni, frutto d'ignoti scribi dell'antica India, che forse attorno al 1500 a.C., trascrissero storie che erano tramandate da millenni in forma orale.
Alcuni sostengono che la grande guerra narrata nel Mahabharata, sia solo il resoconto mitizzato dell'invasione dell'India, perpetrata da popoli provenienti dal Nord e che non c'è mai stata una guerra nucleare. Forse hanno ragione gli studiosi ma in India, l'antica e misteriosa città di Mohenjo-Daro, vero modello urbanistico per l'epoca, presenta alcune anomalie molto strane. La distruzione della città pare sia stata improvvisa e dal ritrovamento di alcuni oggetti vetrificati, sembra sia stata sottoposta a un'ondata di calore molto intenso seguito da un veloce raffreddamento; simile agli effetti che avrebbe una bomba atomica fatta scoppiare al suolo. I pochi scheletri risultati radioattivi, fanno pensare che la città fosse stata abbandonata poco prima della distruzione. Le antiche leggende di questi luoghi narrano di divinità adirate con gli abitanti di queste città, che scesero dal cielo con i loro mezzi volanti e con armi terribili per portare morte e distruzioni. Alcuni vogliono collegare queste leggende al mito biblico di Sodoma e Gomorra.
 

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM