saluto


mercoledì 27 ottobre 2010

Giudaismo


Il Giudaismo 
Nella Bibbia la parola "giudaismo" compare per la prima volta nel Secondo libro dei Maccabei, nel II secolo a.C. (cf 2Mac 2,21; 14,37-38).
Paolo usa questo termine in Gal 1,14-1

Tre realtà principali gravitano attorno all'idea di "giudaismo": la legge, il tempio e il sacerdozio. La legge (Torah), intesa come insegnamento e regola di vita, è la più specifica e caratterizzante.  I rapporti tra religione e politica,  il dinamismo dei movimenti religiosi e dei gruppi politici rendono assai variegato e complesso l'ambiente giudaico delle origini cristiane. All'inizio del secolo non si presenta affatto come una religione monolitica, si distingue un giudaismo della diaspora e uno  palestinese, la religione giudaica si presenta frazionata in molti giudaismi, tra loro in competizione o in dialogo,comunque distinti l'uno dall'altro, e dai quali emergeranno il cristianesimo e il giudaismo rabbinico. All'interno si collocano i vari gruppi che compongono la società giudaica del primo secolo. Sotto il profilo giuridico e cultuale si distinguono:
- i sacerdoti, con al vertice il Sommo Sacerdote
- i leviti, ministri subalterni del culto
- gli israeliti: ebrei a pieno titolo e diritto
- i proseliti: convertiti al giudaismo e "circoncisi"
- i timorati di Dio: simpatizzanti del giudaismo.
Il sinedrio costituiva la suprema assemblea amministrativa e giudiziaria, formata essenzialmente da tre componenti: sacerdoti, scribi e anziani.
La classe sacerdotale, godeva di prestigio e potere. Il sommo sacerdote, la cui rappresentanza legale era riconosciuta anche dai romani. fino al 70 d.C. era il ministro principale del culto nel tempio, grande interprete della Torah, giudice supremo e capo del Sinedrio.
Gli scribi: erano considerati gli specialisti della Torah, dottori della Legge, maestri e teologi. Non costituivano un raggruppamento politico-religioso, potevano essere farisei o anche sadducei.
Gli anziani del popolo erano i capi dell'aristocrazia laica, una componente molto influente nel Sinedrio. Erano in gran parte nobili culturalmente ellenizzati e politicamente filoromani.
Altri gruppi politico-religiosi menzionati nei Vangeli sono:
I Sadducei: il loro nome deriva da Sadoq, capostipite della linea sacerdotale legittima (cf 1Re 2,35). Al tempo di Gesù rappresentavano i gradi più elevati della gerarchia sacerdotale, le classi benestanti e i nobili. Per mantenere il potere non si facevano scrupolo di venire a compromessi con i romani. Accettavano solo la Torah scritta, diversamente dai Farisei che ritenevano ispirata anche la Tradizione (la Torah orale). Inoltre non credevano nella risurrezione dei morti e nell'esistenza degli angeli.
 I Farisei si distinguevano per una osservanza scrupolosa della Torah sia scritta che orale (complessivamente 613 precetti) 3 precetti in particolare: l'osservanza del sabato, la legge della purità (cibi, persone, cose), la decima. Godevano di grande stima presso il popolo che li considerava maestri e modelli di religiosità.
Gli Zeloti erano tra i più radicali e decisi oppositori dell'occupazione romana. Si annoverano degli zeloti anche tra i discepoli di Gesù. Nell'elenco dei Dodici figura infatti Simone, designato con l'appellativo di "zelota" (vi è chi ritiene tale anche Giuda Iscariota).
Gli Esseni non sono esplicitamente menzionati nel Nuovo Testamento. Si tratta di un gruppo religioso dissidente e polemico nei confronti del culto che si praticava nel tempio di Gerusalemme, con un orientamento spirituale di tipo apocalittico. La comunità principale sembra essere quella di Qumran dove si viveva in celibato, studio e osservanza della purità legale (gli scavi hanno messo in luce molte vasche per abluzioni). I documenti scoperti per caso nel 1947 nelle grotte di Qumran hanno portato nuova luce sulle conoscenze del giudaismo del I secolo e dell'ambiente in cui è sorto il cristianesimo.
I Samaritani consideravano testo sacro il solo Pentateuco e avevano un loro culto sul monte Garizim (cf Gv 4). Al tempo di Gesù erano considerati nemici dai Giudei. 

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM