saluto


mercoledì 9 maggio 2012

Eşref Armağan un pittore che vede il mondo con le dita.


Eşref Armağan.
Eşref Armağan è un pittore di origine turca nato nel 1953, ha fatto venti mostre in Turchia, Italia, Cina, Olanda e Repubblica ceca. Ciò che rende unico questo pittore è l'uso della prospettiva, dei chiaroscuri, e dei colori che utilizza nei suoi quadri, tutte cose impensabili in un pittore non vedente. Eşref Armağan è nato senza occhi e realizza i suoi quadri senza nessun aiuto. Traccia con una punta il contorno del disegno poi con una tecnica personalissima basata sulla sensibilità di mani e dita, senza usare pennelli, dipinge con le dita, utilizzando prevalentemente colori a olio, che sono lasciati asciugare completamente, per non mischiarli, prima di applicare un nuovo colore. Eşref è stato oggetto di approfonditi studi da parte dei neurologi, affascinati dalla sua abilità. Nel 2004 è stato l'oggetto di uno studio della percezione umana, condotta dallo psicologo John M. Kennedy dell'Università di Toronto. Nel 2008 due ricercatori di Harvard, i dottori Amir Amedi e Alvaro Pascual-Leone, hanno studiato le reazioni del suo cervello mentre dipinge, e hanno scoperto che la sua corteccia celebrale si comporta in modo diverso da come agisce nei non-vedenti. Sposato e padre di due figli Eşref Armağan è capace di ricreare attraverso l'arte, una realtà che non ha mai visto nel senso in cui intendiamo noi. Nato in una famiglia molto povera che non gli ha permesso di ricevere alcuna istruzione, ha imparato da solo a scrivere e a dipingere paesaggi e ritratti; ha imparato a distinguere i colori, basandosi sulla fine percezione tipica dei non vedenti. Suo il "ritratto" della Volvo S60.

16 commenti:

  1. Risposte
    1. "Incredibile" è la sintesi perfetta
      Ciao Adriana buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  2. Pittore eccezionale, non lo conoscevo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È eccezionale ciò che riesce a fare, senza "vedere".
      Ciao Gianna buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  3. Strabiliante!
    Sei sempre all'avanguardia.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lascia increduli.
      Ciao Cristiana buona giornata, un abbraccio.
      enrico

      Elimina
  4. Direi anch'io che è incredibile, eccezionale e strabiliante. Dipinge meglio di tanti imbrattatele, me compreso. Ciao ed a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardando le sue opere, è facile dimenticare che è un non vedente.
      Ciao Elio buona giornata
      enrico

      Elimina
  5. Risposte
    1. L'uso dei colori è impressionante
      Ciao Adriano buona giornata
      enrico

      Elimina
  6. Che mistero...la sua sensibilità è davvero grandiosa...il fatto di dipingere con le dita è molto utile perchè così forse può riportare su tela le sensazioni che ha provato al tatto...poi il contatto con la materia è molto bella..Baci. Grazie di aver condiviso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il quadro che più mi sorprende è quello in cui si vede il mare con una vela all'orizzonte, è riuscito a dipingere ciò che evidentemente gli hanno descritto.
      Ciao Arianna buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  7. è intrigante la storia e il dono di quest'uomo,ne avevo già sentito parlare. proponi sempre temi non banali !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho fatto il post perché mi ha colpito la sua storia.
      Ciao Silvia, buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  8. Lascia stupefatti.
    Ciao Carmine, buona giornata
    enrico

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM