saluto


martedì 5 ottobre 2010

Nautilus Pompilio


Nautilus Pompilio è considerato l'ultimo fossile vivente.
E' l'unico Cefalopode con conchiglia esterna. La superficie della conchiglia è liscia con bande bruno rossastre . In posizione centrale si trova da ambo i lati l'ombelico che può essere più o meno largo , secondo le specie, oppure coperto da un callo madreperlaceo. La conchiglia internamente è divisa in setti, in media 34/36 che aumentano di numero con l'età e le dimensioni del mollusco. L'ultima camera contiene il mollusco . I setti, che sono rigidi ad andamento concavo, sono attraversati nella loro parte centrale da un tubicino calcareo e servono a rinforzare il guscio in quando il nautilus si immerge a grandi profondità, inoltre sono riempiti parzialmente da un liquido, e da una miscela di gas, che bilanciando il peso della conchiglia e delle parti molli fa aumentare il galleggiamento dell'animale. Il nautilus compie notevoli escursioni, risalendo di notte verso la superficie da profondita' di oltre 600 metri. Questo tipo di spostamento verticale non avviene tramite il nuoto attivo, ma grazie alla capacità del mollusco di regolare la quantità di gas presente nelle camere per alleggerire o appesantire la conchiglia. Il nautilus è un predatore carnivoro, la sua bocca  presenta  mascelle a forma di becco atto a rompere il carapace dei crostacei e a divorare i pesci di cui si nutre. La sua distribuzione è limitata al Pacifico sud-occidentale , dove è rappresentato da poche specie .

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM