saluto

mercoledì 12 settembre 2012

Festa della fertilità in Giappone


Festa della fertilità in Giappone
Ogni anno all’inizio della primavera, gli abitanti del villaggio di Komaki Tagata, circa 400 km a sud di Tokio, celebrano la festa del pene “Hounen Matsuri”. Una settimana prima, in un villaggio vicino, c’è il festival della vagina “Hime no-Miya”. Queste antichissime feste popolari dovrebbero favorire il raccolto e incrementare la fertilità della terra e degli uomini. Vedere gente che trasporta in parata statue giganti a forma fallica o di genitali femminili, succhiare lecca lecca a forma di pene o caramelle a forma di vagina può scandalizzare o fare sorridere. Realmente nessuno adora quelle sculture, si tratta solo di un rito propiziatorio.
Al festival di Hime no-Miya, i bambini portano una piccola vagina al santuario di Ogata i genitori, pregano per la salute dei neonati e festeggiano con sakè, birra e spuntini.  Nella sfilata principale 40 uomini trasportano una vagina enorme fino al santuario.
Al festival “Hounen Matsuri” un gruppo composto di 60 uomini quarantaduenni, trasporta in processione, un’enorme scultura fallica, del peso di 280 kg e oltre 2 metri di lunghezza. Lungo il percorso ci sono musicisti e signore trentaseienni, che portano falli lunghi 60 cm.
In Giappone 36 anni per le donne e 42 per gli uomini sono considerate età sfortunate, boh chissà perché? (°_°)
La festa si conclude con il “Mochi Nage” il lancio sulla folla di "mochi", un dolce a base di riso.

Tutto il mondo è paese, già nel 1781 c’era chi si scandalizzava per i riti che si tenevano nel santuario di Cosma e Damiano ad Isernia.

Alcuni racconti popolari sono divertenti

17 commenti:

  1. Ciao Enrico, non ti preocupare capita a volte anche a me che alcune commenti lo trovo nel sparm.. Si le parole di George Carlin tocano veramente il cuore... ti abbraccio Pif

    RispondiElimina
  2. La festa per la fertilità, forse sarebbe meglio fare una festa ad imparare a convivere in armonia qui sulla terra... siamo già troppi hahahahah

    RispondiElimina
  3. Ciao Pif stavo ricontrollando e trovo anche questi due nuovi commenti nella cartella "spam".
    Metto la redazione di blogger nello spam se non capiscono che ci tengo ai tuoi commenti :-)
    Sarebbe fantastico se finalmente imparassimo a rispettarci e ad amarci in questo nostro piccolo pianeta sempre più affollato.
    Buona giornata, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  4. Quanto vorrei quei posacenere!
    Ci tengono a non estingursi!
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Creare quei posacenere non è difficile con la tecnica della ceramica a freddo, basta solo fare gli... stampi ahahah.
      http://amici-in-allegria.blogspot.it/2010/10/creare-oggetti-con-la-ceramica-freddo.html
      È giusto che i giapponesi cerchino di incrementare le nascite poiché sono quattro gatti e vivono su un territorio sconfinato:-))
      Ciao Cristiana buona giornata
      enrico

      Elimina
  5. Che interessante post caro Enrico, le immagini sono stupende.
    Buona giornata caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso a mio avviso sono manifestazioni che vanno prese con un po’ di humour.
      Ciao buona serata
      enrico

      Elimina
  6. Ci vuole la cultura orientale per organizzare festeggiamenti così .
    Nel nostro bel Paese, sfilate del genere provocherebbero certi strali...e non di "Giove Pluvio" !!!

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel 1700 nel santuario di Isernia dedicato ai Santi Cosma e Damiano, pare che le richieste fossero anche più esplicite.:-) Tutto sommato basta sorridere.
      Ciao Sirio buona giornata.
      enrico

      Elimina
  7. Un aspetto del Giappone che proprio non conoscevo!

    RispondiElimina
  8. Leggo in rete che anche da noi si fa qualche cosa di simile:
    "Il 2 agosto in molte zone dell’arco alpino è la festa degli uomini, per la precisione dei loro genitali. Pare che la festa sia di derivazione napoleonica, quando i soldati che indossavano fuseaux molto attillati dovevano, per motivi di ordine visivo, sistemare i “gioielli” a sinistra – les deux á gauche (i due a sinistra). L’ironica saggezza popolare ha storpiato la frase che è diventata les deux août…. (il 2 agosto)".
    Ciao Adriano buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
  9. Risposte
    1. Certo vederli portare in "processione" un organo genitale sia maschile sia femminile fa sorridere.
      Ciao Cavaliere buona serata
      enrico

      Elimina
  10. Ah, ah, che roba! Me ne ha parlato qualcuno proprio in questi giorni...

    RispondiElimina
  11. Mi fanno sorridere le due donne che reggono divertite il simbolo dei festeggiamenti.
    Ciao Adriana buona serata, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  12. Ciao Enrico, passo vellocissimo partiamo con il camper... ti auguro un sereno weekend, a lunedì.. con amicizia Pif

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Pif buon fine settimana, divertitevi. Un amichevole ed affettuoso abbraccio
      enrico.
      Ps.
      Il tuo messaggio è finito ancora nella cartella sbagliata.

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM