saluto

lunedì 12 gennaio 2015

Torre del Baradello - Como


Il Baradello – Como. 
Nel Parco Regionale della Spina Verde su un promontorio a 430 m  s.l.m. dal quale è possibile godere di una bella panoramica della città di Como, si erge il Castello Baradello. La struttura meglio conservata del complesso è un massiccio torrione quadrangolare la cui base misura m 8.20 x m 8.35, aveva un’altezza complessiva di m 28 ed era stato eretto su una precedente fortificazione medievale, oggi alla torre manca solo la merlatura.
 Il complesso fu voluto dall'imperatore Federico Barbarossa nel 1158 per vigilare sulla città e difenderla dagli attacchi dei milanesi. Sulla targa posta  all’entrata, si legge che fu  rafforzato e sopraelevato fra il 1426 ed il 1436. Nel 1527 fu ridotto a un rudere dagli spagnoli.
Nel 1903 furono eseguiti i primi restauri della torre perché pericolante e interventi definitivi furono eseguiti sulle strutture esterne dal 1971 al 1985.
Il Castello è legato storicamente alla tragica fine di Napoleone della Torre, soprannominato Napo Torriani che sconfitto da Ottone Visconti nella battaglia di Desio, fu rinchiuso in una gabbia appesa alla parete della torre  del Baradello, dove morì nel 1278 dopo diciannove mesi di sofferenze.
Davanti alla torre ci sono altri ruderi: una torretta di avvistamento del XIV secolo, una cisterna per la raccolta dell'acqua  e i resti di un'altra fortezza più vasta che anticamente doveva essere congiunta con una cinta muraria, che la collegava alla sottostante Cà Merlata (oggi Camerlata).  Nella torre è stata ricostruita la stanza in cui l’Inquisizione praticava le torture che causarono la morte di molte persone additate come maghi, streghe, o erano personaggi politici “scomodi”.

18 commenti:

  1. Caro Enrico, grazie di averci fatto conoscere questi luoghi veramente belli e specialmente sapendo che non li conoscevo. Ciao e buona settimana caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao caro Tomaso io ho vissuto molti anni a Como, questi sono luoghi che conosco bene.
      Buona giornata
      enrico

      Elimina
  2. Che bei posti, ricchi di fascino e di storia!

    Ciao Enrico, buona settimana,
    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La torre è importante per la storia, ma non è certo un monumento eccezionale.
      La visione del lago invece è stupenda. (specie se la torre è aperta)
      Buona giornata Cristina un abbraccio
      enrico

      Elimina
  3. Molto interessante!
    Buon inizio di settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vincenzo il “Parco della spina verde” potrebbe essere la meta per un picnic domenicale.
      Buona giornata
      enrico

      Elimina
  4. Ciao Enrico sono stato parecchie volte a Como ma fin lassù non sono mai salito e mi accorgo ora di aver perso la possibilità di ammirare un stupendo panorama e un angolo ricco di storia.
    P.S.Ricordo che nel periodo in cui lavoravo a Milano più di una domenica ho preso il treno insieme a degli amici e andavo a Como, ricordo che una calda domenica di luglio degli anni '60 arrivammo verso le undici, un caldo bestiale e vedendo tutta quell'acqua fresca non ho resistito, con me avevo già il costume e in pochi minuti era già in acqua non era il mio Piave, ma andava bene lo stesso, mi mancava solo il trampolino per tuffarmi, ma individuai anche quello, era il grosso palo dove attraccava il battello, e salito in cima iniziai a tuffarmi!
    Non ricordo per quante volte lo feci, ricordo solo che mentre facevo l'ultimo tuffo suonava mezzogiorno nel frattempo il molo si era riempito di spettatori.
    Son passati tanti anni ma sogno sempre di tornare, non per rituffami ma per vedere ancora una volta il lago e quel grosso palo!!!
    ciao buon pomeriggio.
    Tiziano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi da Camerlata si arriva in macchina quasi fino alla torre, il rimanente percorso pedonale è una passeggiatina nel bosco di poche centinaia di metri.
      Per quanto riguarda il palo da cui ti tuffavi, teoricamente quello che l’ha sostituito, potrebbe essere nella foto in alto. :-)
      Se arrivavate con la ferrovia Nord, l’uscita della stazione è appena fuori inquadratura sulla sinistra della foto.
      Ciao Tiziano buona giornata.
      enrico

      Elimina
  5. Le sue pareti devono salvare difendere gelosamente , grandi storie .

    Dalla cima , di la torre deve fare i bellissimi paesaggi .

    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo la torre non è sempre aperta al pubblico ma è un luogo favoloso per scattare foto.
      Per quanto riguarda le sue mura, sono state restaurate.
      Buona giornata Ventana de foto
      enrico

      Elimina
  6. Il lago di Como è spettacolare, ma anch'io come Tiziano non sono salito fin lassù. Peccato! Credo di aver perso un'occasione per ammirare uno scorcio storico e artistico affascinante.

    Sarà per la mia prossima visita al lago...

    Ciao zio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con la bella stagione se uno ha deciso di fare una gita a Como, prima di scendere in città può parcheggiare a Camerlata, fare quattro passi, ammirare il panorama e fare qualche foto. Poi riprende l’auto e scende in città.
      Buona giornata Pino
      enrico

      Elimina
  7. giuro l'ho vista tante volte non mi ci sono mai soffermato, grazie delle info

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Difficile non notarla da Como. Decisamente fu costruita in un luogo strategico per controllare la zona.
      Buona giornata Carmine.
      enrico

      Elimina
  8. Il fascino del lago e questo storico castello meritano senza dubbio di essere visitati.
    Mai dire mai!
    Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il lago di Como merita una visita e la torre del Baradello è un ottimo punto di osservazione per apprezzare le bellezze della zona.
      Buna giornata Lucia un abbraccio
      enrico.

      Elimina
  9. Ciao caro Enrico, da tanto dempo desidero a visitare per un paio di giorni con il camper il lago di Como... devesere un bellissimo posto da esplorare... un abbraccio Rebecca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Rebecca il lago di Como specialmente durante la fioritura primaverile è stupendo. Le ville e i giardini fioriti che si affacciano sul lago, uno per tutti Villa Carlotta ma ce ne sono molti, meritano una visita.
      Buona giornata un abbraccio
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM