saluto


sabato 23 ottobre 2010

"Vedere" utilizzando l'udito


"Vedere" utilizzando l'udito
Daniel Kish è uno psicologo Californiano non vedente dalla nascita che si è allenato ad ascoltare l’eco dei suoi schiocchi di lingua sin da quando era bambino. La lingua è fondamentale per lui perché usando la lingua, genera il suono che crea l’eco che gli permette di riconoscere la presenza di persone, di ostacoli, di una macchina parcheggiata e persino di che modello si tratta, poiché l’eco di ritorno dipende dal tipo. Daniel ha imparato che l'eco del metallo è più morbida di quella del vetro, ma meno densa di quella del legno e questo gli permette di capire cosa ha davanti ancor prima di toccarlo con le mani o col bastone, è l'unico uomo cieco che ha conseguito il certificato di accompagnatore per non vedenti. E’ risaputo che delfini e pipistrelli si muovono usando la tecnica di ecolocalizzazione. Danien oggi insegna a giovani non vedenti la sua tecnica per aiutarli a rendersi autonomi; porta i ragazzi nei boschi e li invita a descrivere quello che sentono di fronte ad alberi di specie diverse, a cespugli, a sentieri di terra o di sabbia, a pareti rocciose o argillose e chiede loro di valutare le forme, l'altezza, la densità e di relazionare questi suoni con quelli familiari prodotti dagli oggetti e dalle superfici della casa. Per sviluppare questa capacità non sono necessarie particolari abilità fisiche, lui afferma che: "Con due ore al giorno per un paio di settimane si è in grado di distinguere un oggetto davanti, e con altre due settimane si distinguono marciapiedi e alberi".

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM