saluto

mercoledì 20 ottobre 2010

La gloria o spettro di Brocken.



La gloria o spettro di Brocken.
Fu osservata e descritta da Johann Esaias Silberschlag nel 1780.
Una gloria è un fenomeno ottico prodotto dalla luce riflessa verso la sua fonte, da una nuvola di goccioline d'acqua di dimensioni uniformi. E’ un enorme ingrandimento dell'ombra proiettata dall'osservatore, quando il Sole è basso, sulla superficie delle nuvole che circondano una montagna su cui l'osservatore si trova. L'apparente ingrandimento che l'osservatore percepisce è un'illusione causata dal fatto che la superficie delle nuvole relativamente vicine è giudicata alla stessa distanza degli oggetti al suolo visibili negli squarci tra le nubi, in realtà più lontani.
Essa può avere multipli anelli colorati. Poiché è visibile in direzione opposta a quella del Sole, si osserva più comunemente, quando si è in volo, con la gloria che circonda l'ombra proiettata dall'aeroplano sulle nuvole.
In Cina, questo fenomeno è chiamato "Luce di Buddha". Era spesso osservato su alte montagne coperte di nubi, come lo Huang shan e il
Monte Emei. Registrazioni di questo fenomeno sul Monte Emei risalgono al 63 d.c. poiché, l'aureola colorata circonda sempre l'ombra dell'osservatore, era spesso considerata indice di illuminazione personale dell'osservatore, associata al Buddha o a qualcosa di divino, fino a quando la scienza moderna spiegò l'ottica che sta dietro al fenomeno.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM